Home » BACHECA WEB, IMPERIA, SAVONA » Ventimiglia. Don Antonio Suetta vescovo della diocesi Ventimiglia-Sanremo

Ventimiglia. Don Antonio Suetta vescovo della diocesi Ventimiglia-Sanremo

Ventimiglia. Don Antonio Suetta, 51 anni, direttore amministrativo della curia ingauna, è stato nominato vescovo della diocesi di Ventimiglia-Sanremo. Ad annunciarlo, nei giorni scorsi, per Papa Francesco, è stato il vescovo monsignor Oliveri. Don Tonino (così viene chiamato) succede al nostro vescovo  Alberto Maria Careggio, eletto alla Sede vescovile di Ventimiglia-Sanremo il 20 marzo 2004. L’ordinazione episcopale e l’ingresso nella diocesi avverranno nei prossimi giorni.

“Sono grato al Signore e al Santo Padre Francesco per avermi chiamato al delicato e importante compito e riconosco quanto sia misterioso il disegno di Dio e  quanto sia giusto consegnarsi alla volontà di Dio. Ringrazio con immenso affetto monsignor Oliveri con cui ho collaborato attivamente per tanto tempo nei vari momenti della vita diocesana”. Così monsignor Suetta in presenza dei seminaristi e del vescovo.                                                                                        Questo il commento del vescovo Oliveri: “La diocesi di Ventimiglia-Sanremo è costituita per buona parte dal territorio della diocesi di Albenga-Imperia che, negli anni scorsi, si estendeva fino a Bordighera e tutto questo farà parte del periodo splendido che monsignor Suetta ricorderà per il resto dei suoi anni. Sarà sicuramente, ne sono assolutamente certo,  il buon pastore della diocesi Ventimiglia-Sanremo”.                                                                                                                          È giusto e doveroso riportare una microbiografia del neovescovo Antonio Suetta. Nasce a Loano il 25 novembre 1962 da Giovanni e da Maria Rembado, contadini. A Loano vive come figlio unico fino alla nascita del fratello Roberto. Lì frequenta la Scuola elementare e, durante il catechismo in preparazione alla Cresima, fa parte prima del coro parrocchiale, poi si avvicina al servizio dell’altare in compagnia del parroco don Antonio Lanteri.

Quelli sono anni in cui avverte i primi segnali della vocazione sacerdotale, ne parla in famiglia e, successivamente, durante gli anni di frequenza della Scuola media, diventa più deciso nel cammino verso il Seminario. Nel 1974 nasce il fratello Roberto, l’anno dopo, all’età di 13 anni, Antonio entra in Seminario e nel 1976 suo padre  muore. Dopo la maturità classica prosegue con gli studi teologici  presso il Seminario Arcivescovile di Genova; rientra  ad Albenga dove conclude gli studi.  Nel 1985 vi riceve l’Ordinazione diaconale nella Cappella del Seminario Vescovile e, da Monsignor Piazza, il 4 ottobre 1986, è consacrato prete.

Dopo l’Ordinazione sacerdotale si reca a Roma dove prosegue gli studi presso la Pontificia Università Lateranense e nel 1988 si licenzia in Sacra Teologia con la tesi su “Il carattere escatologico della domenica”. Nel 1987 viene inviato alla Parrocchia di San Giovanni Battista a Imperia dove insegna religione presso l’Istituto Tecnico Commerciale, prima, e, successivamente, presso il Liceo Classico. Dal 1990 è docente di Sacramentaria e Liturgia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose.  Nel 1992 il vescovo Oliveri gli affida l’incarico di Cappellano della Casa Circondariale di Imperia. Dal ’92 al ’97, Cappellano del Carcere, concorre a fondare la Cooperativa Sociale “Il Cammino” per il reinserimento lavorativo di ex tossicodipendenti e detenuti e di essa sarà Presidente fino al 2005. Per tutti quegli anni è parroco di alcune piccole chiese dell’entroterra: Cesio, Arzeno, Cartari e Caravonica e, nel 1997, della parrocchia di San Pietro in Borgio Verezzi, dove rimarrà fino al 31 gennaio 2010.

Negli anni trascorsi come parroco a Borgio Verezzi, il Vescovo gli affida, con l’insegnamento della Teologia Fondamentale presso il Seminario Vescovile di Albenga, altri incarichi diocesani come assistente spirituale dei “Cursillos de cristianidad”, Direttore della Caritas Diocesana, Direttore dell’Ufficio Amministrativo ed Economo Diocesano. In quello stesso arco di tempo si occupa della  realizzazione del Nuovo Polo Educativo Diocesano.

Nel 2008 viene nominato Canonico del Capitolo della Chiesa Cattedrale di Albenga. Nel dicembre 2009 conclude il percorso accademico con il Dottorato in Sacra Teologia presso l’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum” a Roma, presentando una tesi dal titolo “Il peccato e la sua remissione nella prima lettera di Giovanni”. Nel settembre 2011 monsignor Oliveri gli affida l’incarico di rettore del Seminario Vescovile di Albenga. Infine nei giorni scorsi, precisamente il 25 gennaio 2014, Papa Francesco lo  nomina vescovo della diocesi di Ventimiglia-Sanremo.                        (Francesco Mulè)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!