Home » LA SPEZIA, POLITICA, PRIMO PIANO » Regione, Salute: interrogazione in Regione di Luigi Morgillo (Pdl) sulla Centrale operativa del 118 della Spezia

Regione, Salute: interrogazione in Regione di Luigi Morgillo (Pdl) sulla Centrale operativa del 118 della Spezia

Genova. Sulla decisione della Giunta regionale di eliminare la Centrale operativa del 118 della Spezia, Luigi Morgillo, consigliere regionale del Pdl, annuncia la presentazione di un interrogazione urgente e dichiara: “Sono contrario a questa ipotesi di accorpamento per diversi motivi il primo di ordine sanitario il secondo economico. Credo infatti che sia necessario prendere in considerazione, per quanto concerne l’aspetto sanitario,  due questioni fondamentali : la centralizzazione dei pazienti e le Maxiemergenze. Per quanto concerne il primo aspetto, solo con una ottima conoscenza del territorio è possibile effettuare la centralizzazione negli ospedali più idonei, nel più breve tempo possibile, delle patologie tempo dipendenti, assistite durante il trasporto. La normativa di riferimento prescrive l’arrivo dei soccorsi in area urbana in 8 minuti ed in area extraurbana in 20 minuti compreso il tempo necessario per l’intervista telefonica, la preoccupazione è che la gestione telematica non possa supplire alla mancata conoscenza del territorio e darà luogo a pericolose problematiche (omonimie, case sparse, frazioni poco rappresentate sul sistema informatico, conoscenza delle strade ecc.) Da non sottovalutare poi il problema delle maxiemergenze :  vi sono precise leggi che prevedono la tempistica nella installazione di un PMA (posto medico avanzato) di primo livello entro 1ora e successive implementazioni con relativa tempistica e questo tipo di organizzazione potrebbe provocare un allungamento dei tempi dovuto ad intasamento della centrale e quindi risposte poco efficienti”.

Secondo Morgillo poi vi è la questione economica “non penso che questa decisione potrà portare degli effettivi benefici in termini di risparmio. Basti solo pensare che  tra le questioni da tenere nella giusta considerazione – spiega – vi è infatti  anche la valutazione dei costi: la centrale operativa del 118 di Genova  dovrà essere ristrutturata con almeno 2-3 posti operatore per poter far fronte alle richieste di soccorso di tutta la Liguria  di Levante, oltre il normale carico di lavoro svolto attualmente”

“Insomma – conclude Morgillo – a mio avviso veder distruggere un patrimonio del cittadino sull’altare di un risparmio solo apparente, non avendo analizzato con attenzione il problema, è un grave danno per la nostra comunità. Credo che prima di procedere sia obbligo muoversi ancora con un attenta e profonda valutazione”.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!