Home » NEWS FUORI REGIONE » Presentato con successo da Maria Carmela Pagliari il nuovo romanzo di Alessandro Faino “Il compito di Clara”

Presentato con successo da Maria Carmela Pagliari il nuovo romanzo di Alessandro Faino “Il compito di Clara”

Massafra. Bella e avvincente serata culturale nei giorni scorsi presso Palazzo della Cultura. E’ stata curata da MassafrArte e dal Presidio del Libro per l’anteprima del progetto CoinvolgiMenti (si svilupperà nel 2013), promosso dall’Assessore alla Cultura, Antonio Cerbino, con il patrocinio dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e della Consulta delle Associazioni.

Progetto che ha preso il via proprio con la presentazione del libro “Il compito di Clara” (Leone Editore) di Alessandro Faino, campano di nascita ma massafrese di adozione.

Dopo la breve presentazione del progetto CoinvolgiMenti e i saluti delle Istituzioni presenti, la parola è passata alla relatrice della serata, la professoressa Maria Carmela Pagliari, docente del Liceo “De Ruggieri” e critico molto apprezzato (passa dalla poesia, alla prosa, alla saggistica, all’arte) che ha avvinto tutti i presenti.

Già all’inizio della sua relazione ha evidenziato che da questo romanzo psicologico, “Il compito di Clara” appunto,  si è sentita chiamare in causa, non solo come persona ma soprattutto come insegnante.

“E proprio questo credo sia stato l’obbiettivo del medico Alessandro Faino, oltre che dello scrittore: quello di averci voluto scuotere dall’accidia nella quale molto spesso tutti noi, e in particolare gli educatori. cadiamo”.


Materiale umano delicatissimo è, infatti, affidato agli insegnanti che hann0 il privilegio di vivere con i ragazzi delle varie fasce d’età caratterizzate da problematiche diverse.

E’ fondamentale l’attenzione che un insegnante deve offrire ai propri alunni e Giorgio Ventura, l’insegnante di Clara, per la relatrice ne è un esempio chiarissimo.

Un docente che riesce a cogliere segnali, a decifrare un codice. non solo linguistico ma comportamentale, che potrebbe sfuggire ad un’analisi superficiale della realtà scolastica. Messo in evidenza che in questo  romanzo l’autore ha saputo offrirci affreschi dell’anima attraverso i suoi personaggi solari e riflessivi o inquieti e solitari. Su tutti campeggia l’affresco dato dal personaggio di Clara, bambina che sembra farsi carico con la sua sensibilità del  dolore di coloro che la circondano e trasforma il loro dolore nel suo, attraverso una sorta di (una forma di) catarsi, quasi un sacrificio titanico, più grande di lei, per riscattare gli errori dei suoi cari.

Clara (ha continuato la prof.ssa Pagliari) non è una semplice bambina. Clara è l’identificazione dell’Amore, del senso di responsabilità, della solidarietà che i suoi genitori-bambini non hanno.


“Il compito di Clara” diventa quindi quello di scuotere dal torpore le coscienze, abbattere definitivamente gli egoismi nei quali gli adulti cadono quando non sanno ascoltare e decifrare i segni più o meno celati che gli adolescenti inviano.

La relatrice ha inoltre sottolineato che l’opera  ha riconfermato Faino come uno scrittore attento, fine conoscitore dell’animo umano oltre che del corpo, come la sua professione di medico impone.

“Il suo è un romanzo psicologico ma a tratti realistico con le sue descrizioni geograficamente concrete, le esperienze che potrebbero essere reali (ha fra l’altro detto), è ambientato a Massafra e ne è un omaggio, ma Faino forza la realtà attraverso l’introspezione psicologica e la definizione dei sentimenti, al fine di conquistare una più acuta e veritiera percezione dell’uomo e del mondo, in questo caso dei problemi di una bambina alle prese con la bulimia, malattia che il romanzo supera e trascende, per soffermarsi sul valore universale della solidarietà, un invito a non essere indifferenti in un mondo superficiale, portato al consumismo e alla fretta. Il suo lavoro di medico e l’impostazione scientifica della sua cultura (ha detto ancora la relatrice) hanno il pregio di donargli la capacità di comprensione delle debolezze del corpo e della psiche umane e lo portano ad una descrizione minuziosa degli eventi narrati, ad un rigore logico nel racconto che non manca di punte di meditazione speculativa.


Il disagio esistenziale della bambina è presentato, poi, con estrema delicatezza come anche i sintomi e la manifestazione della malattia, anzi su tutto aleggia la descrizione lirica del calore umano, la consapevolezza della dignità umana nell’eterna lotta contro la paura, il dolore e la morte. Del resto il romanzo ha il pregio di scardinare ogni possibile pregiudizio e di accendere un riflettore su una malattia uguale a qualsiasi altra, che ha bisogno di essere curata con pazienza, amore e professionalità, proprio come tutte le altre, attraverso sinergie di ordine medico, umano, affettivo.


L’alternanza di registri linguistici, psicologico, realistico, filosofico ci offre (ha continuato la prof.ssa Pagliari) uno spaccato della condizione dell’essere umano oggi, delle sue pene, delle sue fragilità, in una realtà di apparente benessere, fatta di molto apparire e poco essere, in nome del dio usa e getta anche nei sentimenti. Il compito di Clara è un grido, è una denuncia che squarcia la coltre del perbenismo oppure un modello, ci dice come dovrebbe essere un maestro, un docente, come dovrebbe essere e comportarsi la società nei confronti di chi si trova in situazioni di disagio.

La relatrice ha anche sottolineato il linguaggio nitido e scorrevole, immediatamente comunicativo, la sintassi lineare. Nella prosa narrativa del romanzo si alternano, infatti, senza alcuna frattura, pagine segnate da una lucida e colorata capacità descrittiva ed altre di impronta saggistica con analisi approfondite di tipo scientifico, filosofico, antropologico, sociologico. Un linguaggio, quello dello scrittore, teso ad evocare emozioni, senza però cadere nel manierismo sentimentale, anzi riuscendo a trasmettere emozioni attraverso la descrizione metaforica dei comportamenti.


La relatrice ha anche evidenziato che nel romanzo c’è la salvaguardia del “cuore antico” di Massafra, con i suoi costumi e usi tradizionali (S. Antonio Abate, il Carnevale, i riti della settimana Santa, ecc.) che rivela il profondo rispetto da parte del “forestiero” Alessandro Faino nei confronti del territorio che lo ha adottato e accolto.

Una relazione dettagliata che ha fornito ai presenti importanti chiavi di lettura e di approfondimento sul testo.


Interessanti anche gli interventi della dietista Tundra Chiariadia (ha analizzato soprattutto gli aspetti medico-comportamentali)., del giornalista ed editore Antonio Dellisanti (ha raccontato alcuni aneddoti inerenti la genesi del libro e il rapporto di collaborazione con l’autore) e della scrittrice, poetessa e saggista prof.ssa Antonietta Benagiamo (ha espresso il grazie all’autore per aver nel suo romanzo posto all’attenzione la bulimia nell’infanzia – (ascia d’età da un certo numero di anni sotto osservazione negli Usa e nei Paesi del cosiddetto benessere – e poi ha rimarcato la raffinata sensibilità critica della docente del Liceo “De Ruggieri” prof. Maria Carmela Pagliari, che con il suo eloquio chiaro ed elegante ha presentato personaggi e momenti significativi del romanzo).

La presentazione è stata accompagnata da un momento visivo attraverso la proiezione del Booktrailer de “Il compito di Clara”, realizzato da Cinemazione Studio e diretto da Domenico Maraglino. Un incontro letterario, un libro, un bel momento culturale, ma anche un pretesto per parlare di un serio problema, spesso invisibile agli occhi di molti. E’ anche questo lo spirito del Progetto CoinvolgiMenti, curato da MassafrArte e dal Presidio del Libro di Massafra, che prevede diverse attività destinate soprattutto agli studenti, dalle scuole materne alle superiori. Il progetto prosegue con alcune iniziative di anteprima dello stesso nel periodo natalizio, per poi svilupparsi pienamente nel 2013.

Nella foto la relatrice Maria Carmela Pagliari con l’autore del libro Alessandro Faino.
(Nino Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!