Home » NEWS FUORI REGIONE » Presentati a Venafro due nuovi libri di Filippo De Angelis (Edizioni Eva)

Presentati a Venafro due nuovi libri di Filippo De Angelis (Edizioni Eva)

Venafro/Isernia. Si è tenuta giovedí scorso a Venafro, la presentazione di due nuovi libri di Filippo De Angelis, Tenente Colonnello dei Carabinieri, in aus., “E non è mai troppo lungo il giorno” (Edizioni Eva – Venafro, 2011) e “Er resto… so’ accessori” (La stanza del Poeta – Gaeta 2012). Due raccolte di poesie, la prima in lingua, la seconda in dialetto romanesco. Solo poco piú di un anno fa De Angelis aveva pubblicato la raccolta di poesie “Peraforte de ’na ota e de mo’” nel dialetto del suo paese di origine, Pietraforte, frazione di Pozzaglia Sabina (RI).

Dopo un’introduzione di Franco Valente, che prendendo spunto dalle poesie in romanesco di De Angelis, ha ricordato e letto il sonetto di Giuseppe Gioacchino Belli “Er fatterello de Venafro”, ha portato il suo saluto Mario Pietracupa, presidente del Consiglio regionale, che ha usato parole di stima per Filippo De Angelis e apprezzamento per la sua attività in campo culturale.

Hanno poi preso la parola i relatori Amerigo Iannacone, Aldo Cervo e Giuseppe Napolitano, tutti e tre noti poeti, scrittori e critici letterari.

Ognuno dal suo punto di vista ha analizzato le opere di Filippo De Angelis, mettendo in risalto la sua notevole capacità di manipolare il materiale linguistico, oltre che i messaggi sempre edificanti della sua poesia. Filippo De Angelis, è poeta che si ispira per la forma alla tradizione classica italiana (e frequenta molto il sonetto), ma affronta temi attualissimi, dedicandosi spesso a una poesia civile, pienamente realizzata.

Riportiamo di seguito un sonetto satirico dalla raccolta “Er resto… so’ accessori”.

L’avarizia

Richetto de Trastevere era avaro

e nun spenneva er becco de ’n quatrino,

mai ’na cena, mai in un festino,

teneva stretto a sé solo er denaro

Pe da’ dimostrazione ar Padreterno

de come se gestisce er conto ’n banca

metteva i documenti ’n cassapanca

pensanno de portasseli all’inferno.

Ammucchiava li sordi, tanto accorto,

contava e ricontava tutto er giorno

attento a nun avé nessuno ’ntorno,

ma ’na matina lo trovorno morto.

A spenne cominciò l’ereditiero

co na mignotta dentro ar cimitero.

Nella foto un momento della presentazione: Da sx: Amerigo Iannacone, Aldo Cervo, Filippo De Angelis, Giuseppe Napolitano e Franco Valente.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!