Home » BACHECA WEB, GENOVA, PRIMO PIANO, SAVONA » Slowfish. Proteste dell’Enpa: “Il mare muore e loro se lo mangiano”

Slowfish. Proteste dell’Enpa: “Il mare muore e loro se lo mangiano”

Genova. Inizia domani a Genova Slowfish, organizzata dalla Regione Liguria e da Slowfood, in un momento in cui non solo la Protezione Animali savonese ma tutti gli enti scientifici del settore denunciano il grave stato del mare e delle sue creature che sempre meno lo popolano.

Dicono i responsabili dell’Enpa di Savona: «Slowfish è una manifestazione finalizzata all’incremento del consumo di pesce, anche se definito “giusto”, che non ha però alcuna motivazione e necessità, visto che il 60% del pescato consumato in Italia proviene dall’estero, ovvero il 30 aprile gli italiani avrebbero finito di mangiare il pesce pesca-to nei nostri mari per l’intero anno».

Ed aggiungono: «Slowfish farebbe meglio a proporre ai consumatori di mangiare meno pesce, non pesce più sostenibile; incoraggiare semplicemente la gente a mangiare nuove specie non ridurrà la pressione sugli stock ittici. La maggiore causa del deficit di pesce è il sovrasfruttamento di tre quarti degli stock europei ; la loro gestione insostenibile è un problema ecologico ed economico ed è dimostrata dal fatto che, malgrado le marinerie siano sempre più tecnologiche e numerose, il pescato nel mondo dal 1999 non cresce più. Ed in questa situazione di giornaliera emergenza si continuano invece a proporre azioni ed iniziative contrarie alla tutela del mare; ecco alcune “perle” in provincia di Savona:

lezioni dei pescatori alle scuole su come conoscere e cucinare il pesce, promozione del pescaturismo e, dulcis in fundo, organizzazione di battute di pesca attorno alla minuscola area marina protetta dell’isola di Bergeggi, senza contare le innumerevoli feste del pesce come quella di Andora e le giornaliere sagre enogastronomiche estive a base di tonnellate di pesci e crostacei».

E infine così concludono: «Enpa ricorda infine che la vera cultura ed il rispetto delle tradizioni e del “mangiar lento” non possono ignorare le sofferenze che subiscono gli animali che finiscono in alcune ricette; Slowfood e Slowfish abbiano quindi il coraggio di abbandonare i menu con aragoste e crostacei tenuti sul ghiaccio per finire bolliti vivi, o pesci guizzanti passati direttamente dall’acquario alla padella, o polpi accecati e bastonati appena pescati per “arricciarli”».
(C.S.)

 

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!