Home » PRIMO PIANO » Sanremo, maxi operazione di controllo dei carabinieri contro prostituzione e criminalità

Sanremo, maxi operazione di controllo dei carabinieri contro prostituzione e criminalità

Grazie alle forze messe in campo dal Comando Provinciale di Imperia, che ha
disposto un servizio coordinato affiancando ai carabinieri di Sanremo quelli
delle compagnie di Imperia, Bordighera e Ventimiglia, sono stati messi in
atto molteplici controlli per tutto l’arco notturno a favore della cittadina. Obbiettivo principale è stato il contrasto alla prostituzione “di
strada” con particolare attenzione alla zona di Bussana; località tristemente nota per la presenza delle “Lucciole”.

Circa quaranta si sono alternati nell’arco di dodici ore di servizio per garantire, ancora una volta, la sicurezza dei cittadini. Sono stati messi in
atto posti di controllo, attenzionati gli esercizi pubblici ed è stato verificato che le molte persone soggette a provvedimenti restrittivi della libertà non approfittassero delle tenebre per sfuggire ai rigori della legge.

Il bilancio dei controlli è stato decisamente positivo vedendo l’arresto di tre persone, l’allontanamento di una prostituta comunitaria, avvenuto grazie all’applicazione di un’ordinanza prefettizia, e la denuncia di tre transessuali brasiliani per la violazione sulla normativa in merito all’immigrazione.
A questo si aggiungono le oltre 150 persone controllate su  80 autoveicoli e la denuncia di un autista per falso materiale concretizzatosi nella contraffazione del tagliando assicurativo.

Tra gli arrestati spicca il nome del quarant’enne sanremese Vitale Raffaele che, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato scoperto dai militari della stazione di Sanremo mentre faceva uso di stupefacenti in compagnia di alcuni suoi amici già pregiudicati. Il suo comportamento gli è valso l’immediato trasferimento presso il carcere di valle Armea grazie all’aggravamento disposto dalla magistratura. Ancora torna il nome del diciottenne Bianciotto
Loris, che poco più di quindici giorni fa era stato prelevato dai banchi di scuola per finire dietro a quelli giudiziari ed usufruire dei benefici di legge riuscendo così a tornare in libertà. Sembra che il primo verdetto dei giudici non sia servito a far comprendere al Bianciotto i suoi errori tanto
è vero che questa notte i nostri carabinieri lo hanno nuovamente arrestato trovandolo in possesso di oltre 50 dosi di marijuana pronte per essere vendute al miglior offerente. Così nella mattina sarà riaccompagnato dai carabinieri di Sanremo al palazzo di giustizia per il rito direttissimo.

In ultimo, a far compagnia allo spacciatore, ci sarà anche Hosni Nabil, sedicente tunisino classe 1985, che è stato arrestato dai militari della stazione di Arma di Taggia per aver violato reiteratamente l’ordine del questore di uscire dal territorio italiano.


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!