Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Sono 114 le emittenti italiane e straniere che trasmettono con successo il format radio “Il Re del Gancio”. Complimenti a Giancarlo Passarella, ideatore e conduttore dell’inimitabile programma

Sono 114 le emittenti italiane e straniere che trasmettono con successo il format radio “Il Re del Gancio”. Complimenti a Giancarlo Passarella, ideatore e conduttore dell’inimitabile programma

Firenze. Sono adesso 114 le emittenti italiane e straniere che trasmettono con successo il format radio “Il Re del Gancio”. E’ una striscia di dieci minuti, originale e propositiva di grande aiuto particolarmente per le piccole radio (e anche per giovani e big italiani e stranieri), ideato e condotto da Giancarlo Passarella, giornalista musicale, conduttore di programmi radio-tv, presentatore, scrittore e, fra l’altro, coordinatore del quotidiano MusicalNews.com che è l’organo informativo dell’associazione Ululati dall’Underground, fan club & fanzine meeting of Italy, in cui i nostri lettori possono trovare aggiornatissime tutte le notizie che riguardano il panorama musicale. In questi giorni Giancarlo è impegnatissimo televisivamente a Teleregione Toscana ch86 (di cui è anche direttore artistico) che offre anche un suo nuovo sito, da oltre un mese attestato sui circa sei mila utenti unici quotidiani.

Giancarlo, da non dimenticare, è conosciuto anche come il Pippo Baudo del Rock per gli oltre 400 festival che ha presentato, compreso il più lungo in Italia, certificato dal Guinness dei Primati (Genova, Agosto 1988, 7 giorni di musica continuata con oltre 120 gruppi sul palco!). Da ricordare anche che ha curato l’ufficio stampa per vari artisti, tra i quali Vasco Rossi, Guccini, Toto, Sting, Deep Purple, Eugenio Finardi, Simple Minds, Dire Straits,… Giancarlo è anche vice presidente nazionale della R.E.A. (Radio Televisioni Europee Associate) e di Assoartisti Confesercenti, label manager della U.d.U. Records. Torniamo al suo format musicale con il quale fa proprio servizio pubblico come la Rai. Storicamente è stato primo talent scout radiofonico. Basta ricordare che nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico, vi collaborava con la rubrica “Ululati dall’Underground”. Assieme a lui, conduttori erano Luca De Gennaro, Serena Dandini, Eleonora Mensi e Rupert Bottaro. Il responsabile della rete era Eodele Belisario e Marina Mancini la regista. Tra gli artisti che Giancarlo ha mandato in onda (e che erano sconosciuti al grande pubblico) c’erano i Rats, i Goppions (alla voce Irene Grandi allora 17enne), i Fleurs du Mal, i Crazy Mama & gli E.S.P. (con membri dei futuri Bandabardò) e gli OraZero, dove cantava Ligabue.

Lunedì 12 febbraio

Primo artista: Biagio Antonacci, cantautore, chitarrista.

Passarella ci fa ascoltare il brano “Sognami” (cantato in duetto con Dafne’ Lupi) che è il secondo singolo estratto dal cd “Vicky Love”. Antonaci ha scoperto sin da giovane la sua passione per la musica suonando la batteria in vari gruppi. Dopo il diploma, a scoprire le sue capacità artistiche è Ron,  che lo presenta a Gaetano Curreri, frontman degli Stadio,  che lo fa debuttare in apertura di un suo concerto. E’ iniziata così l’attività artistica di Antonacci che nel 1988, esattamente 30 anni fa, ha fatto il suo esordio tra le Nuove Proposte del 38° Festival di Sanremo  con il brano “Voglio vivere un attimo” che non arriva in finale. Suo primo contratto discografico nel 1989 e primo disco: “Sono cose che capitano”. A questo ne hanno fatto seguito altre venticinque (14 in studio, 2 dal vivo e 10 raccolte). Nel 2017 ha, fra l’altro, collaborato con Zucchero alla registrazione dei cori del brano Ti voglio sposare”, tratto dall’album Black Cat”. Nei giorni scorsi è stato super ospite musicale al 68° Festival di Sanremo cantando “Fortuna che ci sei” e poi, in duetto con Baglioni, “Mille giorni di me e di te”. Un grande successo. Sulle ultime note della canzone, l’artista ha tenuto un breve monologo: “Invece che inviare messaggi, la dimostrazione del bene potrebbe anche essere uscire di sera, passeggiare per la strada, citofonare a una persona che ami e dire: “Facciamo due passi insieme’, perché fortunatamente esistono ancora i citofoni”.

Secondo artista: Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare, metal rock sarcastico.

Trio toscano di metal e rock sarcastico nel settembre 1990. Il brano “Via” è supportato da un videoclip con la presenza di Andrea Agresti (l’inviato de Le Iene) e incluso nel cd “Fatti strani”, pubblicato da U.d.U Records. Il trio nato nel 1990 si è classificato al terzo posto al Festival di Sanscemo (’93) e nel 2003 ha vinto tale festival e il Camion Records Contest. Si sono esibiti più volte come supporto ai concerti di artisti di rilievo quali Skiantos, Elio e Le Storie Tese, Marlene Kuntz, Avion Travel. Collaborano con musicisti e personaggi dello spettacolo (giusto per citarne alcuni: Roberto Benigni, Francesco Nuti, Carlo Monni, Novello Novelli), con i quali prende vita una compilation intitolata “Amici miei la fine del secolo”. Numerose sono anche le apparizioni televisive, tra le più rilevanti: Rock’n’Roll di Rick Hutton a Videomusic, Help di Red Ronnie a TMC2, un’intera stagione in come ospiti nella trasmissione Stadium su Canale 10, Verissimo di canale 5, Database di RockTV.

Martedì 13 febbraio

Primo artista: Robbie Williams, cantautore, musicista britannico.

Il suo nome all’anagrafe è Robert Peter Williams. Il 13 agosto del 2015 l’ex membro dei Take That si è esibito in club esclusivo in Costa Smeralda, dopo che nel 2014 era toccato a Natalie Imbruglia e agli Earth, Wind & Fire. Nel 2016 ha inciso l’album “Heavy Entertainment Show”, primo suo disco per l’etichetta Columbia Records/Sony Music (disponibile in versione CD, LP e deluxe CD/DVD) dopo gli otto pubblicati dalla EMI e i due usciti per Universal. Il 23 febbraio 2017 alla O2 Arena di Londra è stato insignito del Global Icon Award ai BRIT Awards. Nel 2017 è anche uscito “Under the Radar” (Vol. 2).


Secondo artista: Acid Brains, alternative, grunge, stoner, noise e punk.

Provengono da Lucca. Circa venti anni d’attività alle spalle: sono musicisti rock con una buona notorietà, forgiata da quasi 250 concerti in tutta Europa, tra gli ultimi a Londra e Amsterdam. Ultimi album: “Acid Brains  (2017) e “Thirty three” (2016). Lo scorso 23 dicembre protagonisti della maratona Lucca City Rockers – Memorial Piffe. Componenti: Stefano Giambastiani (voce,chitarra), Alfredo Bechelli (chitarra), Antonio Amatulli (basso) e Luca Bambini (batteria).

Mercoledì 14 febbraio

Primo artista: David Bowie, cantautore e attore britannico.

David Bowie (pseudonimo di David Robert Jones) è scomparso prematuramente nel gennaio 2016. Passarella ci fa ascoltare la celebre “Life on Mars”, live a Tokyo nel 1990 con Adrian Belew alla chitarra. “Uno dei brani più rappresentativi del primo periodo artistico di un artista così poliedrico che è difficile etichettarlo “…. Ma a noi (dice Giancarlo) il Duca Bianco piace anche per questa sua personalità”. Bowie si dedicò anche alla pittura e al cinema. Tra i vari film in cui recitò, vi sono ”L’uomo che cadde sulla Terra”, “Furyo”, Miriam si sveglia a mezzanotte”, Absolute Beginners”, “Labyrinth”, BasquiatThe Prestige”. Nel 2008 fu inserito al 23º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone. Ha inciso numerosi dischi (25 album in studio, 10 album live, 4 colonne sonore”).

Secondo artista: Emblema, band hard rock.

La band emiliana ha pubblicato un album tutto in inglese intitolato “Keep Out From Me”. La canzone che Giancarlo ci presenta “La verità” appartiene al precedente disco “Chi tocca i fili”.  La band non ha un’attività attuale, essendosi sciolta.

Giovedì 15 febbraio

Primo artista: I Camaleonti, complesso musicale

Precedentemente denominato Mods e Beatnicks, I Camaleonti è un complesso musicale italiano nato negli anni sessanta. Sicuramente la canzone più famosa di questo storico gruppo della musica leggera italiana è “Io per lei” con il quale hanno partecipato nel 1969 al Festival di Sanremo. Titolo che è anche il titolo del loro terzo album pubblicato il 30 maggio del 1968 dalla casa discografica CBS). Hanno incido undici 33 giri, due antologie 33 giri; sei cd (nel 2010 il cd live dei concerti in Italia “Camaleonti Live”) e ben trentanove 45 giri!. Il 16 maggio 2014 hanno ritirato a Genova presso il FIM, la Fiera Internazionale della Musica, il FIM Award Premio Italia alla Carriera assegnato da CAPAMCommissione Artistica per laPromozione dell’Arte e della Musica. Formazione: Livio Macchia (voce solista e basso), Antonio Cripezzi detto Tonino (voce solista, organo), Valerio Veronese(chitarre e voce), Massimo Brunetti (pianoforte, tastiere e voce), Massimo di Rocco(batteria). Il gruppo ha inciso: quarantuno singoli, undici 33 giri, otto CD, due antologie, quattro compilation con altri artisti. Discografia estera: un CD, due 33 giri, e due 45.


Secondo artista: Rain, gruppo heavy metal italiano.

Metal storico, forgiato da 10 album, 3 singoli di questo gruppo nato nel 1980 a Bologna. Nel gennaio 2017 i Rain hanno pubblicano un nuovo singolo “Good Morning Texas”, frutto della collaborazione con produttore americano Beau Hill (Alice CooperWingerRatt) e con Alessandro Del Vecchio alle voci. Il brano oltre che pubblicato come singolo, è inserito come bonus track nell’edizione speciale in vinile di “Spacepirates”, uscita nell’aprile 2017. Nello stesso anno la band, come tributo a Lucio Dalla, ha realizzato una cover del brano “Disperato Erotico Stomp”, pubblicata anche digitalmente e con un video ufficiale. I Rain stanno lavorando alla composizione del prossimo disco, continuando l’attività live. Formazione attuale: Maurizio “Evil Mala” Malaguti (voce), Freddy “V” Veratti (chitarra solista), Alessio Amorati (chitarra), Gabriele Ravaglia (basso), Andrea Fedrezzoni (batteria).


Venerdì 16 febbraio

Primo artista: Pierangelo Bertoli, cantautore.

Il primo brano in scaletta oggi è “Spunta la Luna dal Monte” di Pierangelo Bertoli, scomparso a Modena nel dicembre 2002. E’ stato un vero e proprio “cantastorie“, voce sincera della sua terra (era nato a Sassuolo, autodefinitosi “artigiano della canzone”, egli fu una figura emblematica della canzone d’autore italiana dagli anni settanta ai primi anni 2000, spaziando dalla musica popolare al rock, con testi diretti e densi di riferimenti sociali e politici  (29 gli album incisi). “Spunta la Luna dal monte” che ci fa ascoltare Passarella è la versione italiana della canzone “Disamparados”, scritta da Luigi Marielli, componente dei Tazenda, che la affidarono ancora inedita a Pierangelo Bertoli per il Festival di Sanremo del 1991, ove ebbe ad interpretarla insieme ai Tazenda. Fu un incontro ad alta intensità. Di quelli che restano nella memoria della gara canora sanremese come uno dei momenti più alti di quella edizione. La versione in gara è stata cantata insieme. Da Bertoli e dai Tazenda (con la voce di Marco Parodi). Evento questo dimenticato dall’edizione dell’anno scorso, ma ci pensa il figlio Alberto Bertoli a mantenere vivo il suo insegnamento. Da ricordare “A dieci anni da te – 2002-2012. Tributo a Pierangelo Bertoli” (Sassuolo 6-7 e 8 ottobre 2012). Inoltre, proprio di recente a Fiorano, Modena, è stato dedicato un parco al ricordo e alla memoria di questi due artisti scomparsi: Bertoli e Parodi.


Secondo artista: Delirium, band di rock progressivo.

Secondo e ultimo brano della giornata è “Cuore Sacro” dei liguri Delirium. Brano tratto dal cd “Il Nome del Vento” (quarto album del gruppo, pubblicato nel 2009 dall’ etichetta genovese Black Widow), racconta di zattere prog rock e vele dorate, spiegate con convinzione: un ritorno di una band storica che ha ancora molto da dire, forte anche della raccolta in cd-dvd del 2010 “Il viaggio continua: la storia 1970-2010” e del cd live del 2011 “One Night in Genoa”. Il 16 maggio 2014 hanno ritirato  a Genova presso la Fiera Internazionale della Musica, il FIM Award Premio Italia alla Carriera assegnato da CAPAM, Commissione Artistica per la Promozione dell’Arte e della Musica e consegnato da Verdiano Vera, patron della manifestazione. Durante l’evento i Delirium hanno interpretato i loro più grandi successi di fronte ad un folto pubblico. Ultimo cd (2017): “L’era della menzogna”. Attuale formazione: Martin Frederick Grice (voceflautosax), Ettore Vigo (tastiere), Fabio Chighini (bassovoce), Roberto Solinas (chitarra elettricachitarra acusticavoce), Alfredo Vandresi (batteria), Alessandro Corvaglia (voce, chitarra acustica, tastiere), Mauro La Luce (paroliere).


Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare, Acid Brains, Emblema, Rain e Delirium nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella intervista a Firenze Max Pezzali (è lo scorso 18 novembre); Pierangelo Bertoli al Festival di Sanremo con i Tazenda; Tonio Scatigna e la Gatta da Pelare con il cd Fatti Strani.
(Nino Bellinvia)










Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!