Home » NEWS FUORI REGIONE » Per ricordare i caduti di tutte le guerre

Per ricordare i caduti di tutte le guerre

Mottola (Ta). Per ricordare i caduti di tutte le guerre e rendere onore ed omaggio al Tricolore, anche quest’anno, la comunità mottolese ha voluto festeggiare la giornata del 4 novembre, con una cerimonia commemorativa, che ha visto come protagonisti indiscussi il senso patriottico ed il valore della pace.

In molti, ieri mattina, si sono ritrovati dinanzi al monumento dei caduti, per ricordare il sacrificio eroico di molti nostri connazionali: dal sindaco Luigi Pinto ai consiglieri ed assessori comunali, dalle rappresentanze militari alle associazioni combattentistiche e d’arma del posto. E, poi, le scolaresche, tanti civili e la banda “U. Montanaro”. Tutti, accomunati dalla stessa volontà: ricordare quelle “vittime della patria”, che, memori del loro dovere di Italiani, hanno sacrificato la vita e gli affetti per il futuro di un’Italia unica ed indivisibile.

Il corteo, partito alle 9,30 dal Municipio, ha raggiunto la chiesa di Santa Maria Assunta, per la santa messa, celebrata da don Luigi Conte, per, poi, proseguire verso il sagrato, dedicato alle vittime della guerra, ove è stata deposta una corona d’alloro.

Prima la benedizione, affidata a don Luigi, che ha volto sottolineare come ‹‹il 4 novembre sia un giorno della memoria. I caduti, che hanno lasciato un segno nella storia – ha detto – devono essere ricordati e rivalutati, affinchè i giovani comprendano i valori della vita, della pace, della libertà, a cui le nuove generazioni vanno educate. Quello della patria è un valore che ci viene consegnato da chi è caduto in guerra ed è nostro compito tutelarlo, nel rispetto dell’umanità››.

Una celebrazione, quella dedicata alla Giornata dell’Unità Nazionale e della Forze Armate, che, come ricordato dal sindaco Pinto, ‹‹quest’anno, ha assunto una maggiore rilevanza per la concomitante ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale. Il primo cittadino ha voluto ripercorrere, nell’occasione, la storia dell’unità d’Italia, sottolineando proprio il contributo che la Grande Guerra ha dato a quel processo di unificazione, rispetto alle dilaganti idee separatiste dell’epoca. Ma il percorso non è ancora terminato e richiede attenzione ed impegno quotidiano. Quella odierna – ha detto Pinto – non è solo una festa della memoria, ma una festa attuale per tutti coloro che, portando con orgoglio la divisa, ogni giorno sono impegnati in missioni di pace››.

E’ toccato ai bambini delle scuole leggere i nomi dei connazionali mottolesi, caduti sotto la scure delle guerre fratricide. Sono stati gli stessi a deporre dei mazzi di crisantemi ai piedi del monumento, a loro dedicati, per poi, far volare, verso il cielo dei palloncini di colore verde, bianco e rosso, come il nostro Tricolore. Il corteo è poi, ripartito, vedendo anche la partecipazione, oltre che della Polizia Municipale, della Forestale e dei Carabinieri, anche del com. Serini del 36^ Stormo dell’Aeronautica Militare.

Nella foto, un momento della commemorazione
(Maria Florenzio)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!