Home » NEWS, PRIMO PIANO, SAVONA » Savona. Fallimento Savona Calcio: GdF esegue misure cautelari nei confronti degli ex vertici societari

Savona. Fallimento Savona Calcio: GdF esegue misure cautelari nei confronti degli ex vertici societari

Savona. In esecuzione all’ordinanza di applicazione delle misure cautelari disposte dal Gip del Tribunale di Savona, dott.ssa Donatella Aschero, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Savona, in data odierna, hanno notificato ad alcuni rappresentanti dei vecchi vertici societari del Savona Calcio la misura interdittiva della sospensione dell’esercizio di attività imprenditoriali e di ricoprire uffici direttivi di persone giuridiche e di imprese ai sensi dell’art.290 c.p.p. per mesi due.

L’interdizione è scattata nei confronti dell’ex presidente Pesce Andrea e dell’ex consigliere Toscano Alessio. I due, unitamente ad altri, sono stati ritenuti i principali responsabili del dissesto finanziario del Savona Calcio, dichiarato fallito il 22 dicembre 2011, poiché nelle loro vesti di amministratori sia legali che di fatto del Savona e della General Brokings 1996 S.r.l., hanno distratto la somma di 544.000 euro in favore di queste ultime traendola illecitamente da altre società riconducibili agli stessi e causandone dolosamente il fallimento.

I due responsabili sono stati inoltre denunciati per il sistematico utilizzo fraudolento di fatturazioni per operazioni inesistenti per oltre 600.000 euro nonché per il ricorso abusivo al credito avendo presentato ad un Istituto Bancario locale contratti per false sponsorizzazioni. Tale illecito meccanismo ha permesso di ottenere il duplice scopo di riscuotere anticipi per oltre 455.000 euro nonché di far risultare un indebitamento minore nel corso dei controlli eseguiti dall’organo di vigilanza Covisoc della FIGC e necessario per non incorrere in sanzioni sportive durante il campionato in corso e l’iscrizione ai futuri campionati.

L’esame dei bilanci societari ha permesso, inoltre, di evidenziare come il bilancio presentato per l’annualità 2010 fosse palesemente falso in virtù dell’inserimento di crediti verso clienti risultati fittizi per oltre 410.000 euro permettendo, in tal guisa, di far evidenziare un utile d’esercizio anziché una reale perdita.

L’indagine non può considerarsi conclusa essendo stati rilevati, tra l’altro, debiti verso l’Erario per svariate decine di migliaia di euro.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!