Home » NEWS FUORI REGIONE » Palazzo della Cultura. Domenica l’Associazione Culturale “MassafraNostra” organizza tesseramento anno associativo 2013

Palazzo della Cultura. Domenica l’Associazione Culturale “MassafraNostra” organizza tesseramento anno associativo 2013

Massafra. L’edizione 2013 del Palio della Mezzaluna è alle porte e l’Associazione Culturale “MassafraNostra” organizza il suo tesseramento per l’anno associativo 2013 con l’auspicio di aggregare fra le sue fila nuovi soci e simpatizzanti attraverso un momento di incontro e di gruppo che si svolgerà domenica 16 giugno 2013 a partire dalle ore 19.00 presso il Palazzo della Cultura.

Sarà possibile diventare soci dell’associazione MassafraNostra presso l’info point, sito nel Palazzo della cultura.

Dal 2007 e dopo mezzo secolo  dalla prima edizione, il Palio della Mezzaluna è ritornato in auge, più bello e più ricco di figuranti.

Lo si deve alla ferma volontà dell’Associazione Culturale MassafraNostra che, con entusiasmo e profondo amore verso la  cultura e le tradizioni schiette e genuine, ha profuso grandi energie alla sua realizzazione, avendo come obbiettivo il recupero della memoria collettiva, il piacere di sentirsi uniti sotto un simbolo, quale è appunto il nostro Palio, che racchiude la storia della nostra città e del nostro popolo, di cui la battaglia del Tara non è che un singolo episodio.

Associazione culturale per il recupero e la valorizzazione delle tradizioni popolari per far “rivivere” la Città attraverso la storia e le tradizioni.

Con questo obbiettivo nacque l’Associazione Culturale MassafraNostra, nell’agosto del 2006.

Ormai al suo settimo anno di vita, mantiene inalterata  la sua volontà di riproporre Il Palio della Mezzaluna, manifestazione che esalta i  valori della cultura e della nostra storia.

Per l’Associazione MassafraNostra, il riproporre una “Massafra che non c’è più” e che vive nei nostri  vecchi album di fotografie o ai margini di documenti antichi, non significa bloccarsi su sospirati e nostalgici ricordi, ma ripercorrere un lungo cammino fatto di ricerche sul territorio, di studi, di traguardi raggiunti ma anche un ritrovare quei valori forti e sani, che oggi sono (o dovrebbero essere) alla base della civile convivenza.

L’associazione, aperta ad ogni contributo culturale ed organizzativo, si presenta con l’intento primario di essere un valore aggiunto, storico-culturale, per la Città di Massafra.

I massafresi tutti, e non solo, sanno tutto de “Il Palio della Mezzaluna”, ma vogliamo anche renderlo noto ai nostri lettori.

“Era l’anno di grazia 1594. Un’ingente quantitativo di truppe saracene era sbarcato di fronte a Massafra e minacciava di distruggere il lavoro dei nostri avi. All’appello lanciato dal Vescovo di Mottola Jacobi, un gruppo di massafresi accorse e riuscì a ricacciare il nemico. I massafresi a ricordo della gesta gloriosa indissero giochi in costume storico, dal quale derivò in seguito il Palio. Durante gli anni della dominazione borbonica, per ragioni di ordine politico tale manifestazione venne proibita e col tempo fu dimenticata. Ma alcuni giovani ed ardimentosi massafresi hanno voluto rispolverare il ricordo e si sono adoperati affinchè il Palio potesse risorgere.” (Voce Nostra anno 1 n. 5 – 6, Agosto – Settembre 1957)

Il Palio della Mezzaluna, manifestazione storico-rievocativa in costume della battaglia tra massafresi e turchi, sul fiume Tara, del 14 settembre del 1594, fu istituita nell’ambito del “Settembre massafrese” nella seconda metà degli anni Cinquanta.

Infatti un gruppo della allora Pro loco di Massafra, nell’ambito del “Settembre massafrese”, volle istituire una gara tutta in costume tra i rioni della Città;

si ispirò ad una nota scritta sul Registro dei battezzati del 14 settembre del 1594 dal sacrista della Collegiata di San Lorenzo Martire (l’attuale Chiesa Madre) Don Giovanni Cordola, che riportava come, durante il pontificato di Clemente VIII, il regno di Filippo II e la signoria di Isabella Monsorio, a Massafra, un manipolo di armigeri, guidati dal vescovo di Mottola Iacopo Micheli, si fossero opposti vittoriosamente ai feroci corsari Turchi, spintisi per razzia sino alle foci del Tara nel territorio massafrese.

Presto interrotta, la manifestazione è stata ripresa nel 2007 ed ampliata con Convegni Nazionali di studio e gemellaggi con le Città del Palio, voluti dal Comune di Massafra, dall’Associazione Culturale MassafraNostra con l’attenta e prestigiosa guida del Prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei.

Il convegno “Le città del Palio”, la Giostra dei cavalieri, le Olimpiadi in Palio, il Corteo storico e la Corsa del Palio sono gli eventi cardine del settembre massafrese che ormai da sette anni hanno portato tutta Massafra e i suoi cittadini a riscoprire il senso dell’appartenenza prima nella città e poi nei singoli rioni che si riconoscono ognuno nel loro cuore pulsante ovvero nelle parrocchie.

MassafraNostra auspica anche per l’edizione 2013 di confermare i risultati degli anni passati con l’intento di conservare la memoria storica delle nostre tradizioni e della nostra cultura nel rispetto dell’austerità che viviamo quotidianamente.

MassafraNostra riparte dai risultati degli anni passati, apre ai nuovi soci ed è pronta a riportare Massafra indietro nel tempo, viaggiando nella storia, attraverso il Settembre Massafrese – Il Palio della Mezzaluna.

Per informazioni: luigiserio@alice.it

Nelle foto: manifesto tesseramento 2013; manifesto Palio della Mezzaluna 2012, autore l’artista Nicola Andreace; un momento dell’inaugurazione di passata edizione dell’evento.
(N.B.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!