Home » NEWS FUORI REGIONE » Tutto pronto in provincia di Cuneo per la nuova stagione dello sci

Tutto pronto in provincia di Cuneo per la nuova stagione dello sci

Cuneo. Con la presentazione svoltasi venerdì scorso, 29 novembre,  a Cuneo è ufficialmente scattata la stagione cuneese della neve. Una stagione che si preannuncia particolarmente lunga e che sarà caratterizzata da numerosi eventi e interessanti iniziative. Grazie alle copiose nevicate dei giorni scorsi, cui è stata aggiunta un po’ ovunque una buona coltre artificiale, da sabato 7 dicembre, con il tradizionale ponte dell’Immacolata, entreranno infatti in funzione tutte le stazioni sciistiche della Provincia Granda.

Durante la serata è stato consegnato il Premio Atl 2013, riservato a protagonisti del territorio, capaci di promuovere flussi turistici e di esportare in nome della Granda in giro per il mondo. A riceverlo è stato John Aimo, “l’uomo che colora i cieli della Granda”, monregalese, uno dei più conosciuti ed esperti interpreti di volo in mongolfiera del panorama internazionale. Nel corso dell’incontro sono stati forniti anche i dettagli del Progetto Alcotra Nuovo Territorio Digitale, realizzato in partnership con i francesi di Digne-Les-Bains, con l’obiettivo di far adeguata promozione e di interagire con i rispettivi visitatori grazie ad una speciale ed articolata piattaforma informatica (la prima ad essere collegata ad Expo 2015), fruibile tramite un’apposita applicazione per gli smarphone e ricchissima di informazioni turistiche. Nell’occasione gli uffici di informazione turistica sono stati dotati di un tablet ciascuno, apparati che saranno a disposizione dell’utenza.

“La ricaduta diretta e sull’indotto delle cinque principali stazioni sciistiche della Regione Piemonte, da sole, valgono tra i 504 e 725 milioni di euro – ha subito sottolineato Paolo Bongioanni, direttore dell’Atl del Cuneese -. Due di queste stazioni si trovano in Provincia di Cuneo: la Riserva Bianca di Limone Piemonte e il comprensorio del Mondolè Ski”. Prima della passerella delle singole stazioni, sono intervenuti anche Gianni Vercellotti (presidente dell’Atl del Cuneese), Emiliano Cardia (responsabile della segreteria dell’assessorato al turismo della Regione Piemonte, in rappresentanza dell’assessore Alberto Cirio), Pietro Blengini (assessore al turismo della Provincia di Cuneo) e Bruno Vallepiano (presidente di Cuneo Neve, Confindustria). I quali hanno confermato il loro sostegno al “sistema neve”, comparto fondamentale per l’economia di questo territorio, anche in virtù dei tantissimi posti di lavoro che si generano direttamente e attraverso l’indotto. Voce è stata data anche ad alcuni sindaci, i quali hanno sottolineato la grande passione con cui si vive l’inverno nelle valli e sulle montagne del Cuneese, ma anche i problemi di carattere economico, di non semplice risoluzione.

Quella delle stazioni della Granda è comunque un’offerta molto variegata ed in grado di soddisfare tutte le esigenze. Con prezzi praticamente identici al passato o con aumenti minimi.

La Riserva Bianca di Limone Piemonte ed il Mondolé Ski (Prato Nevoso, Artesina e Frabosa Soprana), con rispettivamente 80 e 120 km di piste, sono i due “colossi” della Granda. Limone, che quest’anno ha nell’azzurro Max Blardone il proprio testimonial (appuntamento con il Gigantissimo il 30 marzo), tra le varie novità, offrirà a tutti, su una delle piste più conosciute, la possibilità di disputare una manche cronometrata di gigante. Tanto divertimento per gli appassionati nelle località del Mondolè: decine e decine gli eventi e le occasioni di divertimento, dall’open season di Prato Nevoso (7 dicembre con Fabri Fibra ed i comici di Colorado) al raduno delle Mascotte di Artesina, passando per le tre feste di Capodanno. Nei due comprensori Il prezzo del giornaliero supera i 30 euro, ma numerosi sono gli sconti e le promozioni, soprattutto per i periodi di “bassa stagione” e nei feriali.

Skipass a prezzi decisamente più contenuti nelle altre stazioni.

Tra le novità più interessanti della stagione 2013-2014 c’è quella della nuova e frizzante gestione di Lurisia Terme (www.skilurisia.com). Tanti sciatori del ponente ligure sono attesi anche a Garessio 2000, con un nuovo snow park, ed a San Giacomo di Roburent (pronta a festeggiare i 50 anni del suo sci club) che presenta nuovi percorsi per ciaspole e nordic walking. Accoglienza e clima familiare anche a Viola St. Grée, Argentera (stazione a completa gestione comunale), Pontechianale, Sampeyre, Rucaski-Bagnolo Piemonte e Crissolo. Praticamente al confine con le province di Imperia e Savona è Cantarana (Ormea), ideale per gli amanti dello sci di fondo. Disciplina che si può praticare anche a Upega-Briga Alta (apertura nei fine settimana), Entracque, Chiusa Pesio, Vernante, in Valle Stura, in Valle Maira ed a Castelmagno.

Non ci sono impianti di risalita funzionanti, ma non mancano le idee (cene in baita con trasporto assicurato dal gatto delle nevi, escursioni con racchette e snow walking, sci alpinismo e così via) a Pian Munè di Paesana.

Comune denominatore per tutte le stazioni è il valore aggiunto dato dalla gastronomia e dalle tipicità di un territorio sulla cui neve si può davvero sciare… con gusto.

Per approfondimenti: http://www.cuneoholiday.com/atl-informa/tutte-le-notizie/dettaglio-notizia/article/piste-aperte-nel-cuneese-parola-dordine-sciare/

Servizio e foto di Dario Barbieri

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!