Home » IMPERIA, MUSICA » Sanremo. Ieri sera, Festival dedicato alle donne

Sanremo. Ieri sera, Festival dedicato alle donne


Sanremo. “…tutti lavorano insieme per realizzare un grande spettacolo. Il livello è molto elevato e non sarà facile per la giuria fare delle scelte”. Così sottolinea Carla Vacchino sia in merito all’organizzazione sia per quanto concerne il rendimento dei cantanti e la bellezza poetico/musicale dei brani. E il sindaco Maurizio Zoccarato (nella foto): “Mi è piaciuto tutto, anche Maurizio Crozza”.
“Sinora abbiamo raggiunto risultati sorprendenti di cui siamo molto fieri. Possiamo dire che siamo sulla strada giusta. Oggi per noi è doppia la gioia. Abbiamo avuto due picchi di ascolto: il momento della lettura del messaggio di Roberto Baggio e il monologo di Luciana Littizzetto contro la violenza sulle donne”. Così ha detto il direttore di Rai Uno Giancarlo  Leone in conferenza stampa del festival al Roof dell’Ariston.
Un messaggio di gioia, passione, coraggio, successo e sacrificio quello di Roberto Baggio ai giovani per il raggiungimento dei propri traguardi; molto toccante anche il bellissimo e toccante monologo con cui Luciana Littizzetto, in apertura della sua performance, si rivolge al pubblico contro la violenza sulle donne: “… non è amore, se lui ti dà uno schiaffo, un pugno; non è amore se lui ti maltratta…se lui ti uccide… non abbiamo sette vite come i gatti, no, ne abbiamo una sola”.
Una serata di alta classe dedicata alle donne con il ballo della Littizzetto tra le 50 ragazze sulle note di Break the Chain e, in apertura della gara, con la bellissima e riuscitissima  esibizione canora dei due conduttori con il brano di Amedeo Minghi “Vattene Amore”.
Antony Hegarty si è esibito al pianoforte in un brano molto emozionante e coinvolgente “You are my sister”, che vuole essere anche questo un importante messaggio delicato per combattere la violenza sulle donne di tutto il pianeta Terra.
Si può dire che ieri sera la musica ha vinto su tutto.
E allora veniamo al Festival con i 14 Campioni:
• Simona Molinari e Peter Cincotti: due giovani con tanta esperienza cantano “La felicità”, un testo abbastanza malinconico e drammatico per le donne.
• Paolo Mengoni “L’essenziale”, brano piacevole.
• Elio e le Storie Tese con la “Canzone mononota”, interpretata con molto brio e tantissima scioltezza.
• Malika Ayane: “E se poi”, canzone dolcemente accarezzata da una voce vellutata.
• Marta sui tubi che ha cantato “Vorrei”, un brano ricco di tanta vitalità e di ritmo.
• Chiara con “Il futuro che sarà”, giovane grintosa.
• Max Gazzé ha cantato,  divertendosi e divertendo,  “Sotto casa”.
• Annalisa con tanta sicurezza di sé ha cantato “Scintille”, un testo che comunica allegria.
• Maria Nazionale, sicura di sé e molto romantica nell’interpretazione, ha cantato “È colpa mia”.
• Simone Cristicchi, con il suo brano molto orecchiabile “La prima volta (che sono morto)”, si è rivelato un simpatico interprete e un bravo cantautore.
• I Modà si sono presentati con “Se si potesse non morire” hanno dimostrato tanta esperienza alle spalle e moltissimo talento.
• Daniele Silvestri si è esibito con scioltezza nell’interpretazione del brano “A bocca chiusa”.
• Il gruppo degli Almamegretta ha presentato il brano “Mamma non lo sa”.
• Raphael Gualazzi, cantautore marchigiano ha presentato al pianoforte “Sai (Ci basta un sogno).”
Ed ecco un flash di bella musica con la 20enne pianista padovana, Leonora Armellini, che, presentata dalla coppia Fazio-Littizzetto, interpreta molto bene al piano Chopin, grazie all’agilità delle sue mani nate sul e per il pianoforte. Un intermezzo che la platea dell’Ariston ha gradito moltissimo, ringraziando l’Artista, con calorosi applausi.
I due conduttori del Festival, molto soddisfatti e contenti del buon esito della serata, presentano i 4 Giovani in gara per la finale.
• Andrea Nardinocchi con “Storia impossibile” non ha accesso alla finale.
• Antonio Maggio passa in finale con il brano “Mi servirebbe sapere”, un testo divertente.
• Paolo Simoni si presenta “Le parole” con serietà e impegno, ma non sono serviti a farlo passare in finale.
• Ilaria Porceddu,  ragazza con una voce molto forte, un temperamento grintoso e buona capacità interpretativa. Passa in finale con “In equilibrio”.
Saranno ascoltati alla finale di sabato, per la Sezione Giovani, Renzo Rubino, i Blastema,   Antonio Maggio e Ilaria Porceddu.
Per la Sezione Campioni, questi i cantanti: Marco Mengoni, Modà, Annalisa, Chiara, Raphael Gualazzi, Simona Molinari e Peter Cincotti, Maria Nazionale, Elio e le Storie Tese, Daniele Silvestri, Max Gazzé, Simone Cristicchi, Malika Ayene, Marta sui tubi, Almamegretta.
Albano con alcuni dei suoi bellissimi brani tra cui “Felicità” riesce, a conclusione della serata ricca di canzoni, musica e ospiti illustri, a coinvolgere tutto il pubblico del Teatro e, ancora, un lieto arrivederci con “Vattene Amore” dall’ormai famoso duetto Fazio-Littizzetto.
(Francesco Mulè)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!