Home » ARTE, IMPERIA » Ventimiglia. Applausi per Alloisio al Comunale con “Il mio amico Giorgio Gaber”

Ventimiglia. Applausi per Alloisio al Comunale con “Il mio amico Giorgio Gaber”

Ventimiglia. Ieri sera è partita alla grande al Teatro Comunale la stagione teatrale 2013, organizzata dal Comune di Ventimiglia sotto la direzione artistica del Teatro Garage di Genova. A inaugurare l’evento è stato il cantautore Gian Piero Alloisio con lo spettacolo di Teatro canzone “il mio amico Giorgio Gaber”.

Ogni volta che Gaber parlava in pubblico di me mi ha definito “il mio amico Gian Piero Alloisio”. A dieci anni dalla scomparsa dell’inventore del Teatro canzone, mi sento di ricambiare l’affettuoso omaggio con questo spettacolo specialissimo accompagnato per l’occasione dall’amico Gianni Martini, chitarrista storico della Band Gaber. Ho lavorato per 16 anni con Giorgio Gaber come autore e ho avuto modo di conoscerlo a fondo come artista e come persona” ha detto Alloisio accompagnato da entusiastici scroscianti applausi di un folto pubblico alquanto divertito e soddisfatto per la serata, ricca di calore artistico e umano.

Il concerto si è rivelato un omaggio sincero decisamente ricco di aneddoti e pensieri “gaberiani” sulla politica, sulla religione, sull’arte, sulla famiglia, sul privato in cui il cantante/artista ha voluto raccontare e cantare l’amico Gaber scomparso l’1 gennaio 2003, entrando nei dettagli del lavoro di scrittura e composizione svolto insieme per parecchi anni.

Il risultato è stato uno spettacolo assolutamente emozionante che ha travolto e coinvolto il pubblico con tutta quella energia e quel carisma in cui non è stato difficile riconoscere la grande lezione del maestro scomparso. Gli spettatori, si può dire, hanno vissuto due ore di commozione e di irrefrenabile ilarità, contenute ed esaltate dalla forma del teatro-canzone.

Molti brani, firmati Gaber – Luporini – Alloisio, sono stati eseguiti con Gianni Martini alle chitarre.

Parlando anche di sé come cantautore e come musicista, ha ricordato l’inizio del suo esordio nel 1975 con “Dietro le sbarre” e della sua carriera artistica fino ad oggi.

Nel 1980 -ha raccontato- ho scritto con Giorgio Gaber, Francesco Guccini e Sandro Luporini Ultimi viaggi di Gulliver. Dal 1981 al 1996 ho scritto prosa, canzoni e sceneggiature con Giorgio Gaber per Ombretta Colli (Una donna tutta sbagliata, Aiuto! Sono una donna di successo, Donne in amore). Giorgio Gaber usò per la prima volta la formula “Teatro Canzone” per il mio spettacolo. Nel 2009 ho scritto e diretto per il Teatro della Tosse Tutte le carte in regola per essere Piero, teatro canzone dedicato a Piero Ciampi. Sono stato per tre anni commissario artistico del Carnevale di Viareggio. Ho scritto, diretto e prodotto 35 spettacoli teatrali e musicali di massa con centinaia di Cittadini-Artisti, professionisti e amatoriali. Per il Teatro Stabile di Genova ho scritto La musica infinita e L’Eco di Umberto (dedicati a Umberto Bindi). Sono autore di vari successi discografici per Francesco Guccini e Eugenio Finardi, mentre con Giorgio Gaber ho scritto “La strana famiglia” “…io ci sono”. Nel 2012 è uscito il mio nuovo album “Ogni vita è grande” che raccoglie 14 canzoni scritte per il teatro e, in esclusiva, la versione aggiornata di “Silvio”, che termina con la mia frase più volte citata da Giorgio Gaber “Non temo Berlusconi in sé, temo Berlusconi in me!”. “Ogni vita è grande” è stata scelta come sigla e tema musicale dell’evento “One World, One Family, One Love” alla presenza del Papa a Bresso il 2 giugno 2012: l’ho cantata in Mondovisione”.

Lo spettacolo si è chiuso, col coinvolgimento del pubblico, sulle note di “La libertà” (Giorgio Gaber – 1972) di cui vengono riportati i quattro versi del ritornello: “La libertà non è star sopra un albero, / non è neanche il volo di un moscone, / la libertà non è uno spazio libero, / libertà è partecipazione”, magistralmente interpretata, come, del resto, tutte le altre canzoni gaberiane, dal duo Alloisio/Martini alle chitarre.

Il prossimo appuntamento per la Stagione teatrale 2013 al Teatro Comunale di Ventimiglia è previsto per le ore 21 di giovedì 31 gennaio con Roberto Tesconi in “Luigi Tenco, ultima notte” per la regia di Roberto Tesconi.

Biglietteria aperta Teatro Comunale: martedì – giovedì ore 15 –17 e nei giorni di spettacolo dalle 15 alle 17 e dalle 20 alle 21 – telefono 0184/235263 – prenotazioni telefoniche: Teatro Garage 010/8994976. Biglietti: Intero 15 euro; ridotto 13 euro.
(Francesco Mulè)




Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!