Home » NEWS FUORI REGIONE » Trionfo oltreoceano per il clarinettista Antonio Tinelli e per il compositore, pianista e direttore d’orchestra Angelo Inglese

Trionfo oltreoceano per il clarinettista Antonio Tinelli e per il compositore, pianista e direttore d’orchestra Angelo Inglese

Caracas. Un grande trionfo conseguito oltreoceano dai due artisti Antonio Tinelli (clarinettista) e Angelo Inglese (compositore, pianista e direttore d’orchestra) che hanno debuttato al Festival Latinoamericano di Musica diretto da Alfredo Rugeles e al Centro Italiano-Venezolano di Caracas in Venezuela. Il 22 maggio nella sala José Felix Ribas, dello storico Teatro Teresa Carreño di Caracas, Antonio Tinelli in veste di clarinetto solista e Angelo Inglese in qualità di direttore d’orchestra, hanno eseguito lo “Scherzo Fantastico”, composto dallo stesso Angelo Inglese e dedicato ad Antonio Tinelli, con l’Orchestra Sinfonica del Venezuela, patrimonio artistico e culturale della nazione venezuelana. L’esecuzione è stata esemplare ed ha ricevuto il plauso unanime da parte della stessa orchestra. Fascino, suggestione sonora, ricercatezza timbrico-dinamica ed estrema espressività hanno caratterizzato l’interpretazione del solista e del direttore d’orchestra, seducendo così il numerosissimo pubblico che ha ringraziato gli artisti con calorosissimi applausi. La prima esecuzione assoluta in sud America di questa straordinaria e affascinante composizione contemporanea è stata proposta in un Festival internazionale di grande prestigio che nel passato ha visto la partecipazione di esponenti musicali che hanno segnato la storia della musica internazionale quali Heitor Villa-Lobos, José Antonio Abreu e Vincente Emilio Sojo. La stampa venezuelana ha seguito con grande interesse l’evento trasmettendolo tra l’altro in diretta televisiva. Tra i sostenitori della manifestazione figura anche la nota “Fundación del Estado para el Sistema Nacional de las Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela” fondata da Abreu e che ha coinvolto i più grandi direttori d’orchestra quali Claudio Abbado e Simon Rattle avviando alla carriera internazionale Gustavo Dudamel. Il 24 maggio il Duo Antonio Tinelli (clarinetto) – Angelo Inglese (pianoforte) ha tenuto un altro concerto, ma questa volta in forma cameristica, nel “Salon Italia” del Centro Italiano-Venezolano di Caracas, da sempre fondamentale punto di riferimento per la numerosissima comunità italiana presente nella capitale venezuelana. Nell’occasione gli artisti hanno presentato un programma accattivante proponendo in apertura la nota Sonata di Francis Poulenc, seguita da due fantasie d’opera su “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini e “Rigoletto” di G. Verdi. La seconda parte del concerto ha visto l’esecuzione della Rapsodia di A. Grgin, la Ninna Nanna del famoso jazzista italiano Hengel Gualdi, Shalom-Alekem di B. Kovacs e il Blues, sul tema di “Un Americano a Parigi” di G. Gershwin, elaborato da M. Mangani. Il Duo, applauditissimo per le magistrali interpretazioni, ha omaggiato il pubblico con il bis “E lucevan le stelle” dalla Tosca di G. Puccini. Un’altra straordinaria affermazione internazionale per i due artisti che rientrano nel progetto “New Music from Apulia Italy” promosso da Puglia Sounds Export – PO FESR 2007/2013, Asse IV – Investiamo nel vostro futuro.

Per conoscere meglio i due artisti, riportiamo qui di seguito le loro biografie.

Antonio Tinelli. Nasce in Svizzera nel 1967 dove intraprende gli studi musicali. Dopo il diploma conseguito a pieni voti al Conservatorio di Musica di Monopoli con Angelo Clemente, si perfeziona presso Accademie Internazionali in Germania, Francia e Italia e ottiene con il massimo dei voti il Diploma di Alto Perfezionamento all’Accademia Superiore Internazionale di Pescara in clarinetto e musica da camera sotto la guida di Romeo Tudorache. È vincitore di oltre trenta premi nei principali concorsi, tra cui quelli nazionali di Genova, Segni (Roma, “A. Ponchielli” di Cremona, “G. Puccini” di Camerota (Sa, “Premio Lucus” di Potenza, “F. Cilea” di Palmi e quelli internazionali di Stresa, FMEM di Ginevra, “Il clarinetto nel ’900″ di Perugia,  di Pinerolo (To), “Città di Pavia”, “Riviera del Conero” di Ancona, “Città di Gubbio”, di Esecuzione Musicale di Caltanissetta e di Musica da Camera di Trapani.

L’attività artistica annovera centinaia di concerti in Italia, Ungheria, Germania, Albania, Francia, Romania, Spagna, Emirati Arabi, Repubblica Ceca e Cina per istituzioni di rilievo tra le quali: Accademia Filarmonica di Bologna, Camerata Musicale Barese, Società Italiana della Musica e del Teatro di Chieti, Teatro Diana di Napoli, Fundaciòn El Monte di Siviglia (Spagna), Teatro Fraschini di Pavia, Accademia Filarmonica di Messina, Accademia Musicale Pescarese, Festival Bennewitze di Ceska Trebova e Conservatorio di Praga (Repubblica Ceca), Lyceum di Catania, Teatro Ariston di Trapani, Accademia delle Arti di Tirana e Butrint Festival (Albania), Festival Internazionale di Macau (Cina), Ente Manifestazioni Pescaresi, Ateneo Musica Basilicata, Camerata Musicale Salentina, Sala Rodi di Cremona, Abu Dhabi National Theater (UAE), Festival Musicale d’Autunno di Pinerolo, Società dei Concerti di Ravello, GAMO di Firenze, Kulturfestival di Varese, Incontri Europei di Bergamo. Da solista ha tenuto concerti con numerose orchestre, affrontando il repertorio più rappresentativo, tra le quali: Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, Kiev RTV Festival Orchestra, Orchestra Sinfonica di Pescara, Orchestra Filarmonica “George Enescu” di Bucarest, Orchestra del Teatro dell’Opera di Costanta e le Orchestre Filarmoniche di Stato di Oradea, Sibiu, Satu Mare, Bacau, Ploiesti, RM Vilcea, Craiova (Romania), Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra Milano Classica con la quale ha eseguito in prima assoluta mondiale il Concerto per clarinetto e orchestra da camera di Fabrizio Festa a lui dedicato. Nel Giugno 1992 è stato invitato dalla prestigiosa Orchestra della Radio di Berlino. Dal 1996 al 2001 ha sviluppato una frequente partecipazione ai concerti dell’Orchestra Internazionale d’Italia in qualità di 1° clarinetto oltre a collaborare nello stesso ruolo con numerose altre orchestra tra le quali l’Orchestra Lucana delle province di Matera e Potenza con la quale ha inciso il CD “Raffaele Gervasio – Carosello” per l’etichetta discografica Tactus. Ha registrato per varie emittenti quali: RAI (Italia), Deutsche Südwestfunk (Germania), RTV 1 Bucarest (Romania) quale invitato d’onore in una trasmissione nazionale, TV Dubai (U.A.E.), Radio Nazionale di Bucarest (Romania), News 24 e Hoha (Albania). Da solista ha inciso il CD “Clarinetto e Pianoforte nel ’900 Italiano” (musiche di N.Rota, R.Gervasio, R. Malipiero (prima incisione assoluta su CD) e M. Castelnuovo-Tedesco) prodotto e distribuito dalla Iktius di Milano e ripetutamente trasmesso dalla Radio Vaticana, il CD “Saverio Mercadante” contenente il Concerto per clarinetto e orchestra in Sib Mag. Op. 101 e il Concertone per flauto, clarinetto, corno e orchestra che è stato allegato alla rivista nazionale di settore Suonare News, nel 2006 è stato pubblicato il CD “Raffaele Gervasio – Chamber music for clarinet” e nel 2007 sono stati pubblicati i CD “Sergio Calligaris – Rigor y Pasiòn” e “Raffaele Gervasio – Rapsodia su Canti di Puglia” con musiche incise in prima assoluta mondiale prodotti dall’etichetta discografica DAD Records. Nel dicembre 2007 è stato pubblicato il CD ”Johannes Brahms” dalla prestigiosa etichetta Phoenix Classics distribuita in tutto il mondo dalla Ducale, contenente il repertorio più rappresentativo per clarinetto: le due Sonate op.120 n.1 e n.2 e il Trio op.114 per clarinetto, violoncello e pianoforte. E’ docente della cattedra di clarinetto, quale vincitore di concorso indetto dal M.P.I., al Conservatorio di Musica “E.R. Duni” di

Matera, docente incaricato per i corsi accademici di I e II livello, nonchè Visiting Professor all’Accademia delle Arti di Tirana. Di rilievo sono le collaborazioni artistiche con musicisti di rilievo internazionale quali: Karl Leister, Fabio Bidini, Pierluigi Camicia, Yuri

Gandelsman, Alessandro Perpich e Fabio Di Cásola. E’ direttore artistico di numerose organizzazioni musicali tra le quali figura il Concorso Internazionale di Clarinetto “Saverio Mercadante”.

Antonio Inglese. Compositore e direttore d’orchestra, terzo di una generazione di musicisti. Inizia gli studi di clarinetto, pianoforte e violino con il padre Giuseppe (clarinettista e compositore) nei suoi primi anni di vita entrando successivamente nel Conservatorio N. Piccinni di Bari.

Prosegue e termina gli studi di composizione e di direzione d’orchestra al Conservatoire Superieur de Musique de Parigi con Jacques Charpentier dove vince il 1° Prix (medaglia d’oro) con una Messa da Requiem per soli, coro, onde martenot e orchestra. Inizia così un’intensa attività di compositore vincendo vari concorsi internazionali tra cui il 2 Agosto di Bologna, dove riceve una dichiarazione ufficiale da Ennio Morricone come migliore composizione del concorso, e ricevendo commissioni da diverse istituzioni orchestrali e concertistiche tra cui l’Orchestra Filarmonica Svetlanov di Mosca; il Festival della valle d’Itria; il Centro Mondiale della poesia G. Leopardi; la Reale Accademia Filarmonica di Bologna. Compone musica di vario genere dal cameristico al sinfonico ed operistico.

Tra le sue ultime composizioni più rappresentative: Recuerdo de un olvido poema sinfonico per mezzosoprano, baritono e orchestra su testi di Luis Cernuda; Sinfonia n° 1 Hymne à la Beauté ispirata a Les fleurs du mal di Charles Baudelaire composta per celebrare gli 80 anni dell’Orchestra Sinfonica del Venezuela; Ma la gloria non vedo visione sinfonica per voce recitante e orchestra, lavoro commissionato dal Comune di Bologna per le celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia ed eseguito dall’Orchestra del Teatro comunale di Bologna; Trittico michelangiolesco per voce, violino e flauto su tre rime di Michelangelo Buonarroti.

Ha diretto varie orchestre italiane ed estere tra cui l’Orchestra Internazionale d’Italia; l’Orchestra Regionale di Roma e del Lazio; l’Orchestra Sinfonica di Livorno; l’Orchestra Sinfonica di Messina; l’Orchestra Sinfonietta di Parigi; l’Orchestra d’archi dell’Academy of St. Martin in the Fields; l’Orchestra Symphonique de Moulhouse (Opéra du Rhin); l’Orchestra Nazionale di Seoul; la University Orchestra of Pussan (Corea del Sud); l’Orchestra Filarmonica Statale Ucraina; l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Izmir (Turchia); l’Orchestra Sinfonica del Venezuela della quale è direttore stabile invitato; l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia; l’Orchestra Sinfonica della Romania; l’Orchestra filarmonica della Macedonia. Ha collaborato con grandi nomi del panorama musicale mondiale come Renata Scotto, Raina Kabaivanska, Giuseppe Taddei, Piero Cappuccilli, Ghena Dimitrova, Fedora Barbieri, Luis Alva, Daniel Oren, Myung-Whun Chung, Donato Renzetti, Robert Shaw, Gary Bertini, Valery Gergiev.

Ha curato varie edizioni critiche di opere liriche e sinfoniche tra cui la Medée di Luigi Cherubini incisa su CD in prima mondiale da NUOVA ERA nella versione francese e la Symphonie Fantastique di Hector Berlioz per l’Orchestra Filarmonica Svetlanov di Mosca.

Come direttore d’orchestra possiede un vasto repertorio operistico e sinfonico.

Per informazioni: Prof. Antonio Tinelli. Tel: +39 334 76 66 863. E-mail: antotine@libero.it,; info@antoniotinelli.com

Nelle foto l’Orchestra Sinfonica del Venezuela con Antonio Tinelli (solista) e Angelo Inglese (direttore); concerto dei due artisti al Centro Italiano-Venezolano.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!