Home » LA POSTA, SAVONA » Voto Sì perché non credo nella perfezione

Voto Sì perché non credo nella perfezione

Savona. Il referendum, che sarà un punto definitivo di svolta, comunque vadano le cose, è alle ultime battute.

Io ho cercato di propagandare il Sì con i miei mezzi (blog) non avendo nessun’altra possibilità di attivarmi a causa dei miei impegni di lavoro e volontariato. Ho aderito al Sì anche perché io sostengo Renzi dal primo giorno, condividendo con lui soprattutto la necessità di dare una forte scossa a questo paese in grave decadenza.

Non sto a descrivere le pressioni, le insinuazioni, le offese, i “cosa ci guadagno”, o “il partito ti proibisce”, che ho ricevuto. Il cancro dell’odio virtuale ha portato al suicidio molte persone, lo so. Io, dato che sono una donna attiva poco incline alla depressione e al suicidio, ho deciso, più semplicemente, di rimuovere tutto quello che non mi piaceva, visto che il blog è casa mia e in casa mia invito solo chi mi pare.


Sinceramente, non riesco a capire come si possa condannare un intero Paese alla totale marginalità per mantenere la propria poltrona, prestigio personale, ostinazione, odio di parte. O come si possa chiedere la perfezione (ognuno secondo il proprio gusto) quando non facendo nulla (in attesa, appunto, della perfezione) siamo destinati a morire.

La globalizzazione, che l’Occidente credeva di sfruttare a proprio comodo, ha portato alla ribalta i paesi che prima erano schiavi dell’Occidente e l’Italia, importante per posizione geografica ai tempi della guerra fredda, ormai non interessa più a nessuno.

Bisogna camminare con le proprie gambe e ricordarsi che il mondo sta correndo. È un periodo molto difficile per l’Europa e ancora di più per l’Italia, che non è mai stata forte come le altre potenze ma che, abitando in Europa, ha vissuto di luce riflessa.


Sono convinta che, direttamente, la Riforma Costituzionale non darà lavoro e pane a tutti ma, indirettamente, è il primo passo per progredire e ottenere questi risultati.


Il primo motivo per cui è determinante votare Sì è per eliminare il bicameralismo paritario che, con il palleggio tra Camera e Senato, non permette di avere leggi in tempi brevi (magari ci vogliono tre anni per regolamentare qualcosa di nuovo che tra tre anni sarà ormai vecchio e obsoleto). Inoltre, il bicameralismo non permette la stabilità dei Governi avendo anche diverse maggioranze nelle due Camere che devono dare la fiducia. In Italia (altro che Repubblica delle banane, come si diceva schernendo, un tempo!), i Governi durano in media 14 mesi. Un Ministro, ad esempio, quando entra al Ministero, impiegherà  circa sei mesi per capire come funziona e buttare giù tutto quanto fatto dal precedente Ministro, poi inizierà a lavorare  ma, quando sarà entrato nella parte, sarà caduto il Governo e, in una tragica manovra circolare, verrà un altro che getterà all’aria quanto fatto… Così per tutta l’eternità! Mentre gli altri Paesi innovano, seguono la tecnologia, il progresso, vivono! (Come ex insegnante di storia non riesco a dimenticare che, una volta, abbiamo avuto persino un governo chiamato “balneare”! Lascio indovinare quale poteva essere la durata e quali e quante riforme avrà fatto, escluso lo scambio di poltrone tra i vari Ministri! Ma allora si poteva, c’era il Comunismo e purché non diventassimo comunisti ci facevano molti regali.)


Il secondo motivo per cui penso che sia giusto il Sì è per dare un taglietto agli sprechi delle Regioni che tutti ben conosciamo e concludere l’abolizione delle Province che hanno impiegato molto denaro non sempre nell’interesse della comunità! Credo che questi risparmi (come l’assurdità del CNEL che non ha mai fatto nulla!) non siano certo risolutivi della grave crisi (ci vuole ben altro!), siano, però, moralmente giusti. Avete idea di quanto guadagna un Consigliere Regionale? Avete provato a paragonare i suoi emolumenti con quelli di un Sindaco che ha molte più responsabilità? Ristabilire un po’ di equità, mi sembra ormai doveroso.

Sappiamo tutti, infine, che sono stati dati troppi poteri alle Regioni, per ingraziarsi la Lega o per circuire i suoi elettori. Non è stata una buona idea. Come è stato spiegato ampiamente, invece, la Sanità deve essere uguale in tutte le Regioni, non si può pensare che chi è nato al nord si possa curare e chi è nato al sud no. I corsi di apprendistato, sempre per fare qualche esempio, devono essere riconosciuti in tutte le Regioni, mentre i cittadini devono essere tutti di serie A e non B o C a seconda della Regione di appartenenza.

Mi piace molto anche che il Parlamento sia obbligato a discutere le leggi di iniziativa popolare perché, fino ad oggi, sono rimaste a giacere nei cassetti del Parlamento e solo l’1% è diventato legge perché abbinato a proposte parlamentari. Ritengo questo un percorso molto democratico anche per tenere i politici al passo con i tempi e la realtà della gente che, magari, dimenticano, una volta arrivati a Roma!

Così pure approvo l’abbassamento del quorum del referendum alla maggioranza dei votanti alle precedenti elezioni politiche, che elude, quindi, la decadenza del referendum stesso per mancanza del quorum in tempi in cui molta gente non va più a votare. È un’altra forma per tenere in considerazione la volontà della gente.

Si potrebbe continuare ma, ormai, tutti ne sappiamo molto. Certo, la Riforma non è perfetta come non era perfetta la Costituzione andata in vigore nel 1948. Non c’è nulla di perfetto in questo mondo, noi per primi, l’importante è darsi da fare dignitosamente. In ogni caso, davvero beati quelli che, nella loro vita, hanno fatto un lavoro “perfetto” senza mai nessun problema, hanno sposato una persona “perfetta”, hanno avuto figli “perfetti”, la loro salute è stata “perfetta”, i loro amici, conoscenti, vicini di casa… Tutto “perfetto”. Avranno anche la loro “Costituzione perfetta”.

A noi, comuni mortali, lascino pure andare avanti con tutte le nostre imperfezioni.

Renata Rusca Zargar

http://senzafine.zacem-online.org/#home

P.S. Per favore, non ditemi che se la classe politica fosse migliore…

Anch’io mi sono proposta a Miss Italia ma –chissà perché!- non mi hanno neppure risposto.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!