Home » ARTE, SAVONA » Ponentini di ritorno dalla Biennale di Architettura di Venezia

Ponentini di ritorno dalla Biennale di Architettura di Venezia

Savona. Di ritorno dalla Biennale Architettura un gruppo di architetti, critici d’arte, giornalisti e fotografi ponentini fra cui Pascal Mc Lee, Armando D’ Amaro, Adalberto Guzzinati ed Italo Gafà hanno commentato la visita alla XIV Biennale d’Architettura.

“La mostra internazionale di architettura di quest’anno – dice Italo Gafà, architetto ed artista – a mio parere è stata caratterizzata in particolare dalla grande importanza che è stata data all’abitazione. Non solo la casa che si ispira al celebre progetto “Domino” di Le Corbusier, ma a tutte le svariate progettazioni che tutti i padiglioni esteri hanno voluto dedicare al luogo dove trascorriamo gran parte del tempo del non lavoro”.

Case speciali, case ideali dunque da quella di Le Corbusier a quella altrettanto celebre del regista francese Tati che rappresentano davvero l’aspetto più interessante della spettacolare mostra ospitata nei celebri e storici spazi espositivi dei Giardini della Biennale e dell’ Arsenale.

“I padiglioni esteri – ci ha detto il celebre collezionista ed editor Armando D’ Amaro – si sono riferiti alla traccia proposta dalla mostra presentando interessanti variazioni sul tema: i francesi, con la casa di “Mon Oncle” – Jacques Tati, gli inglesi con Greast Britain-A: Clockwork Jerusalem. Photo By Andrea Avezzù, i finlandesi con i progetti di Alvar Aalto e Re-Creation, con le foto di Andrea Avezzù, i giapponesi con una serie di svariate proposte ed i turchi con una ricerca sulle modalità di percezione di alcuni luoghi simbolo del loro Paese”.

Una Biennale Architettura che è giunta alla 14^ edizione e che sta per chiudersi avendo un grande successo: “Fra i padiglioni nazionali quelli che più hanno entusiasmato – dice Adalberto Guzzinati – segnalerei la Cina, con un progetto che utilizza in maniera geniale un modulo ricavato da materiali di riutilizzo e con il quale è possibile realizzare praticamente qualsiasi cosa, la Francia con l’omaggio a Villa Arpel di Jacques Lagrange e l’ Olanda che ha ricordato il grande architetto Jaap Bakema”.

Grande successo anche per “Elements of Architecture”, al Padiglione Centrale, dove sono stati presentati gli elementi fondamentali dei nostri edifici, utilizzati da ogni architetto, in ogni tempo e in ogni luogo: pavimenti, pareti, soffitti, tetti, porte, finestre, facciate, balconi, corridoi, camini, servizi, scale, scale mobili, ascensori, rampe e per “Monditalia” con esposizioni, rappresentazioni teatrali ed eventi che interessano l’architettura, la politica, l’economia, la religione, la tecnologia, l’industria, insomma la vita di ogni cittadino. Per quanto concerne il Padiglione Italia da segnalare infine nello splendido laboratorio di “ Innesti- Graftings” di Cino Zucchi il bellissmo omaggio alla storia dell’architettura milanese moderna e contemporanea.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!