Home » MUSICA » Universo Musica” a Loano

Universo Musica” a Loano

Loano. Palazzo Doria, a Loano,  si apre alle note classiche di “Universo Musica”, rassegna promossa dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano.

 Ad inaugurare l’appuntamento con la musica classica sarà, Sabato 9 aprile, alle ore 21.00, un’esibizione eclettica tutta al femminile, che accompagnerà il pubblico da Chopin a Verdi da Liszt a Cilea da Puccini a Catalani e a Turina.

 Il programma eseguito dal soprano Giovanna Manci e dalla pianista Anna Ferrer ruoterà intorno a due diversi periodi storici: nella prima parte l’Ottocento di Chopin, Liszt e Verdi, nella seconda il passaggio dall’Ottocento al Novecento.

 Per Chopin la scelta è caduta su sei dei “Canti Polacchi op.74”, in una versione ritmica e traduzione italiana del 1930 ritrovata da Giovanna Mancia, in occasione delle celebrazioni chopiniane.
I sonetti del Petrarca musicati da Liszt e una delle Arie tra le più belle di Verdi, “D’amor sull’ali rosee” (dalla scena prima del quarto atto del Trovatore), completeranno la prima parte dell’esibizione.

Nella seconda parte del concerto, invece, il programma accosterà tre compositori della nuova scuola operistica italiana ad un esponente del rinnovamento musicale spagnolo tra Ottocento e Novecento.
Due celeberrime arie, quali “Vissi d’arte” dalla Tosca di Puccini e “Io son l’umile ancella” da Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea, si alterneranno a due composizioni cameristiche che mantengono uno stretto legame con l’opera lirica. Saranno proposti al pubblico il brano “Sole e amore” di Puccini e l’intensa e struggente “Chanson Groelandaise” di Alfredo Catalani.
Chiuderà il concerto un breve ma significativo omaggio alla musica e al sentire spagnolo con il celebre e passionale “Poema en forma de canciones” di Turina.

Si coniugherà tutto al femminile anche il secondo degli appuntamenti di “Universo Musica”, in programma il 23 aprile.“Percorso tra le forme musicali” è il titolo del concerto pianistico a quattro mani con il duo Aurora Cogliandro e Rosabianca Rachel, dedicato a Schumann, Brahms, Debussy, Satie.

Le serate sono ad ingresso libero.

 Giovanna Manci

 “Giovanna Manci ha voce piena e di ampia estensione, dolce nel fraseggio, svettante negli acuti, calma e calda nei gravi” (José Minervini). “Giovanna Manci ha confermato le sue doti vocali e interpretative. La sua voce è potente, il suo timbro è limpido, il suo fraseggio è perfettamente controllato, la sua sensibilità musicale è indiscutibile” (Paolo Pinto). “La excelente soprano Giovanna Manci de voz lirica pero muy hábil en las agilidades de la difícil aria de Fanny” (Andrea Merli).

Tratti dalla rassegna stampa di Giovanna Manci, questi apprezzamenti, che si riferiscono a tre diverse sue esibizioni, descrivono le qualità tecniche e vocali di un soprano lirico di grande talento.

Nata a Milano, ha studiato a Roma con Fausta Corti Coppetti del Conservatorio di S. Cecilia. Ha vinto il Concorso Internazionale di Canto “Città di Cagliari”. Si è perfezionata all’Accademia Rossiniana su invito della Fondazione Rossini di Pesaro. A  Treviso ha partecipato alla “Bottega” di Peter Maag per “Le nozze di Figaro” di Mozart.

In teatro, dopo il debutto all’Opera di Roma nella “Lucia di Lammermoor” come doppio di Edita Gruberova, ha lavorato con importanti registi e direttori d’orchestra quali Fassini, Samaritani, Puecher, De Bosio, Menotti, Graziella Sciutti, Beni Montresor, Maurizio Scaparro, Haider, De Bernart, G.P. Sanzogno, Marco Armiliato, Peter Maag, Hickox, Giovaninetti, Fabio Biondi interpretando molti ruoli di protagonista sia in opere di repertorio che di più rara esecuzione, tra cui, oltre a Lucia, Gilda nel “Rigoletto”, Musetta nella “Bohème”, la Contessa nelle “Nozze di Figaro”, Fanny nella “Cambiale di matrimonio” di Rossini, Rachelina nella “Molinara” di Paisiello, Eugenia nel “Marito disperato” di Cimarosa. È stata anche Sophie nel “Werther” di Massenet, Cornelia ne “Il trionfo dell’onore” ed Ernesto ne “La principessa fedele” di Alessandro Scarlatti.

Partecipando a numerosi festival ha, tra l’altro, interpretato Grilletta nello “Speziale” di Haydn, “La colomba ferita” di Francesco Provenzale (prima esecuzione moderna), Dirindina nella “Dirindina” di Domenico Scarlatti, Serpina nella “Serva padrona” di Pergolesi, Bastiana in “Bastiano e Bastiana” di Mozart, Betly in “Betly ossia la capanna svizzera” di Donizetti (versione in due atti), Merlina nella “Fantesca” di Hasse (prima esecuzione moderna), La Straniera in “The Consul” e Lucy nel “Telefono” di Menotti.  Molto intensa anche la sua attività concertistica che l’ ha portata ad affrontare un repertorio assai vasto – dal barocco al contemporaneo – e ricco di rarità  (numerose le prime esecuzioni moderne) ed a collaborare con artisti, musicisti e complessi quali Rockwell Blake, Fred Sherry, Charles Rosen, Lü Jia, Peter Maag, Ernesto Palacio, Angelo Persichilli, l’ Orchestra da Camera del Gonfalone, Gloria Banditelli, Antonio Florio, gli Archi della Scala, i Virtuosi di S.Cecilia, i Solisti Aquilani, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma e molti altri.

Ha cantato per molti teatri, festival ed enti tra cui l’Opera di Roma, il Teatro Massimo di Palermo, la Grande Sala della Filarmonica di San Pietroburgo, il Volkstheather di Rostock, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival delle Nazioni a Malta, gli Orizzonti Barocchi a Palermo, il Festival Pontino, l’Auditorium di Roma – Parco della Musica, l’Accademia Filarmonica Romana,  l’Oratorio del Gonfalone, la RAI, la Radio Vaticana.

Ha partecipato a numerose trasmissioni radio-televisive e molte sue interpretazioni, sia operistiche che concertistiche, sono state trasmesse dalla RAI – Radio Televisione Italiana, dalla Radio Vaticana e da altre emittenti.

Ha inciso in CD, in prima assoluta, “La Cena delle Beffe” di Umberto Giordano e “Le Cantatrici Villane” di Valentino Fioravanti per la BONGIOVANNI di Bologna, “L’Olimpiade” di G.B. Pergolesi per la ARKADIA di Milano; “The Consul ” di G.C. Menotti per la CHANDOS di Londra (prima incisione in lingua originale); “Miserere” di Niccolò Jommelli per la NUOVA ERA di Torino (prima esecuzione moderna).

Tra i suoi ultimi impegni un recital operistico in Lettonia, a Riga, il “Pulcinella” di Stravinskij diretto da Claudio Desderi e una tournée di concerti negli Stati Uniti.

 ANNA FERRER si esibisce solitamente in recital facendo parte di gruppi da camera con rinomati interpreti come Igor Frolov, Maxence Larieu, Giuseppe Nova, Massimo Mercelli, Mirela Zafiri e anche come solista con diverse orchestre tra cui l’Orchestra da Camera di Bucarest, l’Orchestra da Camera Vivaldi, l’Orchestra Sinfonica Rubinstein, l’Orchestra da Camera di Mosca, Camerata Mediterranea e OCE.

Ha registrato per diverse emittenti di radio televisione e per la casa discografica Lambdoma e Good Life Records. Parallelamente sta seguendo l’attività didattica presso il conservatorio di Girona, dirigendo il dipartimento di pianoforte e musica da camera.


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!