Home » LA SPEZIA, POLITICA, PRIMO PIANO » Regione. Al via progetto pilota in Italia su autocontrollo ambientale delle carrozzerie

Regione. Al via progetto pilota in Italia su autocontrollo ambientale delle carrozzerie

La Spezia. La Liguria sarà capofila in Italia del primo progetto innovativo rivolto alle carrozzerie in materia di pratiche di autocontrollo ambientale. Lo hanno annunciato nel corso di una conferenza stampa il direttore di Confartigianato Giuseppe Menchelli, il presidente dei carrozzieri spezzini Pier Luigi Peroni e il vice presidente Stefano Piotto.

L’iniziativa ha il duplice scopo di diminuire l’inquinamento ambientale e garantire la sicurezza dei lavoratori, apportando i correttivi necessari, e aiutare gli artigiani a individuare i finanziamenti per adeguare la situazione dell’azienda. Il progetto è stato proposto da Confartigianato alla Regione Liguria che lo ha finanziato con fondi provenienti dal piano triennale di formazione, istruzione e lavoro.

«Dobbiamo ringraziare gli assessori alla formazione e all’ambiente della Regione Liguria, Pippo Rossetti e Renata Briano – spiega il presidente Peroni – che incentivano così una cultura del rispetto della normativa ambientale e della prevenzione nella micro e piccola impresa, a cominciare dalle carrozzerie». Soddisfatto del progetto il responsabile sindacale dei carrozzieri, Nicola Carozza: «Riusciamo a dare un sostegno alle piccole aziende in questo momento difficile di calo delle riparazioni, prevenendo senza controlli punitivi, con un autocontrollo che stimoli la cultura del rispetto ambientale e l’accompagnamento alla normativa». A tutte le 60 carrozzerie presenti alla Spezia Confartigianato ha infatti inviato una lettera per effettuare un servizio gratuito di check up aziendale sulla regolarità ambientale e sulla sicurezza e adottare successivamente quelle buone pratiche per il rispetto della  normativa.

«L’obiettivo di Confartigianato – prosegue il responsabile Ambiente e Sicurezza di Confartigianato, Enrico Taponecco – è che almeno un terzo delle aziende contattate, a cui stanno arrivando in questi giorni le lettere, risponda all’appello». Per questo con Confartigianato, la Regione ha immaginato un percorso di accompagnamento all’autocontrollo e cioè alla capacità di verificare quale sia lo stato dell’arte all’interno delle aziende. La Regione, attraverso ARPAL, ha così elaborato una check list composta da 54 indicatori, tra adempimenti burocratici e ambientali, che verranno monitorati  per poi fornire all’azienda il percorso da mettere in atto per adeguarsi.  La consulenza ambientale per le imprese che accetteranno di essere valutate durerà fino a settembre, quando Confartigianato aggregherà i dati e li presenterà.

«Abbiamo scelto le carrozzerie – conclude il direttore di Confartigianato, Giuseppe Menchelli – per le maggiori problematiche ambientali che presentano rispetto ad altre aziende, un modo per entrare in contato con le loro esigenze, fare prevenzione e non controlli punitivi».
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!