Home » NEWS FUORI REGIONE » “Racconti … per non dimenticare”. Presentato con successo il nuovo volume di Antonio Mastrangelo

“Racconti … per non dimenticare”. Presentato con successo il nuovo volume di Antonio Mastrangelo

Massafra. Serata culturale molto apprezzata quella che sì è tenuta sabato scorso, 23 marzo, nell’accogliente cornice dell’Appia Palace Hotel. Affollatissima in questa occasione la Sala Convegni. E’ stato presentato con successo, come era prevedibile, il libro di Antonio Mastrangelo dal titolo “Racconti II” (Scorpione Editrice, 2013, 274 pagine più copertina e sopracopertina a colori) con impaginazione di Carmela Massafra e disegni della pittrice Anna Amendolito.

A ben  introdurre la serata è stata la giovane e disinvolta Francesca Martucci, giovane nipote dell’autore, che nel corso della serata si è fatta anche apprezzare nella lettura di alcuni brani dell’opera.

Il primo ad intervenire è stato l’autore Antonio Mastrangelo, che ha dedicato questo suo volume alla madre ed a coloro che lo hanno coperto di affetto e onorato della loro stima e sincerità.

Ha subito ringraziato il numeroso pubblico intervenuto,raccontando quindi le ragioni che l’hanno indotto a scrivere i racconti di questo libro (“Lucrezia”, “ “L’insalata sul popò”, “Lu figghij d’ mest’ Giacint” e “Tira la porta e viene la corte”)  e del precedente “Racconti I”.

E’ stata l’occasione per una riflessione sui temi della salvaguardia e del recupero delle tradizioni orali della cultura massafrese, pugliese e meridionale.

Tradizioni messe in crisi dalla disgregazione della famiglia allargata che ha reso sempre più rare le occasioni nelle quali i più anziani possono trasmettere ai giovani le storie e le esperienze della propria vita.

“Per non dimenticare”, l’autore Mastrangelo, dopo una vita dedicata all’insegnamento e alla professione  di geometra, ha deciso di fissare su carta i racconti tante volte ascoltati negli anni  dell’infanzia e della giovinezza.

In ciascuno dei quattro racconti che compongono il libro, le storie di vita quotidiana servono da spunto per descrivere luoghi,  personaggi e stili di vita della prima metà del secolo scorso.

Con il rammarico (ha detto l’autore), di non poter rappresentare anche gli odori di quegli  anni ormai passati. Odori che caratterizzavano le case e i luoghi tanto da poterli  riconoscere anche senza vederli.

Dopo l’autore, si sono alternati negli interventi il prof. Mimmo Calabretti e il giornalista Mimmo Dellisanti.

Il prof. Mimmo Calabretti, noto cultore di storie locali (tutti conoscono in particolare i suoi volumi “Don Paolo Zigrino” e “STATTE  …  e nò t’mòve”), autore della prefazione del volume, ha evidenziato la doppia chiave di lettura del libro.

Fra l’altro ha detto che Mastrangelo nella sua lunga attività professionale è venuto a contatto con più generazioni e che l’umanità che fino ad alcuni decenni orsono veniva tramandata per via orale non correva il rischio di andare perduta… Ora che viviamo nel villaggio globale… per non perdere questo prezioso patrimonio etnico non resta altro che affidarlo alla scrittura. Ed ancora,  ha detto che nel volume “…gli anziani vi  ritroveranno le storie e le ambientazioni che li hanno accompagnati negli anni della giovinezza; le nuove generazioni ne trarranno lezioni di vita perché (come ha evidenziato l’autore), se non si  conosce il passato non si può affrontare il futuro….”.

E quindi intervenuto Mimmo Dellisanti, giornalista ed ex-allievo dell’autore, che ha letto la presentazione del libro curata dal prof. Giuseppe Caggiano, già dirigente scolastico.

Prefazione  in cui viene messo in evidenza, tra l’altro, che i racconti di Antonio Mastrangelo “…sono un appassionato, coinvolgente ritorno alle origini, un viaggio nei luoghi della memoria, un mosaico di frammenti di vita paesana, di paesaggi, di rapporti sociali… e che  …la vita quotidiano scorre come in un film, con tutte le sfaccettature dell’umano comportamento…”.

Ha concluso la serata l’autore, molto commosso per la grande accoglienza (le copie volume sono andate subito esaurite) che, sollecitato dall’auditorium, ha raccontato più dettagliatamente le vicende che hanno portato alla morte del suo unico zio da parte materna durante la seconda guerra mondiale.

Per richieste del volume quanti interessati possono rivolgersi a: Scorpione Editrice, e-mail: scorpioneditrice@libero.it oppure direttamente all’autore Antonio Mastrangelo  inviando e-mail a: mastrangelocinzia@yahoo.it

Nelle foto un momento della presentazione del libro (da sx: Francesca Martucci, Antonio Mastrangelo e Mimmo Calabretti); pubblico in sala; copertina libro.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!