Home » NEWS FUORI REGIONE » Pienone al Parco del Triglio per la due giorni di natura e ambiente dello Statte Green Fest

Pienone al Parco del Triglio per la due giorni di natura e ambiente dello Statte Green Fest

Statte/Taranto. La prima edizione dello Statte Green Fest si consacra come un successo. Il buon esito dell’iniziativa che avrà una sua propaggine artistica nella prossima metà di giugno con lo spettacolo rinviato a causa del maltempo dell’attore e regista Sebastiano Somma (Teatro Naturale di Leucaspide), si deve ad un insieme di ingredienti tutti sapientemente miscelati dall’Assessorato all’Ecologia e Ambiente del Comune di Statte, retto da Vincenzo Chiarelli e coordinati dall’ideatore e  promotore dell’iniziativa, il giovane consigliere comunale Ivan Orlando.

Un flusso di gente continuo e costante gli scorsi sabato e domenica ha affollato infatti il Parco del Triglio, prima propaggine del Parco delle Gravine di terra jonica, visitando l’area floro-faunistica, la Chiesa di San Michele e soprattutto esplorando (prima volta in assoluto di apertura al pubblico) le gallerie sotterranee dell’antico acquedotto romano.

Una esperienza unica e sensazionale per oltre 400 persone, molte provenienti da fuori provincia, che attraversando i percorsi dell’acqua, del culto e della natura hanno potuto apprezzare una parte di territorio finora superficialmente misconosciuta.

L’amministrazione comunale ha creduto nel progetto, a partire dal Sindaco Angelo Miccoli e dall’Assessore Chiarelli, fino ai tecnici e funzionari dell’ente che hanno consentito la riapertura in tempi rapidi di due gioielli del nostro patrimonio naturale, Il Parco del Triglio e il Teatro Leucaspide, che meritano di essere rivalutati e considerati per l’ampio valore storico e ambientale che rappresentano.

Un progetto che poggia le sue fondamenta sul contributo economico di sponsor (come: CISA, ANCE Confindustria, SIT, Nardoni Lavori e L’Oro Due), ma anche sulla volontà e la passione delle associazioni di Statte che si sono rese protagoniste di tanto impegno.

Sono state il vero valore aggiunto dell’iniziativa (spiega ancora Ivan Orlando) un patrimonio umano e di conoscenze senza il quale sarebbe stato impossibile realizzare un evento così complesso in così poco tempo.

Il ringraziamento dell’amministrazione va dunque al Gruppo Speleo Statte, al CEA Janet Ross che hanno accompagnato i visitatori lungo il percorso in gravina e nelle gallerie sotterranee dell’acquedotto del Triglio e alla Pro-Loco di Statte che ha curato la postazione della Chiesa di San Michele, realizzando un piccolo stand musicale e la degustazione di prodotti tipici.

Grande entusiasmo anche attorno alla caccia al tesoro, organizzata dal Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze di Statte (Scuola media Leonardo da Vinci), per il reportage fotografico realizzato dal Circolo Fotografico “Controluce” e per il sostegno tecnico fornito dall’Associazione “Arcobaleno”.

Intanto il successo dell’iniziativa invita gli organizzatori a crederci ancora.

Qui c’è un’offerta turistica eco-sostenibile e alternativa, dedicata a chi ama la natura e il contatto diretto con la storia (ha detto ancora il consigliere delegato al Green Fest, Ivan Orlando) e chissà che non sia questa la chiave di lettura per il futuro di una comunità che sta imparando ad amarsi.

Nella foto l’assessore Vincenzo Chiarelli.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!