Home » CULTURA, GENOVA » Presentato alla Feltrinelli di Livorno “Il Commissario Botteghi e il Mago”, romanzo noir di Diego Collaveri con commento introduttivo del mago Silvan (Fratelli Frilli Editori)

Presentato alla Feltrinelli di Livorno “Il Commissario Botteghi e il Mago”, romanzo noir di Diego Collaveri con commento introduttivo del mago Silvan (Fratelli Frilli Editori)

Livorno. Lo scorso 8 ottobre nella libreria La Feltrinelli a si è svolta la prima presentazione del libro “Il Commissario Botteghi e il Mago – l’ultima illusione di Wetryk” di Diego Collaveri, scrittore, poeta,chitarrista, arrangiatore, paroliere, sceneggiatore… Libro di 224 pagine edito da Fratelli Frilli Editori che l’ha stampato nella collana “I Tascabili Noir”.

Alla riuscita presentazione, oltre allo stesso autore Diego Collaveri, sono intervenuti Luciano Donzella, giornalista (lavora al quotidiano Il Tirreno dal 1984 e all’amore per il giornalismo e i viaggi unisce quello per l’illusionismo e l’arte magica, è  esperto di storia della magia e presidente del club “Corte dei Miracoli” (è anche il fondatore della “House of Magic”, l’unico locale dedicato alla magia in Italia)  e Fabrizio Ottone, presidente delle Guide Labroniche.
Il volume si avvale dell’introduzione del mago italiano più famoso al mondo Silvan che ha scritto:

“Ma come si fa? Come si fa a scrivere così bene una storia che ispirandosi a Wetryk, famoso illusionista livornese  degli anni Venti del secolo scorso, ha il pregevole merito di affascinare il lettore fin dalle prime righe? Il mago delineato storicamente, in funzione del  superbo plot narrativo dell’autore, ha la prerogativa di far germogliare nell’inconscio del lettore una piacevole trepidante magica suspence  in attesa di scoprire il trucco  e… l’assassino! Diego Collaveri è bravo? No. Di più”.

Ma torniamo al volume. Ci troviamo a Livorno. La morte di un notaio, in una villetta liberty sul viale Italia, sembra legata alla vendita dell’immobile e al suo originale proprietario Antonio Pastacaldi, conosciuto in tutto il mondo come Wetryk, illustre mago livornese del secolo scorso, oggi dimenticato, ritiratosi misteriosamente all’apice del successo. L’interesse degli acquirenti, appartenenti al settore illusionismo, verrebbe dal casuale ritrovamento di una lettera in cui il mago rivela di un favoloso trucco per il suo grande rientro, purtroppo mai avvenuto, ma l’apparizione di un fantomatico erede sta rischiando di scombinare i loro piani. Pur affascinato dal mistero di Wetryk, il commissario si mostrerà scettico, restando coi piedi per terra, fino a quando una scoperta eccezionale lo farà ricredere. Riscoprendo l’ascesa e la caduta nell’oblio del nome di Wetryk, riuscirà Botteghi a strappare il velo dell’illusione che nasconde la verità sul caso, restituendo al tempo stesso alla città il suo illustre concittadino, rivelandone l’antico segreto?

Come abbiamo già detto, autore è Diego Collaveri,  nato a Livorno il 27 febbraio 1976. che dal 1992 al 2000 ha lavorato in campo musicale, collaborando con Emi Music come chitarrista, arrangiatore e paroliere. Nel 2000 ha cominciato a scrivere narrativa e poesia, ottenendo premi e riconoscimenti. Nel 2001 vira verso la sceneggiatura, prima teatrale e poi per il cinema breve; l’anno successivo con la prima regia vince il concorso “Minimusical” indetto da La Repubblica e Fandango, con quest’ultima collaborerà come sceneggiatore per i successivi quattro anni.

Ma non è tutto. Ha anche intrapreso un percorso didattico/formativo con vari registi italiani (tra cui Paolo Virzì, Davide Ferrario, Ruggero Deodato, Francesco Falaschi, Umberto Lenzi), studiando storia della cinematografia mentre lavora sui vari set. Nel 2003 ha fondato la Jolly Roger productions, etichetta indipendente per produzioni video (videoclip, backstage, live show, booktrailer). Nel 2006 è stato invitato dall’Università di Pisa, dipartimento Cinema Musica Teatro, a intervenire nell’ambito del seminario “il cinema classico Hollywoodiano”. Nel 2009 è stato inserito nell’Enciclopedia degli Scrittori Contemporanei. Nel 2013 alcuni suoi racconti noir sono apparsi sul settimanale “Cronaca Vera”. Dal 2014 collabora con LaTelaNera.com come critico cinematografico. Dal 2015 al 2017 è docente di sceneggiatura e storia del cinema presso Scuola di Scrittura Carver di Livorno.

Nel 2018 è tra i docenti del corso Form.Ed – Tecnico della Gestione delle Fasi di Lavorazione Editoriale indetto da Provincia di Livorno e Regione Toscana. È tra gli ideatori di “Paura sotto la Pelle”, prima rassegna di incontri in Italia dedicata al genere mistery/crime e le sue trasposizioni tra narrativa, cinema e fumetto, tenutasi a Bologna a dicembre 2017, patron Pupi Avati. Finalista Premio Alberto Tedeschi – Il Giallo Mondadori 2015. Finalista Garfagnana in Giallo 2016 e 2017. Menzione speciale della giuria Festival Giallo Garda 2017 e 2018, Premio Best al premio letterario internazionale di Montefiore 2018. Oltre alla serie “Anime Assassine”, nel genere noir è autore per Fratelli Frilli Editori di “L’Odore Salmastro dei Fossi”, “Il Segreto del Voltone”, “La Bambola del Cisternino” (in concorso al Premio Scerbanenco 2017).

Per contatti con l’autore, e-mail: diego.collaveri@gmail.com

Per altre notizie o richiesta del libro rivolgersi a Fratelli Frilli Editori S.r.l. – Via Priaruggia, 33/r – 16148 Genova; tel. 0103071280;3663131664; e-mail: contact@frillieditori.com

Nelle foto la copertina del romanzo giallo “Il commissario Botteghi e il Mago” e il suo autore Diego Collaveri.“
(E.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2019 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!