Home » NEWS FUORI REGIONE » Si è concluso a Massafra il 6° corso socio-politico dell’Associazione “Conoscere e Agire” incentrato su “La Città dei Cittadini”

Si è concluso a Massafra il 6° corso socio-politico dell’Associazione “Conoscere e Agire” incentrato su “La Città dei Cittadini”

Massafra. Nei giorni scorsi si è tenuto presso il Palazzo della Cultura l’ultimo incontro del il 6° corso socio-politico organizzato, dopo il successo delle precedenti edizioni, dal Centro di Formazione all’Impegno Sociale e Politico “Conoscere e Agire” che mette al centro dell’azione formativa i giovani, offrendo loro strumenti, percorsi e dinamiche che consentano di assumere e svolgere, con consapevolezza e responsabilità, la capacità di pensare, di interpretare criticamente le problematiche della società, avendo come riferimento, i valori della Costituzione Repubblicana, la Dottrina Sociale della Chiesa e la Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, che sono le fondamenta della nostra civiltà.

Il Corso è stato incentrato su “La Città dei Cittadini”, dalla democrazia partecipativa alla democrazia di prossimità, alla conoscenza della macchina amministrativa.

Primo passo per arrivare a questa consapevolezza, come è stato subito ben evidenziato, è conoscere com’è strutturata la macchina amministrativa comunale. In questo percorso i relatori hanno cercato di trasmettere e diffondere le sue potenzialità, affinché si apprezzino tutti i benefici dell’organizzazione sul territorio con obiettivo la promozione della “Democrazia partecipativa”.  Il Comune è l’ente locale che rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo. (Art.2 Testo Unico 267/2000)

Nella Prima parte sono stati illustrati gli obiettivi e gli indirizzi delle cinque Ripartizioni a cura dei dirigenti. Nella Seconda parte sono stati trattati gli organi politici e i rispettivi ruoli: il sindaco, la giunta comunale, il consiglio comunale. Focus interessante è stato l’illustrazione della Comunicazione e la Trasparenza.

La lettura socio-politica della città, le problematiche, la crescita culturale, sociale, politica, ecc … Questa, lettura, è stata riservata ai segretari e responsabili dei partiti presenti in Consiglio Comunale. Purtroppo non sono state molte le presenze, complici, forse, gli impegni elettorali europei. “Peccato! Ancora una volta (ha detto il presidente dell’Associazione organizzatrice, Pino Presicci) abbiamo, tutti, perso un’occasione per formarci. Politici compresi”.

Il Presidente dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, dott. Gianni Iacovelli, uno dei relatori del corso, ha deliziato con la sua narrazione sul ventennio ’70–’90. Un periodo che ha visto la trasformazione della nostra comunità da un paese quasi agricolo, a una città dal tessuto industriale.

Nell’ultimo incontro, a chiusura del corso, l’assessore alla Cultura Antonio Cerbino ha illustrato l’importanza del Volontariato e dell’Associazionismo. “Due realtà di rilievo (come ha detto) nell’attuale scenario sociale e politico della città”.

Il presidente Pino Presicci, tirando le conclusioni del corso, ha esordito citando Alex de Tocqueville, autore del libro “La democrazia in America”.

«Per alimentare la speranza e stimolare il progresso verso il bene comune (ha fra l’altro detto) non basta indicare l’orizzonte e ragionare di utopie non incarnate. Bisogna anche tracciare i sentieri che ci avvicinano ad esso e abitare i luoghi dove il nuovo si costruisce».

Ha poi illustrato il concetto di “Partecipazione” nell’Associazionismo che diventa il viatico per la Democrazia.

“Una città che non fa esperienza di Partecipazione (ha proseguito Pino Presicci) non percorre i sentieri che portano alla crescita sociale e politica dei suoi cittadini”.

Ha anche evidenziato che la “valenza pubblica” delle Associazioni si riscontra, atteso che le associazioni contrastano l’individualismo nella sfera della società civile, mantenendo saldo il tessuto sociale e che attraverso l’esperienza della partecipazione come membri di una o più associazioni, gli individui acquisiscono importanti qualità sociali: imparano a unirsi, a condividere interessi e finalità e a collaborare tra loro.

Infine ha detto che nelle associazioni, vere e proprie palestre civiche, in cui ci si esercita ad essere membri della comunità politica e a perseguire il bene comune, gli individui imparano a connettere i propri scopi con quelli degli altri. E questo significa crescere e formarsi.

“Questo è il desiderio (ha concluso) per la nostra “città dei cittadini”.

Per informazioni:  Associazione “Conoscere e Agire”, e-mail: pinopresicci@alice.it

Nelle foto: i corsisti con (al centro) la dott.ssa Lucia D’Arcangelo, Segretario Generale del Comune; Pino Presicci, presidente dell’Associazione “Conoscere e Agire”) e il prof. Stefano Milda, dirigente scolastico dell’Istituto “De Ruggieri”); scorcio panorama centro storico di Massafra.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!