Home » NEWS FUORI REGIONE » Terzo film del “Movimento per la Divulgazione Culturale” di Barcellona Pozzo di Gotto. Titolo “Un estremo atto di giustizia”. Autore e regista Giuseppe Messina

Terzo film del “Movimento per la Divulgazione Culturale” di Barcellona Pozzo di Gotto. Titolo “Un estremo atto di giustizia”. Autore e regista Giuseppe Messina

Barcellona Pozzo di Gotto. Il “Movimento per la Divulgazione Culturale”, Associazione Culturale dal 1981 nella vita della città di Barcellona Pozzo di Gotto, ha realizzato un nuovo film con la collaborazione dell’Associazione Culturale “FilicusArte” che ha sede a Milazzo (le riprese sono terminate lo scorso 22 luglio).

Il film, titolo “Un estremo atto di giustizia”, nasce con lo stesso spirito educativo dei precedenti (“L’uomo che ritrovo se stesso” nel 2006 e “Socrate non può morire – Un atto estremo contro il potere mafioso” nel 2011) particolarmente indirizzato ai giovani e maggiormente interpretato proprio da giovani, quasi tutti alla prima esperienza cinematografica. Per l’occasione Giuseppe Messina, fondatore nel 1981 dell’Associazione Culturale “Movimento per la Divulgazione Culturale” nella città di Barcellona Pozzo di Gotto, si è avvalso dell’esperienza (è al suo cinquantacinquesimo anno di attività) del noto attore professionista, anche regista, Nico Zancle, uno dei più brillanti allievi di Luchino Visconti.

L’attore si è prestato amichevolmente a interpretare una parte difficile del film, come del potente boss mafioso don Antonio Boria che tutto decide e tutto può. Giuseppe Messina rivolge un doveroso ringraziamento a lui, ma anche a tutti gli altri attori e in particolare al maestro Alessandro Monteleone, protagonista del film nelle vesti di un famoso maestro di chitarra che, senza badare al rischio in cui va in contro. Decide, infatti, di ritirarsi in Sicilia e aprire una scuola di musica nel tentativo di togliere tanti ragazzi dalla strada e quindi dalle grinfie della mafia che fa proselitismo tra i giovani per opera di un ambiguo e pericoloso individuo, Pasquale Rumba (il ruolo è interpretato da Vittorio Basile), con il potere di plagiare gli animi indifesi. Messina ringrazia altresì il maestro violinista Giuseppe Fabio Lisanti (interpreta proprio il ruolo di maestro di violino), amico del chitarrista con il quale, come ai vecchi tempi, riprende l’attività di concertista e con il quale condivide l’onere di docenza nella scuola di musica. Tutti gli attori, anche i giovanissimi, hanno interpretato in maniera egregia la pare loro assegnata dal regista, Giuseppe Messina, meritandosi i complimenti, e l’applauso di quanti hanno visto in anteprima il film.

La prima proiezione ufficiale sarà in occasione della ventesima edizione de “I giorni della Divulgazione Culturale” (20 e 21 agosto) proprio nell’ambito del 35° anniversario della fondazione del “Movimento per la Divulgazione Culturale” che sarà anche ricordato da un annullo filatelico. Il film di circa i novanta minuti, in cui non manca l’effetto suspense, scorre piacevolmente ponendo l’accento, tra l’altro, l’ansia e il tormento dell’anziano padre del chitarrista, il filosofo Giulio Giusto, contrariato dal fatto che il figlio, del quale conosce bene il carattere d’intraprendente e altruista, sia ritornato nel paesino infestato dalla mafia. “Un film con un finale (come dice lo stesso regista Giuseppe Messina) a estrema sorpresa forse più del precedente “Socrate non può morire – Un atto estremo contro il potere mafioso”.

Certamente, come tutti prevedono, sarà un nuovo successo del “magico” Giuseppe Messina, poliedrico artista dalla vulcanica vitalità e creatività e non solo come autore, produttore, regista, cameraman e autore della colonna sonora di questo e dei precedenti film, ma particolarmente (la sua attività artistica è cinquantennale) come pittore, scultore, scrittore, poeta,… Numerosi i riconoscimenti da lui ricevuti, tra cui la medaglia d’oro del Senato della Repubblica per la trilogia di poemi dedicati a Omero (“Odissea Ultimo atto”, “La leggenda di Omero” e “Stirpi di Atlantide”): la targa d’argento del Presidente della Repubblica per i suoi quarant’anni di attività artistica e culturale nel 2007; il “Premio alla Carriera” (2011 – Trofeo dell’Assemblea Regionale Siciliana).

Per informazioni: Giuseppe Messina. E-mail: messina.giusep@tiscali.it

Nel collage fotografico: Giuseppe Messina con il regista-attore Nico Zancle; Giuseppe Messina tra il violinista Giuseppe Fabio Lisanti e il chitarrista Alessandro Monteleone.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!