Home » NEWS FUORI REGIONE » Prima seduta del nuovo Consiglio Comunale di Massafra col sindaco Fabrizio Quarto

Prima seduta del nuovo Consiglio Comunale di Massafra col sindaco Fabrizio Quarto

Massafra. Lunedì mattina, 11 luglio, si è tenuta la prima Seduta Consiliare per la Civica Amministrazione targata Fabrizio Quarto. La massima assise cittadina (Castiglia assente giustificato), presieduta dal consigliere anziano, l’uscente sindaco Martino Tamburrano, ha proceduto, dopo gli adempimenti di rito, quali la verifica delle condizioni di eleggibilità e compatibilità dei consiglieri, ad assistere al giuramento di “fedeltà alla Repubblica Italiana alla Costituzione e alle Leggi dello Stato” del sindaco Fabrizio Quarto.

Indicati i capigruppo consiliari: Michele Bramante (Strada Maggiore), Nicola Zanframundo (Noi Centro -UDC), Antonio D’Errico (lista Quarto Sindaco), Savino Lattanzio (Ambiente e Progresso), Martino Tamburrano (Forza Italia), Nino Castiglia (Massafra Futura), Antonio Viesti (Conservatori e Riformisti), Ida Cardillo (Partito Democratico), Raffaele Gentile (Massafra Cambia), Giuseppe Maggiore (Fratelli d’Italia). Maurizio Baccaro di “Ambiente Progresso”, con 18 voti (la maggioranza più Viesti e Cardillo), 6 astenuti e 1 assente (Castiglia), è stato eletto presidente del Consiglio comunale. Il neo presidente, nel discorso di rito, ha dichiarato che tutelerà tutti i consiglieri, volgendo uno sguardo particolare alle minoranze. Per la nomina a vicepresidente il sindaco ha ribadito la volontà di concederla ad una donna della “minoranza”, ma, dopo una sospensione, non essendo pervenuta una indicazione unitaria, lo stesso Quarto ha proposto il consigliere Graziana Castellano (Strada Maggiore) che, con 18 voti (la maggioranza più Viesti e Cardillo), 6 astenuti e 1 assente (Castiglia), è stata eletta vicepresidente del Consiglio. Il sindaco ha dato comunicazione della composizione della già nota Giunta comunale e ha illustrato le linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare. Quarto ha riferito che il programma deve intendersi aperto ai contributi dei cittadini, delle forze sociali e delle organizzazioni economiche presenti sul territorio. Sei le linee di azione programmatica: la tutela della salute e dell’ambiente; tutela, riqualificazione e valorizzazione della Città e del suo territorio; promozione alla partecipazione e alla trasparenza amministrativa; individuazione e promozione dei motori di crescita e sviluppo economico e culturale del territorio; politiche di incremento della sicurezza per il cittadino, dei Servizi Sociali e del terzo settore; verifica di bilancio e funzionamento della macchina Amministrativa comunale. Il sindaco ha trattato i vari punti che compongono il programma, da lui stesso definito ambizioso, ma al contempo aperto ad ogni partecipazione. Ne è seguito un dibattito.

Cardillo (PD) ha lamentato l’assenza dei “ReD”, mentre Viesti (CoR) ha affermato che sosterrà le iniziative a sostegno della Città, pur esprimendo dubbi su quanto esposto, poichè considerato corposo, ma di cui spera che almeno una parte possa essere realizzata. Maggiore (FdI) ha auspicato una attivazione dell’ufficio Agricoltura ed  ha parlato di opposizione dura ma seria, pronta a sostenere quanto di importante per la Città. Gentile ha fatto una carrellata (ambiente, randagismo, urbanistica, tassazione, carnevale, sicurezza, polizia locale e fascia costiera) sui vari punti enunciati ed ha sottolineato una serie di criticità nei vari settori, collegandoli alle esigenze di bilancio. Michele Bramante (Strada Maggiore) ha sostenuto programmi e impegno, mentre Zanframundo (Noi Centro – UDC) ha sostenuto di essere già al lavoro, dichiarando che in questa amministrazione vi sono persone che garantiscono come il programma enunciato dal sindaco andrà avanti e sarà realizzato. Tamburrano (FI), in apertura d’intervento ha dichiarato il suo voto favorevole per le linee programmatiche enunciate da Quarto ed ha auspicato che il programma possa realizzarsi nel solco di quella emotività tale da non deludere alcuno. L’assessore alle Politiche Sociali, Guglielmi, si è soffermata sulle iniziative per i ReD. Con 23 voti favorevoli (2 assenti) le linee programmatiche sono state approvate. Nominati i membri della Commissione Elettorale Comunale. Effettivi: Putignano (Noi Centro-UDC), Pistoia (Strada Maggiore) e Gentile (Massafra Cambia). Supplenti: Lippolis (Noi Centro – UDC), Masi (Strada Maggiore) e Doga (Massafra Futura). La nuova Commissione Giudici Popolari sarà formata da Termite (Noi Centro – UDC), Losavio (Strada Maggiore) e dal sindaco Quarto.

Nella foto: un momento del Consiglio.
(A.N.F.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!