Home » ARTE » Venezia. Presentata la Biennale Architettura del 2018

Venezia. Presentata la Biennale Architettura del 2018

Venezia. Il presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta, ha presentato la sedicesima edizione della Mostra Internazionale di Architettura che si svolgerà a Venezia dal 26 maggio al 25 novembre 2018. L’ incontro con la stampa è avvenuto nella splendida cornice di Ca’ Giustinian dove sono stati presentate le curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara. Già annunciate anche le date delle vernici che si svolgeranno nei giorni 24 e 25 maggio ai Giardini e all’Arsenale, oltre che nei vari luoghi di Venezia dove saranno ospitati i padiglioni nazionali. Le due curatrici Farrell e McNamara hanno voluto intitolare la mostra 2018: ” Freespace”.

Le motivazioni di questa scelta le hanno spiegate ampiamente le stesse protagonste: “Freespace – hanno detto- rappresenta la generosità di spirito e il senso di umanità che l’architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l’attenzione sulla qualità stessa dello spazio. Freespace si focalizza sulla capacità dell’architettura di offrire in dono spazi liberi e supplementari a coloro che ne fanno uso, nonché sulla sua capacità di rivolgersi ai desideri inespressi dell’estraneo”.

Ed hanno poi ancora ribadito: “Freespace vuol celebrare l’abilità dell’architettura di trovare una nuova e inattesa generosità in ogni progetto, anche nelle condizioni più private, difensive, esclusive o commercialmente limitate. Freespace invita a riesaminare il nostro modo di pensare, stimolando nuovi modi di vedere il mondo e di inventare soluzioni in cui l’architettura provvede al benessere e alla dignità di ogni abitante di questo fragile pianeta”.

La Farrel e la Mc Namara hanno affermato anche che la mostra potrà essere interpretata come uno spazio di opportunità, uno spazio democratico, non programmato e libero. Verranno anche celebrati degli esempi di generosità e di sollecitudine nell’architettura in tutto il mondo. “Siamo convinte- hanno concluso le curatrici- che la capacità fondamentale dell’architettura sia quella di promuovere e supportare l’importante contatto che sussiste tra le persone e lo spazio”.

Grande soddisfazione ha espresso lo stesso Presidente Paolo Baratta:”Come nelle precedenti edizioni della Biennale di Architettura procediamo la nostra indagine sul rapporto tra architettura e società civile. Lo scollamento tra architettura e società civile, e cioè la crescente difficoltà di quest’ultima a esprimere esigenze e predisporre risposte adeguate, ha condotto a fenomeni di urbanizzazione drammatici e caratterizzati da una gravissima assenza di spazi pubblici, o sviluppi governati dall’indifferenza come le periferie. L’assenza di architettura impoverisce il mondo e riduce il benessere conseguito con lo sviluppo economico e demografico. Riscoprire l’architettura vuol dire tornare a esprimere un forte desiderio per la qualità dello spazio nel quale viviamo, una ricchezza da tutelare, da rinnovare e da creare. La prossima Biennale si muoverà su questa via”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!