Home » NEWS FUORI REGIONE » Scade il 30 settembre il Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa contemporanea ConTesti DiVersi – Premio Letterario “Angelo Lippo”

Scade il 30 settembre il Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa contemporanea ConTesti DiVersi – Premio Letterario “Angelo Lippo”

Taranto. Prima edizione del Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa contemporanea  ConTesti DiVersi – Premio Letterario “Angelo Lippo”.
 E’ organizzato dall’Associazione culturale e20Cult in collaborazione con la casa editrice Il Raggio Verde. Il concorso, patrocinato dal Comune di Taranto, è aperto a tutti gli autori italiani e stranieri.

Il Premio si articola in due sezioni
a) “Poesia”: la partecipazione è aperta a tutti gli autori con testi in lingua italiana a tema libero. I testi dovranno essere inediti e non premiati in altri concorsi letterari, pena l’esclusione dal Premio. Ogni Autore dovrà inviare 3 poesie non superiori ai 30 versi, in lingua italiana, in 6 copie dattiloscritte con il titolo della raccolta di sui solo una copia – per ciascuno dei testi dovrà recare – la propria firma, ovvero nome, cognome, indirizzo, e-mail e numero di telefono.
b) “Racconto”: Ogni concorrente dovrà inviare un racconto inedito in lingua italiana di 3-5 cartelle (1 cartella = 30 righe di 60 battute) in 6 copie dattiloscritte con il titolo. Il medesimo titolo sarà scritto su una busta chiusa recante all’interno nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero telefonico e firma.

Questo il regolamento (scaricabile anche nell’ara download del sito http://www.premioletterarioangelolippo.it): 
art. 1. I partecipanti dovranno inviare alla Segreteria del Premio la scheda d’adesione e il regolamento, entrambi sottoscritti e compilati con i dati richiesti.
art. 2.  L’iscrizione potrà avvenire sia tramite e-mail che a mezzo posta. Il termine per le iscrizioni è fissato al 30 settembre 2014, a seconda delle modalità adottate farà fede il timbro postale o la data di invio telematico.
art.3 Per l’invio telematico bisognerà trasmettere via e-mail, ovvero all’indirizzo info@premioletterarioangelolippo.it, in tre file, i seguenti documenti (formati accettati doc, docx ): 1. – poesie, 2. – scheda di adesione compilata, 3. – copia dell’effettuato pagamento. In caso di impossibilità a trasmettere via e-mail la scansione del versamento effettuato, bisognerà spedire la ricevuta di pagamento a mezzo posta, assieme alla “Ricevuta di iscrizione telematica” che la Segreteria del Premio avrà provveduto ad inviare via e-mail all’atto della spedizione telematica. Per l’iscrizione via e-mail farà fede la data dell’invio telematico. Per l’invio postale –è consentita anche la modalità di iscrizione con spedizione di tutti i documenti richiesti (testi, bando, scheda di adesione, copia pagamento). L’indirizzo postale è: “ConTestiDiVersi – Premio Letterario Angelo Lippo”, Casella postale N. 124 – Lecce Centro – 73100 Lecce. 
art. 4. Per ciascuna sezione, la quota di partecipazione è di euro 20,00 da inviare tramite vaglia postale intestato all’associazione culturale “e20Cult “Casella Postale N. 124 – Lecce Centro – 73100 Lecce. Le quote di partecipazione versate a beneficio dell’Associazione culturale e20Cult saranno adoperate per la realizzazione di eventi finalizzati alla promozione della cultura nonché la promozione delle opere e della figura del Poeta Angelo Lippo. A tutti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione da ritirarsi personalmente o tramite delega esclusivamente il giorno della premiazione .
art. 5. “A Scuola ConTesti diVersi” è la sezione dedicata agli studenti delle scuole medie superiori  con iscrizione gratuita. Ogni istituto potrà presentare fino a 20 studenti tra i più meritevoli. Ogni studente dovrà inviare una sola poesia (max 30 versi) in 6 copie, recante su ciascuna i propri dati, l’istituto d’appartenenza, e la data di nascita. Saranno premiati i migliori Istituti scolastici e gli studenti più meritevole nell’ambito della selezione nazionale.
art. 6. La Comissione giudicatrice selezionerà a suo insindacabile giudizio i primi tre Autori per ciascuna sezione. La composizione della stessa verrà resa nota nella comunicazione finale sui risultati via e-mail e/o posta a tutti i partecipanti.
art.7. La partecipazione al Premio implica la piena ed incondizionata accettazione del regolamento e la divulgazione del proprio nome, cognome e premio vinto su qualsiasi pubblicazione. Per l’iscrizione non si accettano pseudonimi, nomi diversi dalla reale identità dell’autore, previa invalidazione dell’iscrizione senza restituzione dei lavori inviati e della quota versata. L’organizzazione attraverso la presente adesione acquisisce implicitamente il diritto di pubblicare liberamente e gratuitamente tutti i testi ritenuti idonei, compresi quelli della sezione “A scuola ConTesti diVersi.”
art.8. All’opera vincitrice, per entrambe le sezioni, sarà attribuito un premio di 500€. Inoltre sono previste targhe di riconoscimento e pergamena per i primi tre classificati. La Giuria si riserva inoltre la possibilità di segnalazioni speciali e possibilità di pubblicazione per i lavori in genere ritenuti meritevoli. 
art.9. Il Raggio Verde edizioni si riserva di pubblicare nella collana di narrativa e poesia contemporanea “ConTesti Diversi” le opere dei primi dieci autori selezionati per entrambe le sezioni.
art.10. La cerimonia di premiazione (salvo diverse disposizioni) si terrà a Taranto l’11 novembre 2014, nell’anniversario della nascita del poeta. Luogo e orario saranno tempestivamente comunicati dall’organizzazione a tutti i partecipanti via mail e/o telefonicamente e tramite la consultazione del sito ufficiale del concorso: premioletterarioangelolippo.it.

Poeta, saggista ed operatore culturale. Questo era Angelo Lippo di cui pubblichiamo una sua biografia.

Nato sulle rive dello Ionio il giorno di S. Martino del 1939,  Angelo Lippo è scomparso nella sua amata Taranto il 27 agosto 2011. Diversi i suoi interessi: poesia, critica d’arte e saggistica letteraria.
Nipote di carrettiere, ha sempre militato nella sua Taranto pur non negandosi diversi momenti per partecipare alla vita culturale nazionale. Negli anni ha partecipato a Convegni nazionali in qualità di relatore, nonché a manifestazioni poetiche e recital. L’inizio della carriera è fortemente segnata da un’attività pubblicistica espressa a più livelli, soprattutto su settimanali a diffusione regionale. Notevole la presenza sulle pagine de La tribuna del Salento (Lecce), Il Gazzettino dello Jonio (Siderno-Reggio Calabria), Il Giornale del Mezzogiorno (Roma), La rivoluzione liberale (Taranto), La Tribuna (Roma), con interventi di natura socio-culturale, di politica e di economia locale, anche sotto forma di inchieste ed interviste. Insolita, ma non meno importante, qualche sortita nel giornalismo sportivo, con corrispondenza locale per Il Giornale di Bergamo.

Nell’ambito delle lettere assume rilievo la presenza sui quotidiani regionali: La Gazzetta del Mezzogiorno, Corriere del Giorno, Puglia, Tempo, nonché sulle più importanti riviste di cultura nazionale: Lunarionuovo, L’Informatore librario, Spirali, Oggi e Domani, Laboratorio, Prospettive Culturali, Pietraserena, La Vllisa, Terra del fuoco, Impegno ’70, Punto d’incontro, Il Secondo Rinascimento, Quinta Generazione e decine di altre. Ha organizzato manifestazioni di ampio respiro su incarico di civiche amministrazioni.

Sul versante delle arti visive, ha firmato alcune monografie di artisti italiani contemporanei, scritti in catalogo o recensioni a rassegne d’arte, di cui soltanto una parte è stata raccolta in volume. Nel contempo tenta a più riprese una storicizzazione della pittura dell’area ionico-salentina, varando nel 1970 la rassegna Proposta ’70 (catalogo Centro Studi “Proposta” con introduzione critica di Ennio Bonea), poi Figurazione settantacinque, mostre delle quali si interessano le più qualificate riviste del settore, come Le Arti di Milano. Nel 1987, su mandato dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Taranto, organizza la mostra fotografica Obiettivo mare, nell’ambito della rassegna estiva, progetto che non passa inosservato, con degnazione sulla rivista milanese Reflex. Negli anni ’90 riprende il contatto con le arti figurative e vara alcune Rassegne: Percorsi e segnali – Arte di fine millennio nel Mezzogiorno d’Italia per il Comune di Massafra (Taranto), poi nel suggestivo scenario delle “gravine” a Palagianello (Taranto) la mostra Parole & Immagini, entrambe nel 1999, mentre nel 2000 attua il progetto itinerante Cinque percorsi dello sguardo, con tappe a Bari, Noicattaro, Castellaneta, Massafra, Grottaglie. Nel 2001 un’altra rassegna itinerante: L’immaginario silente, approdando a Palagianello, Sant’Andrea di Conza (Avellino) e Taranto, nel 2002 il progetto Un libro, una mostra, svoltosi di Atripalda (Avellino), che negli anni successivi si infoltisce di ulteriori rassegne: I colori del vino, Identità del contemporaneo, Magie Mediterranee, Arte in Salento (itinerante), Voci di frontiera (relativo volume poetico-artistico), Artisti e Briganti: questa è un’altra storia.

Sue poesie sono apparse nel tempo su moltissime riviste di letteratura italiana e straniera: Terra del fuoco, Materia, Laboratorio, Il Volto, Piccolissimo, Il Poliedro, Il Pensiero (Missouri), Il Policordo, Estuario, Italia Turistica, La Procellaria, Ghibli, e nelle pochissime occasioni in cui le presenta a concorsi, ottiene anche ampi riconoscimenti, fra i quali vale la pena ricordare: Silarus, 1970; Borgognoni, 1976; Tolentino Terme, 1978; Camposampiero, 1979; Beniamino Joppolo, 1983; Rabelais, 1999; Giovanni D’Alberto, 2000. Sue poesie sono state utilizzate da Luigi Bianco, direttore di Harta, per i progetti: Le case della poesia: poeti a cielo aperto e La strada della poesia.

Pubblicazioni: opere di poesia: Quaderno d’amore (1963), Tra questo e l’altro (1976), La carne stretta (1979,prefazione di Marcello Venturoli), Filo Diretto (1982), L’ape invisibile (1985, prefazione di Giacinto Spagnoletti), Caprice des Dieux (1992), Alfabeto del mare (1992), La trama oscura (1992), Il castagno di Martino (1996), La vita si scandisce limpida (1996, prefazione di Enzo Santese), Origini (1997), La morte felice (1999), Le sillabe del vento (2001, prefazione di Dante Maffia), Calice (2002), Fragile artificio (2006), Elogio dell’ebbrezza (2009, prefazione di Luigi Scorrano), Se non matura la spiga (2011, prefazione di Dante Maffia);
opere di saggistica letteraria e d’arte: Armando Meoni, profilo di uno scrittore (1979), La vigna azzurra (1994), Armando Meoni – La vita e le opere (1996), Il respiro delle mimose (2000), Il giardino degli dei (2001), Il rumore dell’erba – A Sud delle incertezze: la poesia (2003), Puglia: un’arte di frontiera (2005), Il filo dell’affetto – omaggio a Giacinto Spagnoletti (2008).

Per ulteriori informazioni: info@premioletterarioangelolippo.it

Nelle foto: il poeta, saggista ed operatore culturale Angelo Lippo; la copertina della sua ultima raccolta poetica “Se non matura la spiga” (Edizioni Il Raggio Verde).
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!