Home » IMPERIA, POLITICA » Vallecrosia. Positivo Biasi sulla fattibilità del tratto Ventimiglia-Bordighera

Vallecrosia. Positivo Biasi sulla fattibilità del tratto Ventimiglia-Bordighera

Vallecrosia. La Regione Liguria, con propria deliberazione di Giunta n° 1633\2011, ha conferito incarico alla società in house della Regione medesima “Infrastrutture Liguria S.r.l.”, per la redazione di uno studio di fattibilità, al fine della definizione del tracciato della Nuova Aurelia-bis nel tratto da Ventimiglia a Bordighera.

Inoltre ha indetto una riunione con i quattro Comuni interessati Bordighera, Vallecrosia, Camporosso e Ventimiglia al fine di approfondire alcune tematiche da sviluppare da parte dei professionisti incaricati, per poter elaborare uno studio di fattibilità e quantificazione dei costi.

“Durante l’incontro, presso gli uffici direzionali della Regione, – esordisce il sindaco di Vallecrosia Armando Biasi (nella foto) – si sono analizzate le prime considerazioni sui tracciati elaborati da Infrastrutture Liguria s.r.l., con l’indicazione dei responsabili tecnici per lo scambio di informazioni con i progettisti e l’acquisizione di tutte le informazioni utili alla definizione ottimale del tracciato ipotizzato, che dovrà partire dalla zona di Roverino e raggiungere Bordighera in prossimità di Madonna della Ruota.”


Biasi pensa che quello che si sta prefigurando sia un risultato straordinario, quasi impensabile sino a pochi anni fa e, tutto ciò si è potuto raggiungere grazie ad una collaborazione tra i quattro Comuni dell’estremo ponente, che finalmente hanno considerato prioritario il risultato generale rispetto ad una visione più circoscritta al proprio ente di appartenenza.

“Negli anni Novanta –prosegue- ogni Comune aveva pensato ad un tracciato che non corrispondeva con la previsione degli altri comuni limitrofi, di fatto eliminando ogni speranza per la previsione urbanistica e viabile extra-Comunale. Al contrario, grazie ad una visione lungimirante della Regione Liguria, nelle persone dell’architetto Gianbattista Poggi (Dirigente capo del settore viabilità Regionale), dell’assessore regionale Paita, dei sindaci Scullino, Civardi e Croese, si è pensato di utilizzare al meglio i primi fondi fass pari a 5 milioni di euro, sia per la viabilità dei mezzi sia per la pedonalità costiera.”

“Infatti, – aggiunge – durante un sopralluogo congiunto nei quattro Comuni, alla presenza dell’assessore regionale, dei funzionari  e dei sindaci, si è analizzato un asse viario che potesse prefigurare una continuità stradale, al fine di garantire una reale soluzione per ovviare alla congestione del traffico nell’estremo ponente.


Dopo l’incontro si è preso atto che esisteva una possibilità di risoluzione dell’annoso problema, quindi si è cambiata l’ubicazione del ponte sul Nervia, già finanziato ed in corso di ultimazione progettuale, che collegava i Comuni di Camporosso e Ventimiglia, spostandolo di circa cento metri a monte al fine di garantire la linearità del tracciato.

Da quel momento ognuno degli enti interessati si è fatto carico di promuovere la necessità e la strategica funzione di questa importante opera pubblica e di ciò ha preso coscienza anche l’Anas.                                                                                                 In quanto, se in un prossimo futuro verranno riconvertite urbanisticamente le aree ferroviarie del Parco Roja, l’Aurelia-bis, oggi allo studio, rappresenterebbe una rete stradale fondamentale per collegare i centri abitati con le nuove aree commerciali e produttive.


Con lo studio di fattibilità  dei professionisti incaricati, si potrà almeno capire quali siano i costi, i tempi di realizzazione e le eventuali forme di finanziamento di un’opera che avrà valenza nazionale.

Sicuramente i tempi, per vedere realizzata questa nuova viabilità, non saranno veloci per via della crisi economica che sta vivendo l’Europa; comunque avere un progetto che ne determina un tracciato definitivo consente di sperare che l’opera possa essere costruita anche a singoli lotti di finanziamento come già è in corso il ponte sul Nervia. Negli ultimi anni i comuni del Ponente stanno dimostrando alla Regione Liguria ed alla Provincia che, collaborando tra loro si possono risolvere sia problemi annosi che imprevisti  e la speranza che possa proseguire anche nei prossimi anni questo spirito di programmazione per la crescita economica e funzionale dei nostri territori, nella ricerca continua dell’interesse generale rispetto alle logiche campanilistiche o di appartenenze ideologiche, come in altri progetti, vedi la pista ciclabile.”

Armando Biasi è convinto che, se ogni sindaco lavorasse in squadra, dotandosi di progettualità con una visione a lungo termine, si potrebbero dare risposte più immediate per uscire dalla crisi economica e garantire nuovi posti di lavoro ed attrattive turistiche.

(Francesco Mulè)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!