Home » ARTE, LA SPEZIA » Riccò del Golfo. Le fiabe di Filippazzi e i quadri di Burhan giovedì a Castè

Riccò del Golfo. Le fiabe di Filippazzi e i quadri di Burhan giovedì a Castè

Riccò del Golfo. Giovedì 20 agosto alle ore 21.30 sul palco di Teatro Corte Paganini a Castè debutterà lo spettacolo “Volevo vedere la luna” interpretato e scritto da Ferruccio Filippazzi (nella foto).

Filippazzi,  attore,  autore e narratore con un bagaglio di storie per bambini di tutte le età,  ama sottolineare  la sua identità di cantastorie che lo ha portato  a lavorare con personaggi di grande spessore come Fernanda Pivano e Dacia Maraini  e ad esibirsi in teatri, conferenze e spettacoli fino a diventare lettore ufficiale per la casa editrice E. Elle e ad incidere diversi cd.  Per dirla con le sue parole: “Ho letto in piazze, scuole, stazioni, rifugi, corriere, prati, balconi, cantine, montagne, osterie, castelli, barconi, furgoni, ville. Da solo o in compagnia di decine di musicisti”.

E ancora: “Ho narrato pagine familiari per figli, fratelli, genitori, nonni. Ho descritto storie di viaggi, di guerre, di città, di periferie. Da allora non ho più smesso. Perché se grande è il piacere di ascoltare, altrettanto grande è quello di leggere e raccontare”.

“Volevo vedere la luna“ è uno spettacolo in cui canzoni e testi, scritti dalle stesso Filippazzi, si alternano a monologhi improvvisati e ad alcuni  brani del libro  “La camera di sangue” nel quale la scrittrice inglese  Angela Carter rivisita, con il suo stile dissacrante  e trasgressivo, alcune tra le fiabe più conosciute .

Giovedì 20 segna anche un’altra importante tappa della rassegna d’arte CastèOff,  che vede aggiungersi alle opere già esposte, come i quadri di Yoshin Ogata  o le fotografie di Gianluca Ghinolfi, le suggestive sculture di Mauro Manco e i dipinti del pittore siriano Burhan.

Sami Burhan, nato ad Aleppo nel 1929,  dopo aver studiato  grafia araba con i migliori maestri del tempo come il primo calligrafo alla corte del sultano di Istanbul,  si appassiona di pittura e scultura.  Ben presto raggiunge una notevole fama tanto che viene invitato ad esporre le sue opere sia nei paesi arabi che in tutto il continente europeo. Particolarmente importante il suo rapporto con l’Italia  dove si diploma  all’accademia di belle arti di Roma e dove realizza molte mostre; nei suoi viaggi lungo la penisola ha occasione di scoprire il marmo di Carrara e di innamorarsene a tal punto da decidere di stabilire la sua residenza a Massa, dove fonda nel 95 un centro culturale italo arabo. Nei suoi quadri Burhan ama inserire delle frasi che invitano all’amore tra i popoli, alla pace e alla vita,  nel 1986 è il primo artista arabo invitato dall’Onu a disegnare un francobollo, una busta e una litografia contro la droga. Ancora un grande artista  aggiunge le sue opere alla collezione che impreziosisce i muri e le stradine del  piccolo borgo di Castè che, anno dopo anno, si configura sempre più come esempio di galleria d’arte diffusa.

L’estate Casteana, organizzata da Davide Notarantonio , Marco Natale , Roberto Bertonati e Mauro Manco ha il patrocinio del Padiglione Italia dell’Expò, della Regione Liguria e dell’associazione CastèVive.

Per informazioni: 340 3462284 – www.facebook.com/TeatroCortePaganini

Sponsor tecnici Notstudio soluzioni grafiche – Castèstyle – Liguria Vintage – CRQ Genova
(Serenella Messina)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!