Home » NEWS FUORI REGIONE » Presentazione a cura dell’Archeogruppo di “Scritti editi ed inediti di Attilio Caprara”, testimonianze di Roberto Caprara e Giulio Mastrangelo

Presentazione a cura dell’Archeogruppo di “Scritti editi ed inediti di Attilio Caprara”, testimonianze di Roberto Caprara e Giulio Mastrangelo

Massafra. Lunedì 17 novembre alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale sita nel Castello Medioevale, l’Archeogruppo “E. Jacovelli” organizza un incontro per ricordare il presidente Attilio Caprara , scomparso il 24 agosto scorso.

Per l’occasione l’Archeogruppo, con il presidente Maria Renzela e il direttivo tutto,  ha realizzato un fascicolo, contenente le testimonianze del fratello Roberto Caprara e di Giulio Mastrangelo e un rassegna di scritti editi ed inediti di Attilio Caprara .

Attilio è stato uno dei soci fondatori dell’Archeogruppo, nonché presidente dal 2002 al 2009, pilastro dell’associazione e memoria delle tante ricerche e campagne studio condotte nel territorio massafrese e non solo.

Attento e preciso, grazie a lui oggi si conserva la memoria di tanti siti rupestri.

Ad Attilio la nostra riconoscenza e il nostro grazie.

Per omaggiare e ricordare Attilio, al quale va la riconoscenza ed il grazio non solo dell’Archeogruppo, è stata scelta come location della serata la Biblioteca Comunale di cui fu il primo direttore, a titolo gratuito, spinto esclusivamente dall’amore per la cultura.

Ricordiamo che la copertina del volume “Scritti editi ed inediti di Attilio Caprara, voluto come abbiamo già detto dall’Archeogruppo e curato dall’avv. Giulio Mastrangelo, propone un’opera di Nicola Andreace, realizzata nel 2004 per i settant’anni di Attilio Caprara. Una luce s’irradia dalle cose raffigurate, che sono i termini più semplici e comprensibili di una simbologia immediata, capace di suscitare sentimenti positivi e di attraversare i luoghi della memoria. In essa le immagini simboleggiano l’autopsia di un’anima, il rapporto con le proprie origini, l’approccio al mondo, che Attilio osservava dalla finestra della sua casa. Andreace rievoca il passato attraverso la rappresentazione di un bambino tra le braccia rassicuranti di una tenera mamma, braccia protettive, icone di forza vitale perennemente rinnovata, che fa superare l’angoscia per l’ignoto e l’enigma del futuro. Al fascino del passato Andreace aggiunge i segni del cammino di Attilio verso le realizzazioni nel mondo familiare e del lavoro, a cui associa quelli  delle scelte culturali. Sui libri chiusi e su quello aperto, sistemati tra una lucerna ed una candela, è scritta non solo  la grande storia, ma anche quella di  uomini che, con rigore morale “educano al senso civico e al rispetto del territorio e delle sue ricchezze”.

Nicola Andreace dedicava con queste parole la sua composizione Ad Attilio Caprara, amico d’infanzia e presidente dell’Archeogruppo di Massafra, 7 aprile 2004. “ Un bambino, immerso nei suoi sogni, guarda da una finestra un suggestivo scorcio di Massafra, ne assorbe l’incanto dei colori, dei profumi, delle voci, che diventano tracce della nostra lunga amicizia, vivificata e rinvigorita dalla poesia dei ricordi comuni di ieri e dalle convergenze culturali di oggi. Auguri, Attilio per i nostri settant’anni!. Con affetto fraterno. Nicola Andreace”.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi al nr. 3398682476.

Nella foto la copertina del libretto.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!