Home » NEWS FUORI REGIONE » Tuglie/Lecce. Da oggi, 25 aprile, al 1 maggio la “Settimana dei diritti”

Tuglie/Lecce. Da oggi, 25 aprile, al 1 maggio la “Settimana dei diritti”

Tuglie. Inizia la “Settimana dei diritti”, organizzata dal Comitato 1° Maggio Tugliese e Circolo ARCI Tuglie, con il patrocinio di CGIL e Comune di Tuglie. Ecco il programma della “Settimana dei diritti”.

Primo appuntamento, oggi, 25 aprile, presso la Biblioteca Comunale con la presentazione del libro di Pati Luceri “Partigiani Antifascisti e Deportati di Lecce e Provincia”. La data di oggi è stata scelta in ricorrenza del 68° anniversario della Liberazione dall’occupazione nazista e dalla dittatura fascista.

La Festa della Liberazione è una data importante per l’Italia perché è memoria della fine di un periodo in cui il Paese conobbe la dittatura, la guerra e le leggi razziali e l’inizio di un altro che portò alla nascita della Repubblica.

Con questo appuntamento si vuole porre l’attenzione sul sacrificio di tanti salentini che presero parte alla guerra di Liberazione.

Infatti l’opera di Luceri, giunta già alla seconda edizione, è una ricerca storica svolta in tutti gli archivi d’Italia tesa ad evidenziare la partecipazione di nostri conterranei nella Resistenza al regime fascista e all’occupazione nazista.

Il libro offre lo spunto alla riflessione su cosa rappresentò e su come fu vissuta la Resistenza nel meridione. Inoltre lo studio di Luceri non è solo ricordo e testimonianza di quanti combatterono, soffrirono e morirono ma rappresenta un punto di partenza per capire quanto siano attuali oggi i valori della lotta partigiana.

L’incontro è introdotto da Anna Caputo, Presidente Provinciale ARCI. Intervengono Aldo D’Antico (Archivio Storico Parabitano), Maurizio Nocera (AMPI – Lecce), Pati Luceri (autore del libro) e Roberto Vantaggiato con musiche e canti sulla resistenza.

Lo stesso libro sarà presentato domani presso la Biblioteca Universal di Maglie.

Sabato, 27 aprile (ore 20.00) presso il Frantoio Ipogeo, si parlerà del “Dizionario Gramsciano 1926 – 1937” – L’attualità del pensiero di Gramsciano- (Editore Carocci). Curatori del libro il prof. professore Pasquale Vozza, Ordinario di letteratura italiana presso l’Università di Bari ed il giornalista storico Enzo Ligori. A presentare il volume gli stessi autori e l’operatore culturale Michele Bovino. Interventi musicali del cantautore Daniele Ronda. Ecco brevissimamente quanto viene descritto in questo volume di 918 pagine.

Nei suoi ultimi dieci anni, Antonio Gramsci riflette in carcere sulla sconfitta del movimento comunista e sul fallimento della rivoluzione in Occidente. Rielabora le domande di fondo della sua precedente azione politica, ripensa le risposte date e le esperienze vissute. Formula un vero e proprio lessico per esprimere la sua teoria politica e un intero mondo di concetti destinati a influenzare i più diversi campi del sapere. È un linguaggio che inventa spesso parole nuove, o che reinventa parole vecchie arricchendole di significati diversi: americanismo e fordismo, brescianesimo, egemonia, filosofia della praxis, molecolare, nazionale-popolare, Oriente-Occidente, rivoluzione passiva, Stato integrale, volontà collettiva, moderno Principe e tante altre. Scritto da studiose e studiosi di nazionalità, culture, e competenze diverse, il “Dizionario gramsciano 1926-1937″ ricostruisce il significato delle parole e dei concetti presenti nei “Quaderni del carcere” e nelle “Lettere dal carcere”, coniugando rigore scientifico e chiarezza divulgativa, e si propone di accompagnare con le sue oltre 600 voci la scoperta del pensatore italiano moderno oggi più conosciuto nel mondo.

Lunedì 29 aprile, un nuovo appuntamento presso la Biblioteca Comunale (inizio ore 20.00) per parlare di Lavoro Legalità Diritti con la presentazione del libro di Yvan Sagnet “Ama il tuo sogno” – Vita e rivolta nella terra dell’oro rosso (Editore Fandango Libri). Yvan Sagnet arriva dal Camerun in Italia nel 2007. È innamorato dell’eccellenza italiana, l’arte, la moda, il design. La scintilla scocca a cinque anni, ci sono i mondiali italiani del 1990 e il Camerun è la sorpresa della competizione. Yvan studia la nostra lingua, si appassiona alla storia e alla politica, prende l’idoneità linguistica, vince una borsa di studio e si iscrive al Politecnico di Torino. Ma la vita in Italia non è semplice, Yvan fa mille lavori per pagarsi gli studi, dal cassiere allo steward nello stadio Olimpico. Durante l’estate del 2011 raggiungerà Nardo in Puglia per la raccolta del pomodoro. Sembra un lavoro come gli altri, ma non è così. Yvan scopre il lato oscuro dell’Italia. Sfruttamento, schiavitù, violenza. E il mondo dei caporali che confiscano ai braccianti i documenti originali, li ricattano, li fanno lavorare sino a sedici ore al giorno sotto il sole e senza una paga adeguata. Quando chiedono di intensificare la produzione senza corrispettivo, Yvan e gli altri braccianti si ribellano. Decine di africani di diverse nazionalità si uniscono nonostante le differenze di lingua e cultura, organizzano un grande sciopero che rende note all’opinione pubblica le condizioni di centinaia di lavoratori sfruttati senza pietà. In “Ama il tuo sogno” Yvan Sagnet racconta la rivolta per i propri diritti, la coraggiosa sete di verità, la coscienza e il valore della parola dignità.

Intervengono l’autore del libro, Ivan Sognet, il Segretario Provinciale CGIL Antonella Cazzato e Alessandro Langiu dell’Associazione “Casa Di Vittorio”. Introduce Valerio Pisanello della CGIL di Tuglie, Conduce Paolo Paticchio. Interventi musicali di Alessandro Vigna (Liberi) e la sua band (presenteranno brani dei Nomadi, Guccini, De Andrè).

Infine il 1 maggio nel Parco Comunale (dalle ore 16.30 alle ore 24.00) concerti, cineforum e incontri. Nella stessa giornata, a partire dalle ore 10.00 si disputerà anche un Torneo Amatoriale di Volley.

Per informazioni: Biblioteca Comunale di Tuglie. E-mail: bibliotecamica@comune.tuglie.le.it

Nelle foto le copertine dei tre libri di cui si parlerà: “Partigiani Antifascisti e Deportati di Lecce e Provincia”; “Dizionario Gramsciano 1926 – 1937” e “Ama il tuo sogno”.

(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!