Home » POLITICA, PRIMO PIANO, SAVONA » Pasqualini presenta il rilancio dello scalo, a Villanova d’Albenga una concessione ventennale

Pasqualini presenta il rilancio dello scalo, a Villanova d’Albenga una concessione ventennale

Villanova d’Albenga. “Finalmente ora Villanova d’Albenga  potrà decollare e realizzare dei piani industriali di rilievo – Con queste sintetiche parole l’amministratore delegato Alessandro Pasqualini ci ha sintetizzato a fine conferenza stampa il nocciolo dell’importante annuncio fatto ad inizio riunione dal Presidente Gianfranco Sasso: “Abbiamo ottenuto una concessione in regime totale ventennale ed ora possiamo finalmente decollare”.

Dopo un complicato iter che ha visto impegnati i vertici di Ava (Aeroporto di Villanova d’Albenga) per tanti anni in una lunga battaglia per affermare la propria identità ed ottenere concessioni che dessero impulso allo scalo, ora c’è naturalmente entusiasmo: “L’importanza della concessione ventennale apre nuovi orizzonti per lo scalo: adesso l’aeroporto può quotarsi. Gli istituti di credito hanno già dato la loro disponibilità a discutere su una ristrutturazione vera. A breve avvieremo le procedure per la privatizzazione attraverso un bando europeo. Ma l’aspetto più importante è rappresentato dal fatto che finalmente abbiamo un Master Plan per gli investimenti ed i bilanci potranno assumere un indirizzo positivo nei prossimi anni”.

Soddisfatto anche Angelo Vaccarezza: “Nel 2009 sono entrato alla presidenza della Provincia che la partecipazione dell’ Ente in Ava era del 19 per cento e sto lasciando l’incarico con una provincia che ne detiene il 42 per cento. In tutti questi anni abbiamo sempre sostenuto l’aeroporto villanovese, anche a volte subendo delle critiche. Ora con la privatizzazione e l’ uscita degli enti pubblici dalla società tutti toccheranno con mano che si trattava di operazioni oculate e che avevamo visto bene e lontano. Con la privatizzazione infatti si potranno vendere le quote ricavando degli utili”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della camera di Commercio Luciano Pasquale: “L’ente camerale ha sempre sostenuto lo scalo villanovese che ora si presenta con le carte in regola per un ulteriore ed importante itinerario di crescita. L’insediamento Piaggio rappresenterà anche un ulteriore apporto per far decollare Ava. Con la privatizzazione forse non ci rifaremo di tutto quanto abbiamo negli anni investito nell’aeroporto, ma il risultato di oggi evidenzia come il nostro investimento a lungo termine sia stato positivo e possa portare benefici sia occupazionali che per il territorio”.

Anche l’ingegner  Camillo Enrile,  socio privato di maggioranza si è detto fiducioso: “Speriamo ora di vedere attraverso la privatizzazione un processo di sviluppo per lo scalo che ci consenta di recuperare quanto investito con fiducia nel corso degli anni nell’aeroporto di Villanova”.

Anche Gianluigi Taboga, che ha parlato a nome delle associazioni dei consumatori liguri, si è detto fiducioso nel futuro di Villanova: “Nello scalo ha detto Taboga – verrà attuata una procedura che prevede l’accettazione della Carta dei servizi che garantiranno per l’utenza uno standard ottimale dei criteri di qualità dei servizi svolti nello scalo”.

Per vent’anni dunque l’Ava ha ottenuto dal Ministero la concessione dell’aeroporto: “La concessione è iniziata il 25 settembre – conclude Pasqualini – e durerà per vent’anni. Con questa operazione che dischiude molte possibilità cambia naturalmente la potenzialità dell’aeroporto i cui bilanci futuri sicuramente miglioreranno”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!