Home » MUSICA » San Lorenzo al Mare. Concerto di Primavera con il Quartetto per la Pace

San Lorenzo al Mare. Concerto di Primavera con il Quartetto per la Pace

San Lorenzo al Mare. L’Associazione “Assisi Pax Internazional”, in collaborazione con il Comune di San Lorenzo al Mare e con il contributo della Fondazione Banca Popolare di Novara, reduce dal successo del 31 marzo scorso a Bordighera, promuove il “Concerto per la Pace” che si terrà sabato, 27 aprile, ore 21, nella Sala Beckett del Teatro dell’Albero cittadino. Il concerto è ad ingresso gratuito, con offerte libere e volontarie a favore dell’Ente organizzatore dell’evento.

Anna Maria Costanzo, segretaria e referente per la Regione Liguria, fa presente che l’Associazione “Assisi Pax International” nasce nel 1997 in Assisi per iniziativa di Padre Gianmaria Polidoro, francescano ofm, figura eminente di filosofo e teologo che ha speso gran parte della propria vita per affermare e divulgare il valore universale della pace nel mondo. Già nel 1984, cofondatore del Centro Internazionale per la Pace fra i popoli. Al suo attivo la pubblicazione di moltissimi libri sul tema della pace. Attualmente ne è presidente Navazio Navarro Gerardo di Asti. La segretaria regionale prosegue, ricordando che a favore di “Assisi Pax International, presente con propri referenti territoriali in quasi tutte le Regioni d’Italia, si intendono riservare fondi necessari al fine di poter continuare l’opera di pace e di solidarietà verso le fasce vulnerabili e bisognose di protezione, più duramente colpite dall’attuale crisi economica, e dei valori fondamentali dell’esistenza umana.

“La pace non significa soltanto l’abolizione dei conflitti bellici. Per averla non è sufficiente far cessare le guerre o gli odi o gli atteggiamenti aggressivi dei singoli o delle società. Pace è un discorso da fare tutto al positivo. La pace è una costruzione che si innalza dopo aver cancellato gli odi o le guerre o le varie conflittualità. Pace la troviamo in una cultura di positività della persona umana. L’arte, per esempio, è una necessità umana, senza la quale il progresso sarebbe nullo o troppo lento. E, nel nostro caso, la musica rappresenta quel linguaggio universale e quella realtà che consente di gettare “ponti” e aiuta a superare frontiere, diffondendo nel mondo semi di speranza e di pace”. Così, estremamente convinta, la nostra referente regionale dell’Associazione “Assisi Pax International”.

Il concerto di sabato prossimo sarà un coinvolgente viaggio attraverso un caleidoscopio di sentimenti che ha principio in un compendio costituito da alcuni tra i brani più famosi del repertorio classico compreso tra il XVIII e il XIX secolo e da un “inconsueto” Quartetto d’archi, composto da:

Cristina Silvestro ha studiato violino presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, diplomandosi col massimo dei voti. Dal 1994 frequenta l’Accademia Regionale Toscana; ha collaborato con l’Orchestra Giovanile Italiana e con la RAI di Torino. Dal 1990 è violinista stabile presso la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Manuela Lucchi si diploma in violino presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Ha fatto parte di moltissime formazioni musicali, suonando in Italia e all’estero. Ha suonato presso l’Orchestra GiovanileVeneta, con l’Orchestra dell’Università di Padova, esibendosi come solista; si è specializzata in musica da camera. Dal 1987 fa parte dei primi violini di fila dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo e della Sanremo Festival Orchestra.

Fara Bersano studia violino e si diploma a Cuneo presso il Conservatorio “G. F. Ghedini”. Frequenta la scuola di musica di Fiesole e partecipa, in qualità di Viola, ai Corsi di Perfezionamento AFOS dell’Orchestra Toscanini di Parma. Consegue il diploma di Viola presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova. Dal 1994 è membro di numerosi organici orchestrali, cameristici e sinfonici. Dal 2005 è Violista Stabile nell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Giancarlo Bacchi, diplomato in contrabbasso al Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Ha collaborato con l’Associazione Accademia Laboratorio Europeo della Musica di Acqui Terme (AL), con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro “Giuseppe Verdi” di Trieste e, di recente, con la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo. Docente di ruolo in Educazione Musicale nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Questo il programma che prevede l’esecuzione di brani di epoca barocca, classica, romantica:

Prima parte

J. Pachelbel: Canone in re maggiore;

W. A. Mozart: Divertimento in fa maggiore KV 138 (Allegro – Andante – Presto);

J. S. Bach: Aria sulla 4^ corda (secondo movimento dalla suite per orchestra n° 3 in re maggiore BWV 1068);

W. A. Mozart: Eine Kleine Nachtmusik (serenata in sol maggiore K 525: Allegro – Andante – Minuetto – Allegro);

Seconda parte

J. Massenet: Meditation (intermezzo in re maggiore dall’opera “Thais”;

F. J. Haydn: Quartetto “Emperor” in do maggiore Op. 76 n° 3 (Allegro – Poco adagio cantabile – Minuetto – Presto).

(Francesco Mulè)

 

 

 


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!