Home » LA POSTA » RIFLESSIONI… di Antonio Izzinosa

RIFLESSIONI… di Antonio Izzinosa

Spenti i clamori della appena passata campagna elettorale, con serenità di giudizio, mi accingo a fare alcune riflessioni sull’esito del voto amministrativo nella nostra Provincia di Taranto, in relazione al mio partito, l’IdV, del quale mi pregio rivestire la carica di Commissario Cittadino di Massafra e di Componente del Coordinamento Provinciale.

Di certo non può sfuggire all’opinione pubblica che l’Italia dei Valori, in assoluta coerenza con la propria denominazione, ha agito nella rettitudine, anteponendo i problemi della gente a qualsiasi logica di partito, predisponendo programmi che cercano di dare delle risposte concrete. E’ sotto gli occhi di tutti che l’Italia è allo stremo: il peso del fisco è diventato insostenibile; lo stipendio di un operaio o di un impiegato non basta nemmeno a pagare un affitto in una grande città; i nostri anziani sono umiliati da pensioni esigue; i giovani vedono il loro futuro sempre più incerto. Sembra che gli italiani non abbiano più alcuna fiducia nel futuro.

E’ sintomatico di tale situazione, a dir poco tragica, il fatto che parecchi italiani (più del 50%) non si sono recati alle urne.

E così mentre il PDL va a picco, il PD si mantiene stabile, il Terzo Polo incassa un sonoro fallimento, l’IdV avanza e fa il botto… anche nella provincia di Taranto. Segno evidente che, pur nella crisi del partitismo, l’IdV rimane un partito credibile, ancora in grado di dare risposte ai cittadini scoraggiati.

Ora, se il partito avanza è perché non solo promuove politiche di giustizia sociale, volte alla crescita del Paese, al rispetto dei valori della famiglia, della legalità e quant’altro, ma anche perché è un partito guidato da uomini che si distinguono per capacità, preparazione, determinazione in differenti campi della vita pubblica e culturale.

Fra questi, mi piace pensare al Coordinatore Provinciale di Taranto: Antonio Martucci, persona dalle grandi capacità, dai valori irrinunciabili, come la famiglia, il lavoro, l’essere cattolico, conoscitore profondo della sensibilità umana. Da alcuni mesi ha perso la compagna della sua vita, a cui ha dedicato, con spirito di abnegazione, gran parte del suo tempo, accompagnandola giorno dopo giorno nel calvario di quella terribile malattia che, purtroppo, ancora oggi, non dà scampo.

Eppure, nonostante le traversie vissute, non ha fatto mancare la sua presenza fra la gente e nel partito, convocando le varie riunioni, ascoltando i pareri di tutti, cercando la conciliazione nei casi di divergenze, alzando la voce al momento opportuno.

A Martina Franca, suo paese natale, alle ultime elezioni amministrative è diventato consigliere comunale nella coalizione di centrosinistra guidata dal Sindaco Ancona, ricevendo il maggior suffragio rispetto agli altri candidati IdV (Tommaso Caroli e Martino Carriero).

Si tratta, senza alcun dubbio di un grande successo, se si considera che Martina Franca è stato un comune amministrato, da sempre, dalla democrazia cristiana con circa il 75%  dei voti e dal centro destra,poi, con la stessa percentuale. Solo una volta ha vinto il sindaco di centro sinistra, ma con la maggioranza dei consiglieri di centro destra ed ebbe, come è ovvio, vita breve, solo la durata un anno! Ancora un’altra volta al ballottaggio un candidato sindaco di centro appoggiò il candidato di centro sinistra e vinse il centro sinistra, che durò solo due anni!!

Nel 2002 rivinse il centro destra con il 76% dei voti.

Da quel momento, però, Antonio Martucci, all’epoca consigliere comunale di AN, iniziò una campagna di pubbliche denunce contro alcuni politicanti del tempo, denunce che, di lì a poco, sfociarono, come era logico, in sede penale… Fu così che, avendo rotto gli “equilibri”, fu sospeso da quel partito (AN). Si iscrisse, quindi, all’IdV e, reso ancor più forte dai valori ispiratori del partito, continuò a condurre le dure battaglie intraprese contro quel sistema affaristico politico-dirigenziale. Non si sottrasse dinanzi a nessuna considerazione di morale, non rispettò nessuna delle tradizioni di conservazione, non arretrò di fronte a nessuno, libero da schemi di partito.

I risultati che ottenne furono notevoli: la magistratura eseguì ben 13 sequestri di beni di dirigenti, rinviò diversi a giudizio, emise 46 avvisi di garanzia e dispose l’allontanamento di diversi dirigenti dal comune.

Finalmente, nell’ultima campagna elettorale è stato sconfitto nettamente il centro destra e, per fortuna, sono andati a casa tutti quei politici da sempre legati a quel sistema affaristico, mai del tutto sconfitto.

Oggi, alle ultime elezioni di Martina Franca, l’IdV ha preso il 6,43%  dei voti, due consiglieri comunali e il vice sindaco!

Buon lavoro, caro Coordinatore, ti auguro di continuare la campagna politica a difesa e a tutela della gente che ti ha dato fiducia.

Solo persone come Te possono contribuire a rendere grande il Nostro Partito.

Ti ricordo infine, ma il tuo vissuto ne è prova, che la legittimazione del ruolo che si finisce per ricoprire dipende dalla strada fatta per raggiungerlo.

Massafra, 05.06.2012

Prof. Antonio IZZINOSA

Commissario Cittadino IdV Massafra (Ta) – Componente Coordinamento Provinciale IdV Taranto. E–mail: antonioizzinosa@hotmail.it

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!