Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Tutti all’ascolto de “Il Re del Gancio”, striscia quotidiana, unica, creata e condotta da Giancarlo Passarella con intramontabili successi di ieri e oggi

Tutti all’ascolto de “Il Re del Gancio”, striscia quotidiana, unica, creata e condotta da Giancarlo Passarella con intramontabili successi di ieri e oggi

Firenze. “Le piccole radio non devono chiudere: noi le aiutiamo con Il Re del Gancio”. Lo dice Giancarlo Passarella autore e conduttore di questo format radio, striscia quotidiana di circa dieci minuti spedita gratis alle emittenti che vogliono essere diverse dai network.

“Alla situazione sociale, economica e comunicativa in cui vivono le piccole radio italiane, sono da aggiungere le difficoltà dei giovani artisti, specialmente quelli rock: i grossi network non li programmano e per questo bisogna che queste piccole radio non devono chiudere”. Lo dice Giancarlo Passarella, con cui siamo ben d’accordo. Da diversi anni lo conosciamo per la sua professionalità non solo come ideatore e conduttore di questo format e di altri programmi radio-tv,  ma anche come giornalista musicale, presentatore, scrittore e, tanto altro ancora.

In passato, fra l’altro, ha curato anche l’ufficio stampa per tanti noti artisti (Vasco Rossi, Guccini, Toto, Sting, Deep Purple, Eugenio Finardi, Simple Minds, Dire Straits,…. E’ certamente uno di quei personaggi senza i quali la musica underground in Italia non sarebbe la stessa e probabilmente non solo quella uderground.

E’ anche autore di libri e tra questi, anche se ne abbiamo parlato più volte, vogliamo ricordare “Dolore No-te”, Romano Editore (libro che ha scritto a favore dell’Associazione “Vincere il Dolore Onlus”).

In questo volume ha raccolto interviste fatte a musicisti e operatori del settore che hanno avuto esperienze dolorose. Gli utili derivanti dalla vendita di questo libro, vanno automaticamente all’Onlus “Vincere il dolore”. Per saperne di più e riceverlo a casa vostra, potete contattare il numero verde 800 960 144.

Ricordiamo che, storicamente, Passarella è stato il primo talent scout radiofonico (nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno programmava brani tratti da demo su cassetta, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Grandi…). E vi sembra poco? Adesso passiamo al format per il quale riceve meritati complimenti anche dall’estero.

Lunedì 16 ottobre

Primo artista: Alexia, cantautrice, compositrice e arrangiatrice.

Il suo esordio discografico risale a quasi 20 anni fa: da allora ha venduto 5 milioni di dischi in tutto il mondo, conquistando 8 dischi d’oro e 2 di platino. Complimenti dunque alla raffinata interprete ligure Alexia, pseudonimo di Alessia Aquilani, cantante e compositrice il cui repertorio varia da popdancesoulbluesrock. Nel 2003 con la canzone “Per dire No” partecipa alla 53ma edizione del Festival di Sanremo e si classifica prima davanti a “7000 caffè” di Alex Britti e a “Tutto quello che un uomo” di Sergio Cammariere. Alexia ha incluso il brano nel CD “Il cuore a modo mio”. A Sanremo ha partecipato anche nel 2002 con Dimmi come(2º posto), nel 2005 conDa grande (2º posto “Categoria Donne” e finalista nella classifica generale) e nel 2009 con Biancaneve” (finalista). Ha inciso 15 album (tredici in studio e due raccolte). Ultimo album “Quell’altra” (2017) dal quale sono stati tratti i singoli “Beata gioventù” (presentato anche al Wind Summer Festival di Roma) e “La cura per me”, canzone scelta come inno del Gay Pride 2017 tenutosi a Milano.

Secondo artista: The Carving, gruppo musicale barese.

Gruppo barese formato da quattro elementi (Alessandro Covella, voce e chitarra; Nicola Donvito, basso; Donato Bellacicco, chitarra, Cesare Montrone, batteria) che filtrava la new wave anni ’80 in ricerca di suoni e forme interpretative personali. Nel novembre 2005 ebbe a registrare un omonimo demo con tre brani, loro biglietto da visita. Passarella ci fa ascoltare il brano “Just tonight”.

Martedì 17 ottobre

Primo artista: Tom Petty & The Heartbreakers, gruppo rock statunitense

Tom Petty, chitarrista, cantante e compositore, aveva iniziato la sua attività artistica nel 1976. Dopo aver fatto parte di alcune band come The Sundowners, The Epics, e Mudcrutch iniziò la sua carriera discografica come Tom Petty & the Heartbreakers nel 1976 con l’album omonimo di debutto. L’artista è morto lo scoro 2 ottobre all’età di quasi 67 anni. 24 gli album pubblicati (tre da solista).

Secondo artista: Patchanka Soledada, band lucana

Insieme dal 2001 a ritmo di reggae, ska e rocksteady con particolare attenzione alle atmosfere black and soul per un sound unico ed elegante. Musica e divertimento, melodia, vibrazioni e riflessioni. Gli elementi sono di Potenza e di Matera. Nel 2007 è uscito l’album “S/t”

Mercoledì 18 ottobre

Primo artista: John Cougar Mellecampmusicista, cantante e compositore statunitense

L’artista, nato il 7 ottobre 1951 con una forma lieve di spina bifida, ebbe una giovinezza con qualche problema con la legge. Conosciuto inizialmente con i nomi d’arte di Johnny Cougar e John Cougar, John Cougar Mellencamp ha venduto nella sua carriera oltre 40 milioni di dischi ed è stato nominato a 13 Grammy Awards, vincendone uno. Ha inciso 29 album (ventitrè in studio, due live e quattro raccolte).

Secondo artista: Bandabardò, gruppo rock e folk

Gruppo fiorentino di rockfolk principalmente acustico formatosi nel 1993, il cui nome è un omaggio a Brigitte Bardot. Il gruppo, che esegue concerti in cui non si deve apparire, ma divertire, è stato definito “Il più scatenato, appassionato, roboante e colorato gruppo folk italiano in attività”. Dopo 3 anni di pausa, nel ventunesimo anno dalla nascita del gruppo, è uscito (2014) l’album del gruppo intitolato “L’improbabile”, il primo album della loro storia realizzato per una major, la Warner Music Group. Il primo singolo è “E allora il cuore”, cui ha partecipato la guest-star Alessandra Contini, cantante-bassista de Il Genio. La band ha realizzato la colonna sonora del film “L’Universale”, di Federico Micali (nelle sale dall’aprile del 2016). Questa la formazione: Erriquez –  Enrico Greppi (vocechitarraarmonicatastierepianoforte), Finaz – Alessandro Finazzo  (vocechitarra acusticasemiacusticamandolino), Donbachi – Marco Bachi (basso, contrabbasso), Orla – Andrea Orlandini (chitarra, tastiere), Nuto – Alessandro Nutini (batteria), Ramon – Jose Ramon Caravallo Armas (percussionitromba), Pacio – Federico Pacini (tastiere), Cantax – Carlo Cantini (fonico). In totale ha inciso 14 album (11 in studio, 2 dal vivo e una raccolta).

Giovedì 19 ottobre

Primo artista: Lou Reed, cantautore, chitarrista e poeta statunitense.

Una delle sue più celebri canzoni è “Walk on the wild side”, che Passarella propone in una rara ed ammaliante registrazione dal vivo. Forse in prima fila c’era Laurie Anderson, allora sua neo sposa. Lou Reed ci ha lasciato il 23 ottobre 2013. L’ultimo suo album dal vivo (“Berlin: Live at St. Ann’s Warehouse”) l’aveva inciso nel 2008.

Secondo artista: Eridana, band hard rock romana.

Un mainstream rock dalle forti tematiche, perché in “Eremo” il senso di isolamento di un eremita può essere voluto da una società che non ti capisce e ti emargina: nel 2015 hanno pubblicato “It decay”. Band composta da Emanuele Bartoli alla chitarra e voce, Francesco Garrone alla batteria, Alessandro De Berti al basso.

Venerdì 20 ottobre

Primo artista: Pearl Jam, gruppo grunge/alternative rock statunitense.

Oggi Giancarlo Passarella inizia il programma presentandoci la canzone live “Jeremy” (dall’album di debutto “Ten” e pubblicata come uno dei primi singoli) che divenne una delle loro canzoni più famose (nel 1993 ricevette la nomination ai Grammy). Il gruppo, che ha venduto oltre 60 milioni di dischi, raccoglie ancora oggi consensi di critica e di pubblico, continuando a influenzare numerosi gruppi rock contemporanei. Ha pubblicato 10 album in studio, 5 dal vivo, 3 raccolte e 36 singoli.

Secondo artista: Spasulati Band, band reggae pachanka in italo/arbereshe calabrese

Nati nel 1996, parlano l’albanese arcaico che identifica la minoranza linguistica più numerosa d’Italia. Vengono da S. Sofia d’Epiro e alcuni anni fa hanno offerto in download gratuito una compilation sui loro primi 15 anni d’attività. Hanno suonato in Austria, Belgio, Germania, Inghilterra, Svezia, Svizzera, Albania. Rai Educational gli ha dedicato un documentario. Da segnalare anche il film documentario di Salvo Cuccia Rock Arbereshe che ha fatto il giro di numerosi festival cinedocumentari. Componenti: voce/basso il Zalles; chitarra/voce Interloxur; batteria Bestiani; tastiere Gjisa sound selecter; sax tenore Pizzuti; tromba Garibaldi; tromba Rullo.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto The Carving, Patchanka Soledada, Bandabardò, Eridana e Spasulati Band nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella negli studi di Canale 10 con ospiti i Bandabardò; copertina album “Volare in tour” dei Patchanka Soledada; l’artista Tom Petty scomparso il 2 ottobre 2017.
(Nino Bellinvia)





Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!