Home » MUSICA » Premio “Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore” alla sua IV edizione

Premio “Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore” alla sua IV edizione

Anacapri. Grande attesa per la serata finale della IV edizione del Premio Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore. La kermesse musicale, che vede la direzione artistica del giornalista e scrittore Roberto Gianani, è inserita nel cartellone dei festeggiamenti della Settembrata Anacaprese e si terrà il 2 settembre 2011 nella splendida piazza San Nicola. La tradizionale manifestazione folkloristica isolana è dedicata, quest’anno, ai 150 anni dell’Unità d’Italia.La conduzione dell’evento musicale è affidata al giornalista Rai Andrea Vianello che sarà affiancato dalla giovane e bellissima attrice Francesca Ceci.I sette finalisti, selezionati tra i numerosissimi partecipanti, si esibiranno sul prestigioso palco tanto caro a Bruno Lauzi. A giudicare i loro brani inediti, la giuria degli esperti presieduta, ancora una volta, dal Maestro Gianfranco Reverberi e composta da Maurizio Lauzi, figlio del cantautore genovese, Edoardo Vianello, Peppino di Capri, Mariella Nava, Carlo Marrale (ex Matia Bazar), Franco Fasano, dal musicologo Pietro Gargano e  dai giornalisti Alessandro Cecchi Paone e Alberto Zeppieri. Le performance di alcuni dei giurati, si alterneranno a quelle dei finalisti.Nel corso della serata sarà consegnato anche il “Premio Anacapri Penna d’Autore” a Marino Bartoletti, storico giornalista Rai, appassionato cultore della musica di qualità. Sarà premiato da Giuseppe Aquila, amministratore delegato di Montegrappa Italia, con una penna tricolore, appositamente realizzata dalla maison di Bassano per celebrare l’anniversario dell’unità d’Italia. Vogliamo evidenziare l’importanza di questo Premionon certo solo perché riservato ai giovani cantautori, ma,principalmente, perché ci ricorda il cantautore genovese Bruno Lauzi, il cantautore scomparso nel 2006 all’età di sessantanove anni (era affetto dal morbo di Parkinson). Insieme a Umberto Bindi, Gino Paoli e Luigi Tenco fu uno dei fondatori della cosiddetta “scuola genovese”. Alla fine degli anni Sessanta conobbe Lucio Battisti ed entrò nella sua casa discografica: la “Numero Uno”. Un artista che rimane indimenticabile. Ci piace ricordare alcune delle sue canzoni che lo rendono sempre vivo tra noi: “E penso a te”, “L’aquila”, “Amore caro, amore bello”. Ebbe a scrivere anche canzoni per altri artisti (“Lo straniero” per George Moustaki, “Quanto t’amo” per Johnnny Holliday, “L’appuntamento” per Ornella Vanoni, “Piccolo uomo” per Mia Martini, ecc.). Scrisse anche belle canzoni dedicate al mondo dei bambini (“La tartaruga”, “Johnny Bassotto” ed altre). Negli ultimi anni, in tanti lo ricordano,divenne anche discografico ed editore di se stesso (fondò la casa editrice “Pincopallo” ed insieme a Maurizio Fabrizio pubblicò uno degli album più significativi della sua carriera: “Il dorso della balena”. I nostri lettori, che desiderano altre informazioni sull’importante manifestazione, possono rivolgersi a Maria Rispoli dell’Ufficio stampa di Vele Bianche editori – Piazza Matteotti, 7 – 80133 Napoli – Italia (velebiancheeditori@libero.it).
(Rossella Bellinvia)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!