Home » BACHECA WEB, SAVONA » Pietra Ligure. Don Luigi Fusta va in pensione

Pietra Ligure. Don Luigi Fusta va in pensione

Pietra Ligure. Dopo aver guidato la parrocchia di San Nicolò per oltre 16 anni va in pensione il canonico don Luigi Fusta (nella foto) uno dei sacerdoti più amati e stimati della diocesi ingauna.

Il parroco, che era alla guida della basilica di San Nicolò dal 1998, ha infatti compiuto il 27 luglio scorso 75 anni e, come prevede il Codice di diritto canonico, deve lasciare l’incarico. Domenica perciò Don Luigi celebrerà le ultime messe e saluterà i suoi fedeli dopo aver contribuito con grande impegno, intraprendenza e spirito di sacrificio, in questi ultimi anni, al completamento dei lunghi lavori di restauro dell’ imponente complesso religioso della Basilica pietrese.

Il vescovo diocesano monsignor Mario Oliveri non ha ancora annunciato il nome del sacerdote che arriverà a Pietra Ligure per sostituire don Fusta. La reggenza sarà affidata temporaneamente al vicario diocesano monsignor Giorgio Brancaleoni.

Don Fusta è nato a Castelletto di Busca, in provincia di Cuneo. Era entrato nel seminario di Albenga nel 1956 ed è stato ordinato sacerdote il 23 giugno 1960 nel duomo di Saluzzo. Ha ricoperto l’incarico di vice parroco nella cattedrale di San Michele Arcangelo ad Albenga, poi è stato per molti anni arciprete a Vadino (parrocchia di San Bernardino ) prima di arrivare a Pietra Ligure. Don Luigi ha ricoperto anche importanti incarichi diocesani: nel 1997 vicario foraneo di Pietra Ligure e responsabile delle relative 14 parrocchie vicariali, nel 2000 assistente diocesano Incontri Matrimoniali, dal 2007 canonico della cattedrale, ha collaborato attivamente con le locali società sportive e di volontariato, con le aggregazioni laicali Azione Cattolica, Agesci, Adp, Acli, Anspi e le numerose ed attive confraternite del vicariato ingauno e pietrese.

Di recente anche un altro fra i più noti ed anziani sacerdoti della diocesi di Albenga-Imperia è andato in pensione. Si tratta del parroco di Chiusavecchia don Ferdinando Fragola, 92 anni, di cui più di 40 trascorsi nella chiesa di San Biagio e Francesco di Sales.

Se il nome del successore di don Fusta non è ancora noto, a succedere a don Fragola è stato designato invece un giovane sacerdote, don Matteo Boschetti.

Don Ferdinando venne nominato a Chiusavecchia nel 1975. Non dovette preoccuparsi solo della sua parrocchia, dato che il vescovo gli affidò anche i fedeli di Cesio, quelli della frazione di Borgoratto e gli affidò anche l’incarico di assistente spirituale ed ecclesiastico degli ospiti della casa di riposo e dell’ asilo Agnesi di Pontedassio.

Il suo successore, don Matteo Boschetti, è nato nella frazione imperiese di Torrazza. Don Ferdinando, è nato a Garessio ed è stato ordinato sacerdote il 13 ottobre 1946. Oltre ad occuparsi dei suoi parrocchiani don Ferdinando è sempre stato molto impegnato in progetti educativi e sociali ed ha anche sostenuto le numerose ed importanti iniziative devozionali e caritatevoli della sezione parrocchiale di Adp (Apostolato della Preghiera) e delle Confraternite di San Giovanni Battista a Cesio e dei Flagellanti dei Santi Rocco e Sebastiano a Chiusavecchia.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!