Home » NEWS FUORI REGIONE » Vertice disinquinamento e risanamento. Lettera del sindaco di Massafra al presidente del Consiglio Monti

Vertice disinquinamento e risanamento. Lettera del sindaco di Massafra al presidente del Consiglio Monti

Massafra. “La tutela dell’ambiente non è argomento pantofolaio del fine settimana”. Così il sindaco Martino Tamburrano, in riferimento alle notizie apparse sulla stampa circa la sua “presunta insensibilità” ai problemi ambientali.

Tamburrano ricorda che già lo scorso 21 marzo aveva inviato una missiva al sindaco di Taranto, dott. Ezio Stefano, con la quale lo invitava ad organizzare un incontro, presso la sede provinciale di Confindustria, per avviare un tavolo di intesa permanente onde poter seguire il nuovo corso che Taranto ha intrapreso sul “disinquinamento e risanamento del territorio provinciale”.

Il prossimo mese - scriveva Tamburrano - e precisamente il 23 aprile, ricorre il quattordicesimo anno dalla approvazione del Dpr. 196/98 “Piano di disinquinamento per il risanamento del territorio della provincia di Taranto” a distanza di  otto anni dal D.P.C.M. del novembre del ‘90 che dichiarava il nostro territorio ad “elevato rischio di crisi ambiente”. Il decreto perimetrava l’area a rischio compresa tra la Città capoluogo e i comuni di Crispiano, Massafra, Montemesola e Statte. Non è mia intenzione sollevare polemiche su un tema di così grande portata, ma devo rilevare che al vertice del 19 marzo u.s. tenutosi in Regione sull’emergenza Ilva, sarebbe stata opportuna la presenza dei sindaci di comuni dell’area ad elevato rischio, così come individuati dal D.P.C.M. del 1990. Sentiamo tutti la responsabilità ed il peso di una condizione insostenibile delle nostre popolazioni che non è solo ambientale, ma che è divenuta anche esistenziale sotto il profilo sociale ed economico.

Inoltre il sindaco Martino Tamburrano, nella giornata di venerdì 13 aprile 2012 – prot. n. 11689, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio dei Ministri, Sen. Mario Monti, per rivendicare a pieno titolo di far parte della delegazione che siederà al tavolo istituzionale convocato a Roma, insieme a Taranto, Montemesola, Statte e Crispiano.

Nella stessa lettera Tamburrano scriveva al presidente Monti che, dalla tragedia dell’inquinamento chiediamo di venirne fuori con provvedimenti legislativi mirati al risanamento ambientale e particolarmente dedicati alla ripresa economica e produttiva della nostra terra ionica.

Il sindaco chiudeva la sua comunicazione ricordando il DPR. n.196/98 “Piano di disinquinamento, per il risanamento del territorio della provincia di Taranto” e il D.P.C.M. del novembre del ’90.

Nella foto il sindaco Martino Tamburrano.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!