Home » GENOVA, LA POSTA » WWF: Deludente bilancio degli incontri sulla mobilità organizzati dal Comune di Genova

WWF: Deludente bilancio degli incontri sulla mobilità organizzati dal Comune di Genova

Genova. WWF Genova prende – atto ancora una volta – della distanza tra gli atti del Comune di Genova e scelte a favore della mobilità sostenibile.

Nonostante lo sforzo, dichiarato, di fare proprie le diverse esigenze emerse negli incontri, restano le  scelte di governo della mobilità pesantemente orientate a favore del trasporto privato, con l’ipotesi della realizzazione di nuove strade e parcheggi, e dimenticati fondamentali interventi per il trasporto pubblico, come gli assi di qualità e il tram in Val Bisagno.

Si continua a puntare sulla prosecuzione del metrò quando oramai valutazioni oggettive ne mettono in luce gli enormi costi rispetto ai benefici apportati alla mobilità, mentre non si punta in modo coerente sul sistema ferroviario come asse forte del trasporto pubblico.

Continua il sostegno acritico a grandi opere come la gronda, (anche in sede di Dibattito Pubblico sono emersi con chiarezza elementi incontestabili sulla sua inutilità, per non parlare dell’enorme impatto ambientale) o il terzo valico, che sottrae enormi risorse per il trasporto ferroviario pendolare.

Si continua a parlare di 90.000 posti auto mancanti invece di 90.000 auto di troppo, non ponendosi nessun obiettivo di diminuzione del parco auto presente né tanto meno di diminuire il traffico favorendo la diversione modale verso il trasporto pubblico e la mobilità dolce (dei pedoni si dice che rallentano il traffico!).

Si punta sui parcheggi d’interscambio come elemento fondamentale, non solo sopravvalutandone i benefici ma applicando un modello teorico che se è relativamente funzionale per realtà come Milano è un modello inapplicabile in una realtà policentrica come quella genovese.

Unici parziali elementi positivi sono la volontà di spingere l’uso della bici in città e la volontà di organizzare la soste come elemento di controllo del traffico. Non si può non rimarcare che per quel che riguarda la promozione della bici stiamo da tempo assistendo a dichiarazioni di intenti che non hanno ancora trovato applicazione nella realtà, e per quel che riguarda le BluArea è difficile poterle vedere come un reale elemento a favore delle mobilità sostenibile quando non solo i proventi non vanno al trasporto pubblico, ma la loro istituzione ha visto il contemporaneo aumento delle tariffe e taglio del servizio di trasporto pubblico da parte del Comune, mentre quello che sarebbe dovuto accadere sarebbe stato esattamente il contrario.

In ultimo, auspichiamo che la prossima amministrazione, qualunque essa sarà, organizzi ancora questo tipo di incontri, ma all’inizio del mandato e non a tre mesi dalla fine del ciclo amministrativo per farne uno strumento di partecipazione e non una mera vetrina informativa.

WWF Genova


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!