Home » BACHECA WEB, SAVONA » Ricadute puntuali a Savona

Ricadute puntuali a Savona

Savona. Puntuale come un orologio svizzero è caduto dal nido su una fioriera di via Gramsci a Savona un piccolo di gabbiano. Il fatto si ripete ogni anno e da diversi anni i volontari della Protezione Animali, che poi sono chiamati a farsi carico della bestiola da passanti ed autorità spaventati, chiedono invano al Comune di rimuovere le fioriere o renderle non nidificabili. Tutto inutile, il Comune neppure risponde!

Da alcuni giorni i volontari dell’Enpa sono sollecitati, a volte da persone prepotenti e maleducate, che pretendono che portino via i piccoli dai nidi situati sui loro tetti o sui balconi, perché spaventanti dalle manovre difensive dei genitori; queste persone si erano prima rivolte ai comuni che, poco professionalmente, le avevano indirizzate all’Enpa. E ciò dopo che l’associazione, per tempo, aveva scritto proprio a Comuni ed organizzazioni degli amministratori condominiali, per suggerire di ottenere l’autorizzazione dell’Ispra ad asportare le uova dai nidi – e solo quelle – attraverso società specializzate; ma anche quest’anno, come per il passato, nessun comune ha intrapreso l’iniziativa, salvo poi scaricare il problema sull’Enpa stessa.

L’Enpa ricorda quindi che i nidi di gabbiano, come tutti gli altri di volatili selvatici, sono protetti dalla legge ed è vietato asportarli o distruggerli quando vi sono dentro i piccoli. Ricorda che i gabbiani effettuano, verso persone che si trovano nelle vicinanze del nido, voli di “parata” ed emissione di grida;  ma basta alzare le braccia  per allontanarli ed interrompere i voli semplicemente minacciosi  che fanno attorno all’intruso. I “pulli” divengono abili al volo in circa 40 giorni dalla schiusa delle uova e si allontanano assieme ai genitori, dopodiché si potrà togliere il nido ed attrezzare i balconi con tende a rete per impedire successive nidificazioni. In attesa invece del volo basterà sistemare attorno al nido paratie di cartone  o legno, aperte verso l’atterraggio, come descritto in una serie di istruzioni che l’Enpa diffonde, naturalmente a proprie spese, come tutto ciò che fa per soccorrere la fauna selvatica ferita o in difficoltà. Proprio per non intralciare tale pesantissima attività i volontari invitato cittadini ed autorità a non telefonare al centralino di soccorso dell’Enpa per richieste diverse, come ad esempio quella di rimuovere i nidi.
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!