Home » POLITICA, SAVONA » Valeria Fedele a Savona: il Pil italiano aumenterebbe del 15% se aumentasse l’occupazione femminile

Valeria Fedele a Savona: il Pil italiano aumenterebbe del 15% se aumentasse l’occupazione femminile

Savona. L’8 maggio, alle ore 16, presso la Sala Polivalente della Provincia di Savona, si sono incontrate Anna Giacobbe, deputata del PD, Lorena Rambaudi e Fulvia Veirana candidate al Consiglio Regione Liguria, per un Convegno dal titolo: “Donne e lavoro: presente e futuro”.

È intervenuta come ospite Valeria Fedele, vicepresidente del Senato. L’obiettivo principale del Convegno era di contrastare i pregiudizi che esistono ancora contro le donne, che si evincono sia nella difficoltà di occupazione che, persino, nella candidatura a presidente di Regione di una donna.

Fulvia Veirana, ex segretaria generale CGIL di Savona, ha evidenziato la crisi pesante che ha colpito la provincia negli ultimi due anni con 30000 disoccupati e 32000 poveri. Per questo si è cercato, mettendo d’accordo sindacati e Confindustria, un patto di sviluppo che partisse dalla produzione industriale in grado, poi, di movimentare altri settori. Due grandi aziende, ad esempio, si sono impegnate a rimanere sul territorio almeno per 10 anni e a consolidare l’occupazione. Per arrivare a questi risultati, è stato molto importante l’impegno della Regione. Attraverso il contatto con l’Università, poi, si possono instaurare e radicare altre aziende e si deve continuare a battersi per riorganizzare il turismo rendendolo non di tipo familiare ma industriale, cioè in grado di mantenere l’occupazione per tutto l’anno.

Lorena Rambaudi, candidata per la provincia di Savona al Consiglio Regionale, è stata una capace assessora alle Politiche sociali, terzo settore, cooperazione allo sviluppo, politiche giovanili, pari opportunità. Nonostante le difficoltà date dalla crisi, dalle emergenze sociali e dai tagli ai bilanci delle regioni, ha lavorato per riconquistare i fondi sociali e per gli asili nido. Per prima in Italia è riuscita a fare una legge sul testo unico sul terzo settore, quindi nel mondo della cooperazione, del volontariato e dell’associazionismo, portando la Liguria come esempio a livello nazionale. Il suo programma parla di welfare, settore in cui ha una competenza forte anche a livello nazionale (è Coordinatore Nazionale della Commissione Politiche sociali della Conferenza delle Regioni dal 2010), di formazione, di sviluppo e di territorio.

Valeria Fedele ha ribadito che la politica si deve impegnare per le donne, deve eliminare gli ostacoli alle scelte libere delle donne. Quando le ragazze, che sono più brave dei maschi a scuola, sono più attive e responsabili sul luogo di lavoro, vengono assunte più difficilmente dei maschi, il problema è grave. Infatti, la ragazza potrebbe essere poi madre. In un paese che si presume avanzato, non è possibile che ancora oggi la scelta della coppia di avere un figlio ricada solo sulla femmina. Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, ha recentemente sottolineato che il Pil italiano aumenterebbe del 15% se aumentasse l’occupazione femminile.

Sarebbe opportuno che noi donne iniziassimo a prenderci seriamente in considerazione.
(Renata Rusca Zargar)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!