Home » NEWS FUORI REGIONE » Seduta Consiliare di Massafra del 27 settembre

Seduta Consiliare di Massafra del 27 settembre

Massafra. L’assessore ai Servizi Sociali Maria Rosaria Guglielmi ha relazionato sul Piano Sociale di Zona dell’Ambito Territoriale di Massafra per il triennio 2018-2020, comprendente il regolamento di accesso ai servizi e alle prestazioni e quello inerente alla gestione contabile.

L’assessore si è soffermato sul Piano che contiene misure di contrasto alla povertà, sugli stanziamenti previsti per una serie di importanti servizi con destinatari le fasce deboli della popolazione (minori, anziani e categorie protette). Il consigliere Cardillo è intervenuto esprimendo parere favorevole poiché si tratta di provvedimenti per i bisogni della collettività, ma ha esternato alcune osservazioni circa il tariffario per i servizi e la spesa pro-capite del Comune di Massafra, la più bassa dei comuni dell’Ambito, sottolineando che la destinazione di maggiori risorse verso quel settore deve essere una necessità e non un obbligo.

Sul punto è intervenuto il consigliere Zanframundo evidenziando che esiste un aumento del cofinanziamento da parte dell’ente, visto anche come raffronto statistico rispetto al triennio precedente. Zanframundo ha sottolineato che nulla quaestio sull’impianto generale del Regolamento, ma è importante seguire e verificare l’esecuzione dei vari servizi in favore del cittadino. Il dirigente ai Servizi Sociali Maria Rosaria Latagliata è intervenuta fornendo chiarimenti sia sui disciplinari attuativi del regolamento, sia sulle quote di compartecipazione erogate ai comuni.

I punti inerenti al Piano Sociale di Zona sono stati approvati all’unanimità dei presenti. Sui riconoscimenti dei debiti fuori bilancio, portati all’attenzione della massima assise cittadina dal consigliere incaricato al Contenzioso Antonio Ciaurro, rinvenienti da sentenze generate dal violazioni al codice della Strada, è intervenuto il consigliere Zanframundo invocando una maggiore attenzione sulla soccombenza in giudizio per l’Ente, soprattutto quando i motivi sono sempre gli stessi e chiedendo una modifica delle “azioni” per non incorrere nuovamente nella stessa situazione.

Il consigliere Losavio ha precisato ulteriormente quanto evidenziato dal collega Zanframundo. L’assessore alla Polizia Locale Raffaello Di Bello ha parlato di “soccombenza fisiologica” ed ha auspicato una migliore organizzazione per la difesa dell’Ente. Approvati tutti i riconoscimenti di debiti fuori bilancio iscritti all’ordine del giorno. L’assessore all’Urbanistica Paolo Lepore ha relazionato sul punto inerente alla realizzazione di una nuova strada nella lottizzazione denominata “Eredi Mastronuzzi”, tracciando tutto l’iter procedimentale e sottolineandone la pubblica utilità.

Il consigliere Viesti ha parlato di opera che migliora la vivibilità di quella zona, mentre Castiglia ha ribadito la sua contrarietà alla realizzazione della strada, non ritenendola di pubblica utilità, ma inserita in un progetto di lottizzazione sbagliato a monte. Con 16 voti favorevoli e 3 contrari il punto è stato approvato. All’unanimità è stata deliberata la suddivisione del piano di lottizzazione del Quartiere S. Oronzo in due sottocomparti con l’autorizzazione alla stipula di nuova convenzione e la rifunzionalizzazione (in turistico-ricettiva) con ampliamento della “Masseria Appia Antica”. Circa il riconoscimento di debito fuori bilancio alla società Universal Service, approvato con 12 voti favorevoli e 5 contrari, il consigliere Castiglia ha parlato di atto “imbarazzante” ed ha invitato a rivedere il modus operandi della ripartizione competente e delle relative procedure che mette in atto.

Il consigliere Lattanzio ha replicato parlando di scelta necessaria in favore dell’ambiente. Viesti ha fatto notare come tutti siano a favore dell’ambiente, ma si contesta il modo in cui è stato generato l’atto (trasporto rifiuti). Approvato il riassetto dei componenti nelle varie Commissioni Consiliari permanenti. Nello spazio dedicato ad interrogazioni e interpellanze il consigliere Castiglia ha chiesto lumi sul contributo ancora non erogato alla Festa Patronale “S. Michele Arcangelo”; D’Errico ha chiesto al sindaco notizie sulla situazione del Punto di Primo Intervento di Massafra, anche alla luce delle notizie di disattivazioni di altri PPI in comuni viciniori; Cardillo ha invitato ad incentivare strumenti e occasioni per incentivare tradizione e identità della collettività massafrese; Zaccaro ha chiesto maggiore sostegno per le attività del “Settembre Massafrese”, non adeguatamente supportate e notizie circa la graduatoria per le nuove case popolari da assegnare.

Il sindaco ha prontamente fornito i chiarimenti e, a proposito delle case popolari, ha affermato che tra breve, oltre alla pubblicazione della graduatoria provvisoria, di concerto con l’Arma dei Carabinieri sarà fatta l’immissione protetta degli appartamenti.
(A. N. F.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2020 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIV - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!