Home » CULTURA, IMPERIA » Poesia dialettale: “Bellissimi versi 2014” a “E béstie” di Roberto Rovelli

Poesia dialettale: “Bellissimi versi 2014” a “E béstie” di Roberto Rovelli

Dolcedo. Si è svolta nel pomeriggio ieri, domenica 3 agosto,  a Bellissimi, frazione di Dolcedo, la cerimonia di premiazione del  V Concorso di poesia dialettale ligure “Bellissimi versi”, organizzato dall’Associazione culturale “Amici di Bellissimi”, presieduta da Giovanna Marzuoli Orengo, in collaborazione con il Comune di Dolcedo.

Sulla caratteristica piazzetta della chiesa  Nostra Signora della Misericordia, sede di tanti eterogenei eventi, autori di tutta la Liguria hanno portato la loro opera che riguardava un tema ben preciso:  ”Dumèšteghi e sarvàighi i a(r)imai ch’a l’amu d’aturnu” (Domestici e selvatici, gli animali che abbiamo attorno).

I membri della giuria e il presidente della stessa, Natalino Trincheri, anima dell’Associazione “Amici di Bellissimi”,  si sono complimentati per l’ottimo livello delle poesie ricevute e per il loro numero: 37 componimenti da ben 28 autori. Ognuno di loro ha affrontato la prova in modo molto personale: lo dimostra la varietà di animali che sono stati protagonisti… il gatto, il cane, gli uccelli e altri ancora, ma anche insetti come la zanzara, la farfalla…

Ad allietare il pomeriggio, suonando brani di musica classica, due giovani artisti, Stefano Bartoldi al pianoforte e Leonardo Poli al violoncello. La loro bravura e preparazione ha dato un tocco di importanza all’evento.

Tra i partecipanti fuori concorso, perché minorenni, due simpatiche bimbe “figlie d’arte”, anzi “nipoti d’arte”, di 10 ed 11 anni, che hanno anche offerto lo spunto per iniziare il prossimo anno una sezione per giovanissimi autori: Mariachiara e Margherita Calvini hanno rispettivamente scritto “L’amicissia” , “Suta u su” e U buscu e a parpajŏra”. Un premio alla carriera è stato assegnato ad un ligure di adozione, Gennaro Mercadante, con “U gattu”.

Mario Calvini con la poesia  “A parpaiŏra”. si è invece aggiudicato il premio della giuria popolare, riunitasi il giorno 30 luglio.

Il primo premio della V edizione del Concorso è stato assegnato a “E béstie” di Roberto Rovelli, in dialetto della Mortola. Sul secondo posto del podio si è piazzata “Főra u gatu” di Costanza Modena, in dialetto sanremasco. Terza classificata la poesia  “A pecetà” di Paolo Berardi, in dialetto di Oneglia.

A tutti i partecipanti al concorso è stato consegnato un simpatico gufetto in terracotta, un portafortuna creato dall’opera di Vasco Venturi, artigiano di Montelupo Fiorentino. Gli sponsor, che sempre sostengono le iniziative che vedono la Frazione di Bellissimi protagonista, sono stati: il frantoio Ghiglione di Dolcedo, la ditta Carli di Imperia, La Blumen-Riviera, le Grafiche Amadeo, la Cia Confederazione Italiana Agricoltori.

La presidente della giuria Giovanna Marzuoli, dopo aver ringraziato tutti i convenuti, ha ricordato che l’iniziativa ha ragione di esistere grazie alla partecipazione di tanti valenti autori, provenienti da tutta la Liguria, e all’operato dei membri dell’Associazione “Amici di Bellissimi” e di tanti abitanti la splendida frazione della Val Prino.
(A.D.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!