Home » LA POSTA » Primavera balcanica

Primavera balcanica

Riceviamo e pubblichiamo questa poesia e nota da Michele Bortone, autore di testi e musiche e cantante.


Primavera balcanica

Non sono stelle filanti

non sono stelle cadenti

ma sono bombe e missili che cadono

Amico Baldi

Non fiorisce più la bianca betulla a Sarajevo

tu sei cieco, non poi vedere le atrocità di questo mondo,

ma puoi ascoltare, sentire le persecuzioni, il genocidio di popoli.

Non sono stelle cadenti

Ma bombe cadute su Belgrado, Pancevo, Pristina Skopie.

Non sono stelle filante ma bombe

Per distruggere un’altra torre di Babele

Michele Bortone


Basta guerre, basta bombe, missili: echeggiano le grida dei bimbi e donne che fuggono dagli orrori Balcani. E come se non bastasse, ancora emergenza Nord Africa e alla presunta invasione di popolazioni che, salpate dalla Libia, dalla Tunisia o dall’Egitto incendiati dalle primavere arabe. Nel 2011, 34 mila richieste d’asilo e cercavano fortuna sulle coste italiane, il 240% in più rispetto all’anno precedente. Oggi il Medio Oriente e il Nord Africa, non spengono le fiamme della loro crisi, ciò lo dimostra l’approdo di 4599 profughi tra l’8 e 9 luglio. È un esodo di massa, dall’Africa sub-sahariano alla Siria, dalla Somalia all’Egitto. L’anno 2013 può essere l’ennesima estate di chi fugge dalla guerra, carestia e povertà, costretta ad attraversare l’insidia del Mediterraneo in cerca di un luogo sicuro.

In tutti questi anni l’esperienza non ci ha insegnato niente. Mentre gli italiani fanno fatica ad arrivare a fine mese, i nostri governanti si permettono di fare un investimento di una cifra astronomica. L’acquisto dei “F35- Joint Fight Striker”, per la modica cifra di 17 miliardi per un caccia ultramoderno pieno di difetti.

Altro che centrare il pareggio di bilancio! Di questo passo gli italiani dovranno aspettarsi un altro giro di vite, altre tasse e la sorpresa di chissà cosa bolle nella pentola.

A conti fatti, questa spesa era già preventivata, per cui all’America non ci resta  altro che dire: “SISSIGNORE”. Concludendo, chi ha investito in questo progetto oltre ad un po’ di amaro in bocca e la delusione del valore di 17 miliardi di euro, un cifra non ancora del tutto definita. Per abbassare le tasse i soldi non ci sono, si tagliano le pensioni ma si spendono soldi a gogò. Fare la guerra agli italiani non importa un fico secco.

Michele Bortone

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!