Home » GENOVA, NEWS » S. Margherita Ligure. Rapina all’Ufficio Postale: blitz coordinato dei Carabinieri inchioda rapinatori

S. Margherita Ligure. Rapina all’Ufficio Postale: blitz coordinato dei Carabinieri inchioda rapinatori

S. Margherita Ligure. Alle sette di ieri mattina, in Napoli e Genova, i Carabinieri della Compagnia di Santa Margherita Ligure con il supporto delle Compagnie di Napoli Stella e Genova Sampierdarena, hanno proceduto alla cattura di tre malviventi autori della rapina compiuta il 9 febbraio scorso a danno dell’ufficio postale di Rapallo, a S. Michele di Pagana.

Quel giorno due uomini di giovane età, parzialmente travisati con occhiali da sole, cappellino e sciarpe, avevano immobilizzato e percosso l’impiegata che, come di consueto, ogni mattina a quell’ora, si era accinta ad aprire l’agenzia. Tappatale la bocca e gettata a terra, la avevano minacciata con la pistola e derubata di quanto contenuto nella borsa in attesa dell’apertura temporizzata della cassaforte. Dopo aver razziato il contante ivi contenuto, circa 24.000 Euro, avevano rinchiuso l’impiegata in bagno, minacciandola di vendetta nei suoi confronti e verso i suoi familiari, nel caso fosse uscita e allertato i soccorsi.

Pervenuto l’allarme, la zona era stata cinturata con predisposizione di posti di controllo nell’ambito del piano coordinato antirapina. Tuttavia le ricerche immediate dei malviventi avevano dato esito negativo.

Il fatto, che ha generato notevole allarme sociale turbando la tranquilla cittadina rivierasca del Levante Ligure, aveva da subito fatto partire le indagini che, coordinate dalla Procura della Repubblica di Chiavari, hanno permesso l’emissione dei provvedimenti cautelari a carico dei quattro autori a seguito della piena condivisione, da parte dell’Autorità Giudiziaria di Chiavari, delle risultanze investigative fatte emergere dall’Arma Sammargheritese.

Le stesse sono state rivolte nei confronti dei due esecutori materiali della rapina, di un altro soggetto che ha avuto la funzione di “palo” e di un ultimo soggetto, “l’anziano” del gruppo, genitore di uno dei due rapinatori che ha avuto un ruolo primario, quello di pianificatore, coordinatore e “mente” del colpo.

La banda, “trasfertisti” napoletani del quartiere di Secondigliano, è dedita a tale tipo di reato. In particolare la mente del gruppo, ha un curriculum penale piuttosto corposo, principalmente alimentato da reati contro il patrimonio. Sul conto di tali soggetti, sono stati raccolti gravi ed inequivocabili indizi di colpevolezza, attraverso numerose fonti di prova, lette in un’ottica congiunta e convergente, che ha delineato un solido quadro accusatorio.

I militari del Nucleo Operativo di S. Margherita L., grazie alla collaborazione dei Carabinieri di Napoli Stella, sono riusciti ad infiltrarsi nel quartiere di Secondigliano, individuare i rapinatori e, in cornice di sicurezza, procedere all’arresto di due di essi. In contemporanea, a Genova Cornigliano, sempre i militari della Compagnia di S. Margherita, in collaborazione con quelli della Compagnia di Sampierdarena, hanno arrestato un terzo rapinatore, basista durante la rapina.

I malviventi, una volta vistisi circondati e senza vie di fuga, non hanno opposto resistenza. Gli stessi si identificano in P.C. 61enne di Napoli, V.C. 26enne di Napoli e R.F. 28enne di Genova.

Il quarto rapinatore è tuttora attivamente ricercato su tutto il territorio nazionale. Nel corso delle perquisizioni sono stati rinvenuti oggetti utili a confermare il quadro probatorio.
(D.C.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!