Home » GENOVA, POLITICA » Welfare del futuro in un dibattito alla Festa de l’Unità a Genova

Welfare del futuro in un dibattito alla Festa de l’Unità a Genova

Genova. “Iniziativa Welfare” è il titolo dato al dibattito che si è svolto martedì 9 settembre alla Festa de l’Unità al porto antico di Genova. Il primo a entrare nel tema della discussione è stato Davide Faraone, responsabile nazionale del Partito Democratico in tema di welfare. Egli ha ricordato che, da tempo, non viene attuata una riforma organica e che, quindi, il nostro welfare è ancora quello degli anni ’70. Allora, però, la vita delle persone era molto diversa, praticamente si divideva in tre fasi: la prima, quella della formazione, non molto lunga.

La seconda, quella produttiva, specialmente per l’uomo,  assai lunga, e, infine, quella della pensione che era certa e che, con il metodo retributivo, si calcolava in base all’ultima retribuzione. Oggi, invece, la formazione è molto lunga, il lavoro non è sicuro, pare addirittura che, per i giovani, se si calcola quanto prenderanno in futuro di pensione, sarà una cifra simile alle pensioni minime odierne.

Oggi i diritti appartengono solo a una minoranza ed è chiaro che le categorie in sofferenza, il “proletariato” della situazione, sono i giovani. Necessita una riforma completa che tenga conto dei tanti cambiamenti, partendo proprio dalla scuola: il luogo dove si costruisce la porta al lavoro ma anche dove si forma nuovamente chi perde il lavoro stesso. La sinistra, che per sua stessa natura è progressista e riformista, deve attuare tutti questi cambiamenti epocali.

Paolo Pezzana, che coordinava l’incontro, ha evidenziato, tra l’altro, quanto sia stato demolito il welfare negli anni di governo della destra.

L’Assessore alle Politiche Sociali, Terzo Settore, Cooperazione allo Sviluppo, Politiche Giovanili e Pari Opportunità della Regione Liguria, Lorena Rambaudi, che ha speso tutta la sua vita nel sociale e che ben conosce l’evoluzione del problema, si è posta vicino alle famiglie in difficoltà, progettando un nuovo welfare che elimini gli sprechi, come deve essere fatto in tutti i campi, orientato all’inserimento delle persone e alle autonomie. Infatti, ha affermato, di welfare abbiamo bisogno tutti, di qualità e universalistico, a prescindere da luoghi, età e condizioni economiche. La Liguria è una regione in primo piano nella buona gestione, nella positiva collaborazione tra pubblico e privato, e continuerà a esserlo, reperendo risorse di pensiero, progettuali, economiche, di protezione.

Anna Manca, responsabile welfare della segreteria regionale, ha sottolineato, invece, l’aumento dei bisogni e l’esigenza di non cadere in un welfare residuale ma di promuovere risorse economiche, che sono anche sviluppo, e professionalità. Il welfare, ha asserito, è la qualità della vita delle famiglie.

Davide Faraone ha indicato, inoltre, le risorse europee da usare per combattere la povertà e il servizio civile, visto come difesa della patria non in senso militare ma sociale e ambientale.

Nel dibattito seguente, aperto al pubblico, ci sono state alcune richieste di chiarimento da parte, in particolare, di operatori e familiari di persone con disabilità.

La dott.ssa Rambaudi ha spiegato, quindi, l’iter della delibera regionale, con un riferimento particolare al pagamento di 4 euro quando la persona, che ha un reddito superiore a 12000 euro, viene inserita nei programmi per disabili. Bisogna, però, considerare l’ISEE individuale (e non della famiglia), per cui se la persona ha solo la pensione di invalidità o altro assegno, difficilmente raggiunge il limite. In ogni caso, l’Assessore ha pregato di non ritirare nessuno dai servizi, se la persona con disabilità non può pagare, si esaminerà caso per caso.
(Renata Rusca Zargar)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!