Home » PRIMO PIANO » Sanremo. Festival, 5mila fiori e oltre 100 chili di verde utilizzati per la promozione a tutto tondo del florovivaismo locale

Sanremo. Festival, 5mila fiori e oltre 100 chili di verde utilizzati per la promozione a tutto tondo del florovivaismo locale

Sanremo. Grazie alla proficua collaborazione delle associazioni di categoria di settore (Coldiretti, Cia, Confagricoltura), di Anga (Associazione Nazionale Giovani Agricoltori) e Ancef (Associazione Nazionale Commercianti Esportatori Fiori), coordinate dalla direzione del Mercato dei Fiori i prodotti floricoli di Sanremo hanno avuto, per la prima volta, un’eccezionale promozione nel corso della settimana festivaliera appena trascorsa.

I risultati sono stati presentati stamattina dall’assessore alla floricoltura Gianni Berrino con il presidente di Amaie Energia (società che gestisce il Mercato dei Fiori) Mauro Albanese.

La quantità di fiori e verde impiegata dai produttori floricoli locali è stata:

-      4.000 ranuncoli

-         500 anemoni

-         100 papaveri

-         100 margherite

-         100 myosotis (non-ti-scordar-di-me)

-           50 chili di ginestre

-           50 chili di verde vario (asparago, viburno, eucalipto).

«Abbiamo colto al volo – ha spiegato il presidente Albanese – l’occasione che ci ha presentato il Comune coordinando il lavoro insieme alle associazioni di categoria e a tutto il comparto, che ha manifestato un’adesione totale al progetto di promozione. Tutti hanno profuso energie, risorse umane ed economiche. E’ stata un’esperienza positiva e diamo fin d’ora la disponibilità per l’anno prossimo, con l’auspicio che i fiori possano tornare sul palco dell’Ariston».

«C’eravamo incontrati un mese fa per presentare, insieme al presidente Albanese, quello che avremmo fatto per ovviare alla vergogna della mancanza dei fiori sul palco dell’Ariston», ha esordito l’assessore Berrino, che ha ringraziato il Mercato e le associazioni di settore per aver investito risorse umane ed economiche per fornire e confezionare i fiori dove necessario per ottenere visibilità.

L’assessore ha elencato i programmi RAI e i network radiofonici privati in cui la promozione del fiore ha trovato spazio e interesse:

-      RTL 102.5 (presenza di Sindaco e assessore e fiori per tutti i giorni del Festival nel corso della trasmissione in diretta pomeridiana “Password” radio e tv dalla postazione in via Matteotti)

-      La vita in diretta (al Casinò, addobbi floreali)

-      Le amiche del sabato (al Casinò, addobbi floreali)

-      Red Carpet

-      Dopofestival Vanity Fair (Vip Lounge al Palafiori) con presenza di fiori (ogni sera un fiore diverso «ospite d’onore», da un’idea degli stessi conduttori, Filippo Solibello e Marco Ardemagni, le voci di “Caterpillar AM” di Radio2).

-      Domenica In (composizione in teatro, 10 bouquets e calle per Mara Venier, composizioni camerino di Belen Rodiguez)

-      Radio NBC (Trento e Bolzano), presenza di sindaco e assessore per parlare di floricoltura.


«Grazie a quella parte di Rai – è stato il commento dell’assessore Berrino – molto collaborativa e ai network radiofonici che hanno messo in risalto i nostri fiori, non solo per averne parlato ed averli esibiti, ma anche per aver dato l’opportunità di effettuare approfondimenti in merito ospitando gli Amministratori in alcune trasmissioni. Questa indubbiamente è stata una grande pubblicità per il fiore di Sanremo».

Al progetto di promozione .- nuovo – con il Mercato dei Fiori, si aggiunge l’attività tradizionale promossa direttamente dal Comune attraverso appalti a ditte locali per la fornitura dei bouquet consegnati nel corso delle serate del Festival e nell’arredo delle due Sale Stampa (all’Ariston Roof e “Lucio Dalla” al Palafiori).

Per quanto riguarda l’elegante addobbo floreale realizzato alla base del palco per Domenica In, l’assessore ha sottolineato come la composizione realizzata per il contenitore pomeridiano (visto, tra l’altro, da milioni di telespettatori) abbia valorizzato la scenografia del Festival, priva di ornamento floreale: «Ciò ha dimostrato che, con una buona tecnica e abilità artistica di composizione floreale, i fiori sul palco sono un valore aggiunto».

Berrino, inoltre, ha puntato l’accento su un’altra criticità della scenografia oltre alla mancanza di fiori: aver nascosto quasi completamente l’Orchestra Sinfonica, con i suoi professori che suonano dal vivo.

«Al di là di tutto – ha concluso l’assessore – il risultato finale che vogliamo mettere in evidenza è che, nonostante l’assenza sul palco, in un mese di lavoro siamo riusciti a far parlare del fiore di Sanremo e a trasmettere il messaggio che il fiore italiano, e quello di Sanremo in particolare, rappresenta un’eccellenza. Tutto il prodotto utilizzato dal Mercato e dalle ditte in appalto proviene dalla filiera florovivaistica del ponente ligure».

E ancora:

«Tutto è partito da un’intuizione: fare promozione vera raggiungendo milioni di telespettatori con un impegno economico minimo e con grande collaborazione e impegno da parte degli addetti ai lavori. E’ un nuovo modo di promozione attraverso le manifestazioni importanti di Sanremo. Manderò una lettera ai vertici Rai per ringraziarli dell’impegno dimostrato per la floricoltura fuori del Festival ma anche per dimostrare che l’addobbo floreale di Domenica In ha valorizzato la stessa scenografia del Festival che, invece, ne era priva».
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!