Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Successi di giovani e big nella nuova puntata del format radio “Il Re de Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella. Da ascoltare

Successi di giovani e big nella nuova puntata del format radio “Il Re de Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella. Da ascoltare

Firenze. Continua con grande successo il format radio “Il Re del Gancio”, ideato e condotto da Giancarlo Passarella, giornalista musicale, conduttore di programmi radio-tv, presentatore, scrittore e, fra l’altro, direttore responsabile del quotidiano MusicalNews.com che è l’organo informativo dell’associazione Ululati dall’Underground, fan club & fanzine meeting of Italy, in cui i nostri lettori possono trovare aggiornatissime tutte le notizie che riguardano il panorama musicale (sito: http://www.musicalnews.com)

Anche questa settimana in questa striscia di dieci minuti, originale e propositiva di grande aiuto particolarmente per le piccole radio (sono oltre 110 le emittenti che lo trasmettono) ci propone giovani artisti e big italiani e stranieri. Giancarlo Passarella, come abbiamo detto altre volte, fa proprio servizio pubblico come la Rai. Non possiamo dimenticare che è stato il primo talent scout radiofonico. Basta ricordare che nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico, vi collaborava con la rubrica “Ululati dall’Underground”. Assieme a lui, come conduttori c’erano Luca De Gennaro, Serena Dandini, Eleonora Mensi e Rupert Bottaro. Il responsabile della rete era Eodele Belisario e Marina Mancini regista.

Tra gli artisti che Giancarlo ha mandato in onda (e che erano sconosciuti al grande pubblico) c’erano i Rats, i Goppions (alla voce Irene Grandi allora 17enne), i Fleurs du Mal, i Crazy Mama & gli E.S.P. (con membri dei futuri Bandabardò) e gli OraZero, dove cantava Ligabue. E proprio a Ligabue nel 2013, come scrittore Giancarlo Passarella ha dedicato (Editore Arcana) “Con questa faccia qui – Le canzoni che hanno fatto la storia di Ligabue”, un libro sulle 30 migliori canzoni del Liga. Tra gli altri suoi libri da ricordare anche “Dolore No-te”, scritto a favore dell’associazione “Vincere il Dolore onlus”, stampato da Romano Editore, che contiene interviste rock a musicisti che hanno avuto esperienze dolorose). Inoltre Giancarlo è conosciuto anche come il Pippo Baudo del Rock per gli oltre 400 festival che ha presentato, compreso il più lungo in Italia, certificato dal Guinness dei Primati (Genova, Agosto 1988, 7 giorni di musica continuata con oltre 120 gruppi sul palco!).  Da ricordare che è sempre impegnato in workshop, eventi, tour, produzioni. Tra l’altro ha curato anche l’ufficio stampa per vari artisti, tra i quali Vasco Rossi, Guccini, Toto, Sting, Deep Purple, Eugenio Finardi, Simple Minds,… Sempre in primo piano a dare voce al nuovo che avanza. Maria Bazar, Lia Fail, Pat Boone, Piergiorgio Manuele, Dolores O’Riordan. Crysalys, Bono Vox, David Byrne e Titty Twisters sono gli artisti che ci presenta questa settimana facendoci ascoltare loro  importanti successi.


Lunedì 18 settembre

Primo artista: Matia Bazar, Pop, Synt pop.

Primo brano in scaletta è “Vacanze romane” di questo gruppo musicale di musica pop, con sperimentazioni rock, formatosi nel 1975 a Genova. Nel 1983 i Matia Bazar partecipano al Festival di Sanremo, vincendo il Premio della Critica. Il brano ottiene una straordinaria popolarità anticipando l’uscita di “Tango”, album dalle nuove sonorità elettroniche. “Matia Bazar 40th Anniversary Celebration” è il terzo album dal vivo dei Matia Bazar, pubblicato nel 2015 su 2 DVDCD dall’etichetta discografica Bazar Music/Universal Music Group. Ricordiamo che i Matia Bazar sono uno dei pochi gruppi italiani ad avere raggiunto successi a livello mondiale: Europa, Est Europeo, Paesi ex Unione Sovietica, Giappone, Latina America, Canada, U.S.A. Nel 2015 la morte del batterista Giancarlo Golzi. Il 2 febbraio 2016, la casa discografica del gruppo ha comunicato il termine della collaborazione con Silvia Mezzanotte, che era ripresa nel 2010. La formazione storica, fondatrice del gruppo, comprendeva Antonella Ruggiero (voce), Carlo Marrale (chitarra), Aldo Stellita (basso), Piero Cassano (tastiere). Oggi la formazione è guidata da Fabio Perversi (tastiere, synth, violino).

Secondo artista: Lia Fail, band bolognese.

Il brano che ci fa ascoltare Passarella, “Leipzig” (Lipsia, tanto per essere precisi!), è stato tratto dall’omonimo cd-ep del 2007.  La band presenta un sound a metà tra i Death In June e gli Steeleye Span, non trascurando il dark teutonico, ma anche il gothic, senza però cadere nel metal. L’album “Cynical Stones”, uscito nel 2012, ha avuto buone recensioni da parte delle più famose riviste musicali italiane (Rockerilla, Rumore, Ritual, Blow Up); le canzoni sono parte della colonna sonora della serie web italiana “Run Away series”.

Martedì 19 settembre

Primo artista: Pat Boone, cantante-attore.

Il nome dell’artista all’anagrafe è Charles Eugene Boone. Siamo nel 1962 e viene pubblicato il brano “Speedy Gonzales”, un twist si classifica tra i primi 100 nella versione italiana: c’erano anche le versioni di Remo Germani, Peppino Di Capri, Johnny Dorelli … Questo singolo raggiunse la prima posizione in Germania per 18 settimane, in Italia per sette settimane, in Olanda per quattro settimane e in Norvegia per sei settimane e la sesta posizione nella Billboard Hot 100. Ha preso parte al Festival di Sanremo 1966 con “Mai mai mai Valentina” (cantata con Giorgio Gaber), e “Se tu non fossi qui” (eseguita in coppia con Peppino Gagliardi”. Ha inciso oltre 70 album!


Secondo artista: Crysalys, band marchigiana.

Band che ha pubblicato il primo Full Leght “The awakening of Gaia”. Il loro genere parte da una base Symphonic Metal ove elementi elettronici e la voce d’opera della cantante Chiara rendono il sound personale e innovativo. Lo potremo definire female melodic metal di cui andare fieri, perché i Crysalys non sfigurano minimamente se paragonati ad altre band straniere, compresi i tanto celebrati Dark Tranquillity. Componenti: Chiara Malvestiti (vocals), Alessandro Camela (drums), 
Fabio Amurri (keyboards
) e Giuseppe Cardinali (bass).

Mercoledì 20 settembre

Primo artista: U2, gruppo musicale rock irlandese.

Dal vivo ecco Bono Vox e i suoi fidi compagni in uno dei brani criticati della loro carriera ovvero “The fly” che Giancarlo ci fa ascoltare. A man will beg (the sky) / A man will crawl (tonight) / On the sheer face of love…

Il gruppo è composto da: Bono (vocechitarraarmonica a bocca), The Edge (chitarrapianofortetastierasintetizzatorecori), AdamClayton (basso), Larry Mullen Jr.  (batteriapercussioni). 31 gli album pubblicati di cui 12 dal vivo e 5 raccolte. Ultimo cd “Song of Experience” del 2017. Nella loro carriera hanno venduto 150 milioni di dischi[ e ricevuto il maggior numero di Grammy Award per un gruppo, con 22 premi. “The Joshua Tre” il Tour 2017.


Secondo artista: Piergiorgio Manuele, cantautore siciliano.

“Lumanagente” è il titolo del suo album d’esordio. Ha scritto, arrangiato e suonato interamente le dieci tracce che lo compongono, con la sola supervisione del produttore Paolo Messere. Suonare di spalla ad Alex Britti e agli Almamegretta, ma anche con artisti di strada a esibirsi in Francia e Inghilterra. Nato a Leonforte (En) in una delle province più lontane e silenziose d’Italia ma ricca di miti e storie favolose d’altri tempi, vive nella toscana Lamporecchio. Vincitore del Premio “Alberto Cesa” per il 2013. Fondatore di formazioni seminali del folk progressivo siciliano (Jamdura e Clangor).

Giovedì 21 settembre

Primo artista: Dolores O’Riordan, cantautrice, musicista e attrice irlandese

Dopo aver lasciato, seppur non ufficialmente, la formazione dei Cranberries per intraprendere la carriera da solista nel 2003 pubblicando gli album “Are you listening?” (che comprende “When we’re young)  e “No Baggage”, è ’tornata nel gruppo nel 2009.

Secondo artista: Marydim, cantante-scrittrice.

MaryDim, ovvero Mariangela Di Michele, è una cantautrice poliedrica, la sua cifra stilistica è il teatro-canzone, l’intersecarsi di canzoni e monologhi o dialoghi, tra leggerezza, sarcasmo e profonde intuizioni. Tenacemente abruzzese, insegna nel goriziano, conosciuta per i festival che ha vinto. Il suo cd “La Stanza Che Mi Manca” è un vero successo di critica. Titolo di un ultimo album (anche di un romanzo e di un concerto) “Domani è un altro giorno”, album in cui s’incontrano generi diversi ed atmosfere contrastanti, specchio fedele della personalità dell’artista che spazia tra sounds acustici, pop, disco, raccontando il suo mondo, ora con ironia, ora con malinconica passionalità.

Venerdì 22 settembre



Primo artista: David Byrne, musicistacompositoreproduttore discografico statunitense di origine scozzese.

E’ stato il  fondatore e animatore dei Talking Heads. Vincitore in carriera del premio Oscar, del Golden Globe e del Grammy per la sua produzione musicale, nel 2002 è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame. Nel 1994 è finita l’esperienza positiva con i Talking Heads e Byrne diventa un cantore moderno ..There are no angels left in America anymore / They left after the Second World War heading west. Come solista ha inciso 9 album in studio, 5 live, 1 remix e  11 colonne sonore. Autore anche di 9 libri.

Secondo artista: Titty Twisters, Band Quartet.

Dal cd “In the silvery waters”, il quartetto labronico si faceva spazio tra tanti cloni di Evanescence ed Helmet, approdando su un isolotto stabile. L’iniziale nu-metal si sposa con l’hard pop. Il gruppo è formato da Alessandra Messina (voice), Manlio Noto (guitar & vocals), Salvo Fiorenza (bass), Vincenzo Lo Franco (drum).

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Lia Fail, Crysalys, Piergiorgio Manuele, Marydim e Titty Twisters nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it

Nelle foto: Giancarlo Passarella due anni fa all’Hard Rock Cafè di Firenze; la copertina del cd “Leipzig” dei Lia Fail; Mariangela Di Michele in arte MaryDim.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!