Home » NEWS FUORI REGIONE » Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione a Massafra

Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione a Massafra

Massafra. Il sindaco Fabrizio Quarto e l’assessore ai Servizi Sociali Maria Rosaria Guglielmi comunicano che l’Ambito di Massafra è stato ammesso al finanziamento per il P.I.P.P.I. (Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione) che intende promuovere il “bene comune”, considerato come investimento sul futuro, occupandosi dei cittadini, anteponendo l’interesse a lungo termine di tutti all’immediato profitto dei pochi, prestando prioritaria attenzione ai giovani, alla loro formazione e alle loro necessità.

Massafra è fra i 5 ambiti pugliesi ad essere stato ammesso e prevede una spesa di investimento pari a 62.500 euro così ripartiti: 12.500 fondi regionali e 50.000 ministeriali.

L’assessore Guglielmi evidenzia che il PIPPI ha come finalità quella di innovare le pratiche di intervento nei confronti delle “famiglie negligenti” al fine di ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare. Tutto ciò, articolando in modo coerente fra loro i diversi interventi verso i bisogni dei bambini che vivono in tali famiglie, nonché tenendo in ampia considerazione la prospettiva dei genitori e dei piccoli stessi nel costruire l’analisi e la risposta a tali bisogni.

L’obiettivo primario – continua Guglielmi – è dunque quello di aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare la qualità del loro sviluppo, ma al contempo il Pippi ha linee innovative nel campo dell’accompagnamento della genitorialità vulnerabile, scommettendo su un’ipotesi di contaminazione fra l’ambito della tutela dei “minori” e quello del sostegno alla genitorialità (famiglie di appoggio e famiglie vulnerabili).

L’Equipe multidisciplinare formata dall’assistente sociale, da educatori e psicologi, da pediatri di famiglia e neuropsichiatri infantili, dopo opportuna formazione in ordine all’appropriatezza degli interventi da mettere in campo, prenderà in carico 10 famiglie per sperimentare un modello di intervento finalizzato a prevenire il maltrattamento e l’istituzionalizzazione.

Per concludere, l’assessore Guglielmi sottolinea che “ogni bambino, per crescere, ha bisogno di una ricca ecologia umana e sociale, in quanto è all’interno di essa che possono svilupparsi anche relazioni familiari positive e di effettivo sostegno alla crescita”.
(A. N. F.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!