Home » NEWS FUORI REGIONE » Taranto, Italia. La politica industriale nel SUD alla prova della Green Economy. Conferenza Nazionale

Taranto, Italia. La politica industriale nel SUD alla prova della Green Economy. Conferenza Nazionale

Taranto. Sabato 1 dicembre 2012   nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città si terrà la conferenza nazionale “Taranto, Italia.La politica industriale nel SUD alla prova della Green Economy”.

I grandi poli industriali realizzati nel nostro paese nel Novecento sono da tempo in forte crisi occupazionale e ambientale. Servono politiche industriali lungimiranti per riparare i danni fatti e per innovare prodotti, processi e modelli produttivi al servizio del benessere di tutti. Politiche industriali che assumano i vincoli delle risorse naturali, rispettino la salute dei cittadini e dei lavoratori, valorizzino i territori e le comunità locali.

Legambiente sceglie di svolgere nella città di Taranto, attraversata da una crisi drammatica, questa conferenza nazionale per proporre la chiave ambientalista al superamento della crisi e aprire un confronto sulle politiche industriali utili per la città, per il Mezzogiorno e per tutto il nostro paese.

Le ragioni ambientali incontrano e sollecitano la buona economia, il buon lavoro e la buona politica industriale.

Questo il programma della giornata.

Ore 9,30 –  Registrazione partecipanti;  ore 10,00 – Inizio lavori con Lunetta Franco, Presidente Circolo Legambiente Taranto, e Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia

Seguiranno quindi gli interventi. Stefano Ciafani, Vicepresidente nazionale Legambiente, relazionerà su “Al capolinea del vecchio modello di sviluppo industriale. Opportunità, idee e strumenti per riparare i danni e ripartire”; Catia Bastioli, Amministratore delegato Novamont, parlerà su “Casi studio di bonifica e riconversione industriale -Il progetto Matrica. La riconversione del polo petrolchimico di Porto Torres”.

Interverrà quindi Federico Zacaglioni, Responsabile Sviluppo Italeaf SpA – Gruppo T.E.R.N.I. Research, su “Il progetto Fabbrica e natura: recupero del sito industriale di Narni-Nera Montoro”

Su “Le prospettive: la Green Economy nel Sud” interverrà Duccio Bianchi  dell’ Istituto di ricerche Ambiente Italia.

“Politiche industriali e nuovi settori per la ripresa dello sviluppo del Sud” è il tema che affronterà Grazia Servidio, esperta di politiche industriali nel Mezzogiorno, Svimez, mentre lavv. Sergio Prete, Presidente Autorità Portuale di Taranto, affronterà il tema “Porti e strutture retroportuali per guardare al Mediterraneo”.

Alle ore 12,00 Tavola Rotonda su “Politiche, strumenti, risorse, contesti per favorire politiche industriali green nel Mezzogiorno”. Ne discutono: Domenico Fontana (Architetto, Presidente Legambiente Sicilia), Elena Lattuada (Responsabile politiche industriali Segreteria nazionale Cgil), Giusi Nicolini (Sindaco di Lampedusa), Vito Pertosa (Founder  Angelo Investments e Presidente MerMec Group, Monopoli), Ippazio Stefàno (Sindaco città di Taranto) e Giovanni Valentini  (Giornalista, scrittore). Coordina Domenico Palmiotti, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno.

Intervento conclusivo (ore 14.00) di Vittorio Cogliati Dezza, Presidente nazionale Legambiente.

In serata, alle ore 21.30, Concerto degli Area – International POPular Group, presso il Teatro TaTà in Via Grazia Deledda. Taranto.

Per informazioni:Legambiente Taranto  e-mail: legambiente.taranto@legambiente.it -  sito web: www.legambientetaranto.eu

Nella foto il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!