Home » PRIMO PIANO » Regione Liguria, Rambaudi: “Al via lavoro di ricognizione dei siti sul territorio per accoglienza profughi”

Regione Liguria, Rambaudi: “Al via lavoro di ricognizione dei siti sul territorio per accoglienza profughi”

Genova. La Giunta regionale ha affrontato oggi il tema dell’emergenza profughi del Nord Africa e dato mandato all’assessore regionale alle politiche sociali, Lorena Rambaudi di  impostare un lavoro di ricognizione dei siti dove accoglierli. Lo ha comunicato l’assessore Rambaudi al termine della Giunta regionale annunciando la convocazione lunedì prossimo di un gruppo tecnico di lavoro costituito da Regione Liguria e dai responsabili dei dipartimenti  sicurezza, sanità, sociale, immigrazione, protezione civile, edilizia, demanio, comunicazione che effettuerà una ricognizione del patrimonio regionale e degli eventuali siti disponibili per accogliere i profughi del Nord Africa. “Il lavoro – ha spiegato Rambaudi – dovrà essere molto rapido, in attesa che il Ministero ci invii la sua proposta con gli obiettivi numerici da coprire”. “Inoltre – continua Rambaudi – martedì prossimo convocheremo i responsabili di ANCI, Associazione nazionale Comuni italiani e UPI, Unione delle Province Italiane per iniziare a dare il via ad una rete territoriale che vedrà il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e di tutti gli enti che sul territorio si occupano di accoglienza”. “Obiettivo della Regione – aggiunge l’assessore alle politiche sociali -  è quello di dar vita a piccoli siti di accoglienza diffusi sul territorio, perché pensiamo sia il presupposto per una migliore integrazione, con uno sforzo e una responsabilità di tutti”.

Sul numero dei profughi che si possono accogliere in Liguria sulla base del criterio individuato dal Ministero di 1 ogni mille abitanti  Rambaudi non si sbilancia, anche se sottolinea che “ ci devono essere anche altri elementi da tenere in considerazione che riguardano sia le regioni colpite dal sisma o i territori già con una grande pressione”.

Nel frattempo la Liguria si è già mobilitata e dal territorio sono già arrivati i primi segnali di solidarietà e di disponibilità ad accogliere i profughi a cominciare dal ponente ligure. E in particolare dal Comune di  Albisola Superiore, dal Comune di Savona, di Finale Ligure.




Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!